BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Roma-Feyenoord: orario diretta tv, quote, le ultime novità. I protagonisti (Europa League, andata sedicesimi)

Probabili formazioni Roma Feyenoord: orario diretta tv, quote, le ultime novità sulla partita dello stadio Olimpico, valida per l'andata dei sedicesimi di finale di Europa League 2014-2015

Foto Infophoto Foto Infophoto

Andiamo a vedere quali sono i possibili protagonisti di questa sfida delle ore 19, che si gioca allo stadio Olimpico. Come al solito abbiamo scelto un giocatore per squadra. E’ il suo momento: con Maicon fuori dai giochi è lui il giocatore chiamato a fare gli straordinari, peraltro in ruolo che non occupava da tempo (da quando era a Crotone). Cresciuto nel vivaio, può rappresentare anche il futuro capitano della squadra; intanto è già assoluto protagonista in una squadra che fa fatica e che deve contare su un turnover stringato per i tanti infortuni. Forse scontato, ma questo regista di centrocampo è stato spesso paragonato a Xavi; non è ancora esploso come ci si aspettava, altri connazionali sono titolari in nazionale mentre lui deve ancora fare apprendistato. Il palcoscenico dell’Europa League ne può segnare la definitiva consacrazione, e il passaggio a una grande squadra che per il momento è stato rimandato. 

Qualche ballottaggio ancora aperto nelle due squadre che si sfidano questa sera allo stadio Olimpico. Per la Roma il dubbio riguarda l’attacco, con Totti favorito su Seydou Doumbia; ma anche difesa (Astori o Yanga-Mbiwa per affiancare Manolas) e il centrocampo con le quotazioni di Nainggolan superiori a quelle di Leandro Paredes, che comunque resta in corsa. Nel Feyenoord è ballottaggio tra veterani: uno tra Bouhlarouz e Mathijsen giocherà al fianco del giovane Kongolo nel pacchetto arretrato. Indecisioni per Rutten anche nel tridente offensivo: Tonny Vilhena dovrebbe giocare avanzato, ma potrebbe anche arretrare in mediana prendendo il posto di El Ahmadi e favorendo così l’ingresso di Boetius nella linea offensiva della squadra. 

Probabili formazioni Roma-Feyenoord: non sono pochi i giocatori assenti in questa partita delle ore 19 allo stadio Olimpico. La Roma come sappiamo deve fare a meno dei lungodegenti Balzaretti e Castan (ma quest’ultimo è stato comunque inserito nella lista UEFA), del terzo portiere Lobont e del quarto Curci, così come di Strootman, Iturbe e Ibarbo. Non ce la fa nemmeno Maicon, che in settimana ha svolto lavoro personalizzato per il solito fastidio al ginocchio ma ha dovuto alzare bandiera bianca un’altra volta.

Andiamo a vedere quali sono i calciatori diffidati all’interno delle due squadre. Come sappiamo, le ammonizioni non si sono annullate al termine della prima fase; la Roma si porta dietro quelle di Maicon e Radja Nainggolan, che ovviamente risalgono al girone di Champions League. Nel Feyenoord rischiano addirittura in cinque: i due terzini Wilkshire e Nelom, il centrocampista El Ahmadi, il regista Immers e l’attaccante Kazim-Richards. In caso di ammonizione, salteranno la partita di ritorno a Rotterdam che si gioca giovedì 26 febbraio (alle ore 21.05). 

Si gioca questa sera alle ore 19, allo stadio Olimpico, la partita valida per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League 2014-2015. Sfida molto interessante; è solo la terza volta per la Roma contro una squadra olandese, e non capita da 12 anni; i giallorossi sono favoriti ma sui 180 minuti potrebbe succedere di tutto. In ogni caso la vittoria dell’Europa League per la Roma è un obiettivo assolutamente alla portata. Arbitra il rumeno Ovidiu Hategan; diamo uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Roma-Feyenoord.

Potrete seguire la diretta di Roma-Feyenoord sui canali del digitale terrestre, in particolare su Premium Calcio (numero 370) e Premium Calcio HD 2 (numero 380). 

Per la partita Roma-Feyenoord sono disponibili le quote Snai per scommettere sull’esito della sfida. Segno 1 (vittoria Roma) a 1,52; segno X (pareggio) a 4,00; segno 2 (vittoria Feyenoord) a 6,50.

Rudi Garcia e Alessandro Florenzi hanno affrontato la conferenza stampa parlando dell’opportunità di una vittoria con un certo punteggio; un 1-0, ha dichiarato l’allenatore francese, sarebbe meglio di un 2-1. Per cercare un risultato favorevole Garcia si affida a Skorupski tra i pali, mentre in difesa dovrebbe rivedersi Maicon (che come al solito ha svolto un lavoro personalizzato) visto che Florenzi sembra destinato al tridente offensivo, con Gervinho spostato sulla sinistra e Totti, che sembra aver smaltito l’influenza, al centro (a disposizione è comunque pronto Seydou Doumbia). Per il resto dovrebbe esserci qualche cambio rispetto all’undici che ha pareggiato contro il Parma; a sinistra si rivede Holebas che non ha giocato domenica, a centrocampo Leandro Paredes dovrebbe giocare dal primo minuto andando ad affiancare De Rossi - in cabina di regia - e uno tra Pjanic e Nainggolan, probabilmente il bosniaco. Restano i giocatori infortunati che diminuiscono le rotazioni: Ibarbo e Iturbe sono ancora fuori così come Strootman, anche per la ripresa non sarà facile effettuare dei cambi ma c’è per esempio Ljajic che potrebbe dare il suo contributo in termini di fantasia e gol.  

Sembra tutto confermato nel Feyenoord di Fred Rutten, che schiera i suoi con un modulo molto simile a quello adottato dal Bayern Monaco. Di fatto ci sarà un giocatore, che dovrebbe essere Immers, che agirà come collante tra un centrocampo a due (il reparto molto probabilmente più forte, con il fosforo di Clasie in regia e le qualità di Tonny Vilhena) e un vero e proprio tridente offensivo nel quale spicca la figura di Kazim-Richards e in cui, come spesso accade nel calcio olandese, gli esterni (che sono Toornstra e Boetius) hanno un ruolo fondamentale nel provare ad allargare la difesa e incunearsi direttamente o creando spazi per chi arriva da dietro. La difesa sarà a quattro: Karsdorp è un terzino adattato ma potrebbe essere confermato qualora l’australiano Wilkshire non recuperasse, dall’altra parte gioca Nelom mentre l’altro dubbio riguarda i centrali, con l’esperto Joris Mathijsen pronto ad affiancare il giovane Kongolo essendo la posizione di Van Beek ancora in dubbio. Le risorse dalla panchina sono Basacikoglu e Achahbar, ma potrebbe anche esserci una staffetta in mediana con El Ahmadi, un marocchino con passaporto olandese, pronto a subentrare.