BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Cesena-Lazio (risultato finale 2-1)/ Video highlights, gol e statistiche (1 febbraio 2015, Serie A 21^ giornata)

Video Cesena Lazio 2-1: i gol e gli highlights, le statistiche della partita che si è giocata allo stadio Manuzzi, valida per la ventunesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015

Foto InfophotoFoto Infophoto

Il Cesena supera la Lazio per 2-1 al Manuzzi e ritrova la vittoria dopo una lunga astinenza. La squadra del tecnico Di Carlo mette il turbo nel secondo tempo mettendo in imbarazzo una Lazio irriconoscibile e andando in vantaggio di due reti grazie a Defrel e allo sfortunato autogol di Cataldi. Inutile il gol di Klose nel finale. Grazie a questa vittoria il Cesena si porta a 15 punti in classifica, a 4 punti di distanza dalla zona salvezza. I biancocelesti invece rimangono al quarto posto con 5 punti di ritardo dal Napoli terzo.

Di Carlo propone il 4-3-1-2 dando un’impronta apparentemente più offensiva rispetto alle ultime uscite. Di fronte a Leali si dispongono Perico, Capelli, Kranjc e Renzetti. Centrocampo composto da Giorgi, De Feudis e Renzetti, mentre in avanti Brienza a supporto della coppia Djuric – Defrel. Pioli risponde con il consueto 4-3-3. Marchetti tra i pali, linea difensiva formata da Basta, Cana, Mauricio e Pereirinha. In mediana ritroviamo Parolo, Ledesma e Cataldi, in attacco invece Candreva e Mauri ai fianchi di Klose. Arbitra Peruzzo della sezione di Schio. La Lazio parte forte, costringendo il Cesena a chiudersi nella propria metà campo. Candreva bombarda Leali con numerosi tiri da fuori, mentre Mauri e Klose faticano a proporsi. Le difficoltà offensive degli ospiti rallentano la manovra laziale e il Cesena prova a pungere in contropiede. Al 13esimo Defrel manda in tilt la retroguardia avversaria servendo Giorgi che ci prova dal cuore dell’area ma non trova lo specchio. La Lazio prova a ragionare ma il Cesena si chiude con efficacia lasciando pochissimi spazi di manovra ai portatori di palla biancocelesti. Così Pioli si affida alle conclusioni da fuori. La più interessante è a opera di Parolo. L’ex di turno dai 35 metri fa esplodere un destro potente che Leali blocca in due tempi. Al 26esimo i padroni di casa reclamano un rigore per un contatto dubbio tra Cana e Defrel in area, ma Peruzzo lascia proseguire. Al 34esimo la Lazio trova il gol ma l’arbitro giustamente annulla per posizione irregolare di Mauri al momento dell’assist vincente per Klose. L’occasione più importante del match arriva al 40esimo. Defrel danza pericolosamente in area laziale e serve Brienza che di prima propone un cross basso e teso sul quale per questione di centimetri non ci arriva Djuric in spaccata.

Il Cesena parte bene approfittando delle lacune difensive degli ospiti. Dopo pochi minuti Brienza trova Defrel in profondità ma Marchetti legge bene uscendo e bloccando l’azione. La Lazio prova a costruire qualcosa ma il suo possesso di palla non produce azioni degne di nota. I romagnoli d’altro canto provano a colpire sovente in contropiede, faticando molto a impostare azioni rapide ma trovando allo stesso tempo diversi “buchi” nel cuore della difesa laziale. Brienza gela Marchetti con una punizione magica che si stampa sul palo. Un minuto dopo i padroni di casa trovano il vantaggio. Defrel riceve sulla tre quarti controlla, alza lo sguardo e fa esplodere un mancino violento che gonfia l’incrocio dei pali. Gol fantastico, nulla può Marchetti. La Lazio subisce il contraccolpo per la rete subita non riuscendo a reagire. Candreva prova a scuotere i suoi ma è il Cesena a rendersi nuovamente pericoloso trovando il gol del raddoppio. Defrel combina nello stretto con Djuric e fa irruzione in area portandosi a spasso Basta. Il numero 92 del Cesena propone un servizio verso il mezzo trovando Cataldi che goffamente prova a rinviare spedendo la palla in rete. Lazio sotto schock. All’81esimo i padroni di casa sfiorano il tris ma Cataldi, decisamente più determinato in questa circostanza, interrompe la fuga di A. Rodriguez salvando Marchetti. Nel finale Klose riapre il match. Il tedesco si coordina bene al volo dal limite trasformando in gol una palla morta. Nonostante i 5 minuti di recupero la Lazio non riesce a impostare azioni degne di nota.