BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Milan-Psv (1-2): i voti della partita (Torneo di Viareggio 2015, girone 1)

Le pagelle dei Milan Psv Eindhoven: i voti della partita per la prima giornata del girone 1 del Torneo di Viareggio 2015. I rossoneri hanno iniziato la difesa del titolo dell'anno scorso

(dall'account facebook.com/Viareggio-Cup) (dall'account facebook.com/Viareggio-Cup)

Nella ripresa i rossoneri vanificano con due banali errori difensivi quanto creato nel primo tempo. Prima Derosa si perde Hiwat con Donnarumma che esce e l'attaccante del Psv che pareggia con un colpo di tacco a sorpassare il portiere rossonero.

Partita che non regala spettacolo e vive di molti errori. Prestazione difficile da giudicare su un terreno davvero improponibile per una competizione così importante;

Chiamiamoli peccati di gioventù, ma il Milan è campione uscente di questa competizione e non dovrebbe permettersi tante leggerezze. Dopo il vantaggio del primo tempo sembra spianata la strada, che nella ripresa viene incrinata dagli errori della difesa.

Squadra giovane e di grande spessore tecnico, riesce a vincere la partita e raccogliere tre punti fondamentali.  

Gestisce bene la gara, senza errori e nessuna difficile decisione da prendere. 

Milan-Psv Eindhoven 1-0 al termine del primo tempo, decide il gol di Fabbro dopo 19 minuti. Il Psv parte forte con Lammers (6) che sulla corsia destra sembra in buona forma. I rossoneri poi però vengono fuori e sfiorano il gol con De Santis (6.5) grande parata di Van Osch (6.5). E' solo il preludio al gol, poco dopo palla in mezzo di Crociata (6) e colpo di testa vincente di Fabbro (6.5). Questi sfiora poi la rete di tacco una decina di minuti dopo. Jansen decide di apportare un cambiamento, inserisce infatti Verstraaven per un inconcludente Naciri (5). All'intervallo i rossoneri sono avanti 1-0. Partita rapida e di grande intensità, con giovani di qualità e prospettiva sicura; Rossoneri in difficoltà nei primi minuti, la squadra di Brocchi viene però poi fuori dopo 15 minuti e oltre a segnare domina la partita; Sulla corsia sinistra ha scatto, qualità e quantità. Giocatore maturo che è costantemente convocato anche da parte di Filippo Inzaghi; Gli olandesi partono bene, ma poi rimangono dietro e vanno sotto perdendo le loro certezze. Centrocampo assente; il migliore tra i suoi, si muove con velocità sulla corsia, anche se poi soffre la grande prestazione di Felicioli, che quando gli prende le distanze non lo fa più muovere; uno dei giocatori più talentuosi non riesce a entrare in partita, prendendo anche un ingenuo giallo nei primi minuti. Sostituito a metà della prima frazione; Nessun episodio dubbio o particolarmente difficile, gara gestita bene e con buon ritmo. M.F.