BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Udinese-Juventus (risultato finale 0-0)/ Video highlights e statistiche (1 febbraio 2015, Serie A 21^ giornata)

Video Udinese Juventus: gli highlights, le statistiche della partita che si è giocata allo stadio Friuli, valida per la ventunesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015

Foto Infophoto Foto Infophoto

VIDEO UDINESE-JUVENTUS (RISULTATO FINALE 0-0): I GOL E GLI HIGHLIGHTS, LE STATISTICHE DELLA PARTITA (SERIE A 2014-2015, 21^ GIORNATA) - Nell'analisi statistica del match, nel post partita, partiamo per una volta con dati che saranno da aggiornare ma rappresentato una curiosità da appuntarsi: prima di questa partita, infatti, la Juve era seconda in 4 graduatorie su 6 di quelle fornite dalla Lega Serie A. Alle spalle della Roma per possesso palla, palle giocate e passaggi riusciti ed alle spalle del Napoli per tiri in porta. La squadra di Allegri era invece prima (alla pari con l'Inter) per supremazia territoriale e (da sola) per pericolosità. Una media strepitosa, che legittima il primo posto e la fuga bianconera. Parziali però, presi singolarmente, inferiori a quelli della Juve di Conte, che sbranava tutto e tutti. Passando al match del 'Friuli', possesso di palla più che doppio per Pirlo e compagni, al 64-36% sull'Udinese. Da record il regista bresciano, a quota 105 passaggi riusciti, uno dei pochi in grado di raggiungere la tripla cifra in una sola partita, in Europa. Altrettanto si può dire della supremazia territoriale, 16' e 49'' a 7' e 30'' per i campioni d'Italia; meno schiacciante invece la differenza in quello che sarebbe il parziale "forte" della Juventus, ovvero la pericolosità offensiva. 37% per i bianconeri di Torino (a testimonianza delle poche occasioni create a fronte del possesso palla), 30% per quelli di Udine. Primi a parimerito nella classifica dei palloni recuperati, infine, Guilherme e Caceres, a quota 27. Tevez e Bruno Fernandes, invece, si dividono il gradino più alto del podio quanto a conclusioni verso lo specchio, 4 per entrambi.

LE DICHIARAZIONI - Spazio alle interviste del post partita. Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, a Mediaset Premium, svariando tra diverse tematiche: "Mercato punte? Vedremo domani, è l'ultimo giorno, aspettiamo... Llorente ha lavorato molto nel primo tempo ed ho inserito Morata quando loro sono un pò calati proprio per sfruttare il lavoro precedente di Fernando. Il merito va dato soprattutto all'Udinese, Di Natale lo conosciamo e alle sue spalle sono bravi a gestire gli inserimenti. Noi sicuramente meglio nel secondo tempo, mentre nel primo abbiamo sbagliato tanto, con troppi lanci lunghi ed errori nei passaggi. Ho cambiato sistema di gioco causa assenze e condizione dei giocatori, giocando a specchio con loro ed avevo bisogno della fisicità di Llorente in avanti, poi Morata poteva deciderla nel finale". Soddisfatto ovviamente Andrea Stramaccioni: "Credo che l'Udinese abbia fatto la sua partita con coraggio e cercando di essere pericolosi in avanti. Pareggio giusto ma la prestazione testimonia la crescita del gruppo e me la tengo stretta. Avevamo preparato la marcatura su Tevez, che ama abbassarsi, con Piris ed Heurtaux. E Allan oggi è stato strepitoso, la sua partita su Pogba è stata pazzesca. Abbiamo tanti under 23 che sono cresciuti in questa prima parte di stagione, l'Udinese li valorizza ed è poi sempre una bancarella molto cara in sede di mercato... Quel che conta per me è dare una mentalità alla mia squadra: il nostro dna è mostrare i nostri talenti e lo stimolo per loro è dimostrare di essere da big, da Juve, Inter etc. La situazione in casa Inter? Un pezzettino del mio cuore è nerazzurro e mi dispiace per il loro momento. I momenti difficili sono fatti per essere superati, Mancini saprà uscirne". CLICCA QUI PER IL VIDEO DI UDINESE-JUVENTUS (RISULTATO FINALE -): I GOL E GLI HIGHLIGHTS, LE STATISTICHE DELLA PARTITA (SERIE A 2014-2015, 21^ GIORNATA)