BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Milan-Cesena (2-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 24^ giornata)

Pubblicazione:domenica 22 febbraio 2015 - Ultimo aggiornamento:domenica 22 febbraio 2015, 17.45

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

LE PAGELLE DEL CESENA

LEALI 6 - Fa quello che può sul tiro di Bonaventura; sfortunato sul rigore di Pazzini. I compagni di difesa non lo aiutano.

NICA 5 - Menez lo fa impazzire. Il francese fa quello che vuole e lui non riesce a prendere le giuste misure (dal 62' CAPELLI 5,5 - Entra per sostituire l'infortunato Nica. Anche lui travolto dall'impeto di Menez)

LUCCHINI 5 - Affonda insieme al resto della difesa. Già in affanno nel primo tempo, affonda con l'ingresso di Pazzini.

VOLTA 5,5 - Leggermente meglio di Lucchini. Anche lui appare spensierato e non affidabile.

RENZETTI 5 - In attacco si vede pochissime volte. Non attento neppure in fase di copertura.

GIORGI 6 - Il migliore del Cesena. Nel primo tempo mette in mezzo diversi traversoni interessanti; nella ripresa, complice la stanchezza, il suo rendimento cala inevitabilmente.

DE FEUDIS 6 - Pregustava il pareggio sul finire del primo tempo ma Abbiati gli ha negato questa gioia. Dà tutto dal primo all'ultimo minuto (dal 73' CARBONERO 4,5 - Ancora troppo acerbo per questo tipo di sfide. Sbaglia passaggi facili in un momento delicato di match e affossa i suoi concedendo il rigore finale).

ZE EDUARDO 5,5 - Avrebbe sul piede il potenziale pallone dello 0-1 ma non riesce a impattare sul traversone di Giorgi (dal 41' MUDINGAYI 5 - Presenza impalpabile in mezzo al campo).

BRIENZA 5,5 - Lui che ha già segnato due volte al Milan in carriera questo pomeriggio non riesce ad accendersi.

DEFREL 5 - Era il più temuto del Cesena ma l'oggetto del desiderio di diverse squadre non si fa praticamente mai notare.

DJURIC 5,5 - Fa a sportellate con Rami e Bocchetti ma non trova mai il guizzo giusto .

ALL. DI CARLO 5 - Le prova tutte ma il Cesena affonda ancora. Saranno decisive le prossime partite per evitare il rischio della retrocessione.

(Federico Giuliani)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.