BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Verona-Roma (1-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015, 24^giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

(dall'account Twitter @officialASRoma)  (dall'account Twitter @officialASRoma)

LE PAGELLE DI VERONA-ROMA (SERIE A 2014-2015, 24^GIORNATA): I VOTI DELLA PARTITA - Il 9° pareggio in campionato, 6° nelle ultime 8 giornate: la crisi della Roma non accenna a finire e la cosiddetta "pareggite" rischia di diventare un virus incurabile per Garcia. A Verona contro l'Hellas l'1-1 finale è fotografia impietosa in particolare della mancata reazione al fortunoso pari ottenuto a fine primo tempo da Jankovic. All'orizzonte, dopo la trasferta ad alta tensione a Rotterdam, l'ultimissimo appello. Lo scontro diretto con la Juve, lunedì sera.

VOTO H.VERONA 6 – Si conquista una sufficienza sudata grazie al secondo tempo, nel quale legittima il pareggio, parso invece immeritato al 45°. Era un match importante in particolare per Mandorlini, che salva ancora una volta la panchina dopo le polemiche di un'annata complicata. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL VERONA

VOTO ROMA 5 – Sarebbe bastato proseguire, senza strappi o emozioni eccessive, con la partita del primo tempo. Al rientro dall'intervallo invece buio pesto sui giallorossi ed anche il rischio tangibile di perdere al cospetto di un Hellas tutt'altro che irresistibile. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA ROMA

VOTO SIG.GERVASONI (ARBITRO) 5 – Non si capisce perchè non ammonisca Hallfredsson, permettendogli un gioco eccessivamente duro che il povero Florenzi paga a sue spese uscendo infortunato. Gestione dei cartellini non convincente in più casi ed un possibile rigore per la Roma, da rivedere, nel primo tempo e su Cole.

PAGELLE VERONA-ROMA: FANTACALCIO, I VOTI DEL PRIMO TEMPO (SERIE A 2014-2015, 24^ GIORNATA) - Roma sfortunata e raggiunta sul pari proprio nel finale di un primo tempo (voto 6) che – al 'Bentegodi' – ha visto gli ospiti andare in vantaggio con Totti (voto 6), giocando meglio seppur non in maniera spettacolare e subire alcuni interventi molto duri da parte degli avversari. Hallfredsson (voto 6) in particolare meritava almeno un cartellino giallo ed un suo doppio intervento non punito su Florenzi (costretto poi ad uscire dal campo) fa propendere per una bocciatura almeno parziale di Gervasoni. La formazione di Garcia (voto 6) – senza il colpo di testa deviato in mischia da Astori e forse anche da Keita da parte di Jankovic (voto 6,5) – avrebbe chiuso meritatamente sullo 0-1. Sfortuna, oltre che in difesa, anche in avanti per i capitolini: il primo tempo è infatti andato in archivio con una traversa di Ljajic (voto 6,5) su calcio di punizione. Per Mandorlini (voto 5,5) risultato fin troppo favorevole rispetto a quanto si è potuto vedere sul campo: apprezzabile la partita di lotta e sacrificio di Toni (voto 6), per il resto praticamente nulla. VOTO H. VERONA 5,5 – Fortunato e immeritato il pari a fine prima frazione, la partita dei gialloblu non è comunque sufficiente. Ci vorrà un secondo tempo di intensità e produzione offensiva superiore per portare a casa punti MIGLIORE H. VERONA JANKOVIC VOTO 6,5 – Mezzo voto in più per l'importanza del gol nel finale di tempo. Come Toni si distingue più per l'aggressività e la lotta per "sporcare" gli appoggi dei difensori romanisti che per altro PEGGIORE H. VERONA JUANITO GOMEZ VOTO 5 – Non tocca neppure un pallone in tutto il primo tempo. Ininfluente ed anzi inutile per i proprio compagni, meglio sarebbe per Mandorlini inserire un centrocampista in più VOTO ROMA 6 – Il trend è quello dell'ultimo periodo, tanta fatica e parecchia sfortuna. Punita dall'unico episodio e dall'unica azione di una certa pericolosità del Verona MIGLIORE ROMA LJAJIC VOTO 6,5 – Sfiora due volte il sigillo personale, bellissima in particolare la punizione che – all'ultimo minuto – fa tremare la traversa. Meglio lui di Totti, nonostante il gol PEGGIORE ROMA ASTORI VOTO 5 – Insufficiente non tanto per la deviazione sul colpo di testa di Jankovic quanto per la sensazione di fragilità che trasmette anche oggi, nonostante un Hellas quasi assente dalle sue parti. (Luca Brivio)


  PAG. SUCC. >