BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Video/ Cagliari-Inter (1-2), i gol di Kovacic, Icardi e l'autogol di Carrizo (Serie A, lunedì 23 febbraio 2015)

Video Cagliari Inter: i gol e gli highlights della partita valida per la ventiquattresima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Si gioca al Sant'Elia lunedi 23 febbraio 2015, ore 21

Foto InfophotoFoto Infophoto

Il Cagliari riapre la partita con una fiammata; paradossalmente l’azione meno pericolosa si trasforma nella rete della speranza. Samuele Longo viene lanciato in profondità; non ci pensa due volte ed esplode il destro pur marcato stretto dal difensore, il pallone impatta sul palo alla sinistra di Carrizo, poi sulla schiena del portiere e quindi finisce in porta. Non è il primo gol in Serie A per Longo che dovrà aspettare ancora, ma intanto il Cagliari ha un’occasione per prendersi almeno un pareggio.

Dopo aver rischiato tantissimo, l’Inter trova il gol del raddoppio. Sbaglia Joao Pedro che invece di liberarsi del pallone sulla trequarti difensiva tenta un dribbling su Campagnaro e perde palla; Kovacic non ci pensa due volte e verticalizza per Icardi che in area salta nettamente Capuano e spara un sinistro a girare che si infila all’incrocio dei pali alla destra di Brkic. Fanno 14 in campionato e Icardi è capocanniere della Serie A.

Inter in vantaggio al 47’ minuto di gioco, ed è un vantaggio meritato per quanto i nerazzurri avevano creato nel corso del primo tempo. Verticalizzazione per Podolski che dalla sinistra lascia partire un cross immediato; traiettoria a campanile che Icardi controlla in area per provare la conclusione, Avelar in equilibrio precario fa un miracolo togliendo palla all’avversario ma a rimorchio arriva Mateo Kovacic che non può sbagliare la conclusione a colpo sicuro. Quinto gol in campionato per il centrocampista croato e Inter che ora può mettere le ali.

Si gioca questa sera alle ore 21 ed è valida per la ventiquattresima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. La partita di andata aveva iniziato a evidenziare i primi segnali di cedimento del progetto di Walter Mazzarri; il Cagliari si era presentato a San Siro senza ancora aver vinto una partita e in crisi profonda, ma Zdenek Zeman aveva per la prima volta in stagione mostrato tutte le sue capacità nell’organizzare la fase offensiva. Marco Sau sfruttava un errore della difesa nerazzurra e portava in vantaggio il Cagliari; l’Inter dimostrava di saper reagire pareggiando con Pablo Daniel Osvaldo, ma da lì in avanti era solo Cagliari. Qualcosa di incredibile, l’Inter crollava su se stessa e sotto i colpi di uno straordinario Albin Ekdal, autore di una tripletta storica che portava agli isolani la prima vittoria in campionato (c'era anche un errore dal dischetto di Andrea Cossu, con la solita parata di ordinanza da parte di Handanovic) e una flebile speranza che le cose potessero migliorare e svoltare. Non sarebbe stato così; l’Inter invece avrebbe proseguito a singhiozzo, fino all’esonero di Mazzarri e all’esonero di Roberto Mancini, che questa sera proverà a vendicare la squadra. Come finirà allora questa Cagliari-Inter allo stadio Sant’Elia? Lo scopriremo insieme tra poco, a partire dalle ore 21.