BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Manchester City-Barcellona: orario diretta tv, quote, le ultime novità. Gli assenti (24 febbraio, Champions League ottavi)

Probabili formazioni Manchester City Barcellona: orario diretta tv, quote, le ultime novità sulla partita valida per l'andata degli ottavi di finale di Champions League 2014-2015 (ore 20:45)

(dall'account ufficiale facebook.com/fcbarcelona)(dall'account ufficiale facebook.com/fcbarcelona)

Probabili formazioni Manchester City-Barcellona: sono tre i calciatori assenti nella partita di questa sera. Per il Manchester City è pesantissima la defezione di Yaya Touré, che sta ancora scontando la squalifica rimediata per l’espulsione rimediata contro il Cska Mosca; Stevan Jovetic non c’è, ma è di fatto disponibile ed è stato escluso dalla lista UEFA. Nel Barcellona fuori Douglas e Thomas Vermaelen: il primo ha giocato 236 minuti in tutta la stagione, il secondo nemmeno uno (tornerà ad aprile da un infortunio). Non si può dunque parlare di vere e proprie assenze per Luis Enrique. 

Si gioca questa sera alle ore 20:45 la partita valida per l’andata degli ottavi di finale di Champions League 2014-2015. E’ una riedizione dell’ottavo di un anno fa, quando ad avere la meglio fu il Barcellona che vinse qui al City of Manchester Stadium (2-0) per poi ripetersi al Camp Nou (2-1); nel frattempo però il City è cresciuto ed è certamente più convinto dei propri mezzi. Arbitra il tedesco Felix Brych; diamo allora uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Manchester City-Barcellona.

Potrete seguire la diretta Manchester City-Barcellona sui canali del satellite, in particolare su Sky Sport Plus (numero 204) e Sky Calcio 2 (numero 252). 

E’ il Barcellona il favorito per questa partita, almeno secondo le quote Snai: il segno 1 (vittoria Manchester City) vale 3,30; il pareggio (segno X) vale 3,50; il segno 2 (vittoria Barcellona) vale invece 2,10 la somma giocata.

Yaya Toure è ancora squalificato; mancherà dunque il grande ex della partita e uno dei principali punti di forza del City, che se non altro può gioire per aver recuperato al 100% James Milner. Proprio il nazionale inglese, che è un jolly polivalente, potrebbe sostituire l’ivoriano al centro del campo facendo coppia con Fernandinho; l’alternativa è invece l’inserimento dal primo minuto di Lampard, con lo spostamento di Milner sulla destra, oppure la titolarità di Fernando in mediana. Per il resto la formazione che ha battuto 5-0 il Newcastle in Premier League dovrebbe cambiare poco: si dovrebbe rivedere Clichy a sinistra in difesa, mentre a fare coppia con Kompany sarà con tutta probabilità Demichelis, che relegherà in panchina “mister 40 milioni” Mangala. Detto della mediana, se Milner sarà arretrato a destra ci sarà la conferma di Nasri, con David Silva che giocherà dall’altra parte. La coppia di attacco sarà formata da Dzeko e Aguero: a disposizione Bony che deve ancora entrare nei meccanismi della squadra, come noto non c’è Stevan Jovetic che non è stato inserito nella lista UEFA proprio per fare spazio al nuovo arrivo dallo Swansea (il montenegrino ovviamente non l’ha presa affatto bene). 

Luis Enrique deve fare a meno di Douglas e Vermaelen; elementi che hanno giocato poco o nulla e che quindi non rappresentano gravi defezioni. La formazione sarà quella classica, anche se il tecnico asturiano ci ha abituato a vari cambiamenti e dunque restano in dubbio alcune posizioni. Ad ogni modo la cosa più probabile è che Mascherano sia utilizzato in difesa al fianco di Pique, perchè è la coppia più collaudata. Questo apre un ballottaggio a sinistra con Jordi Alba che resta comunque favorito su Mathieu, la soluzione alternativa sarebbe quella di schierare il francese in mezzo, così da dirottare Mascherano in mediana a prendere il posto di Sergio Busquets che però deve fare sentire i suoi muscoli nella zona mediana del campo. In porta dovrebbe esserci ter Stegen; finora il tedesco è stato portiere di coppa e non c’è motivo perchè Luis Enrique proponga Claudio Bravo, che invece gioca in campionato. A completare il centrocampo saranno Rakitic e Iniesta; partirà dalla panchina Xavi. Davanti ovviamente il tridente delle meraviglie Messi-Suarez-Neymar; l’uruguayano segna poco (7 gol complessivi) ma ha già smistato 12 assist e di certo i gol non mancano al Barcellona, visto che Messi e Neymar ne hanno segnati 61 in coppia contando tutte le competizioni stagionali.