BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Bayer Leverkusen-Atletico Madrid (1-0): i voti della partita (Champions League 2014-2015, andata ottavi)

Hakan Calhanoglu, 21 anni, ha appena scoccato il tiro decisivo (dall'account Twitter ufficiale @ChampionsLeague) Hakan Calhanoglu, 21 anni, ha appena scoccato il tiro decisivo (dall'account Twitter ufficiale @ChampionsLeague)

Bayer Leverkusen

LENO 6,5: Un primo tempo fantastico e qualche errorino nella ripresa. Sul match resta comunque anche la sua firma, con la paratissima su Tiago

SPAHIC 8: Monumentale. Rischia seriamente di segnare, non una ma due volte; poi si "limita" a mettere la museruola a Griezmann e Mandzukic

HILBERT 6,5: Arda Turan lo agevola interpretando con poca voglia il compito di fantasista indolente e addormentato. Ma lui esce anche palla al piede dalla difesa, dimostrando personalità

PAPADOPOULOS 6: Molto più falloso e avventato del compagno di reparto, fa muro in area di rigore soprattutto sui calci piazzati grazie all'esuberanza fisica

WENDELL 6,5: Anche lui come Hilbert non si limita al contenimento di Saul o Raul Garcia ma arriva spesso fin sul fondo dall'altra parte

BENDER 6,5: Nel primo tempo si attesta su alti livelli, con un'intensità spaventosa. Perde via via naturalmente colpi e lascia spazio a Rolfes

CASTRO 7: Lui invece riesce a tenere rendimento e resistenza fisica impressionanti fino alla fine. Che mediano!

SON HEUNG-MIN 6,5: Essenziale, intelligente e acuto tatticamente. Già in Coppa d'Asia era risultato una delle promesse (e delle realtà) di tutto il calcio continentale. Tornato in Europa, sta esportando alla grande il suo talento

BELLARABI 8: Frenetico, mulina le gambe con disarmante rapidità e l'assist geniale per Hakan è solo la ciliegina su una torta di partita

HAKAN C. 8: Tecnica al servizio della squadra, la giocata del gol è da campione. Nella ripresa, dopo le giocate sopraffine del primo tempo, indossa la fascia del leader e incanta

DRMIC 5,5: L'unico insufficiente, di poco ma sotto il 6. Non imprime mai la sua firma sulla partita.

 

(ROLFES 6,5: Entra al posto del capitano Bender e prende il testimone in tutto e per tutto. La sostituzione ideale per un tecnico)

(KIESSLING SV)

(BRANDT SV)

All.SCHMIDT 7,5: Gli togliamo mezzo punto perchè la sinfonia organizzata dal direttore d'orchestra è – grazie ai singoli – persino più piacevole con qualche acuto fuori spartito. Ma resta il fatto che si sia dimostrato all'altezza, alla grande.