BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Fallimento Parma / News: Genoa-Parma rinviata, c'è l'ok di Tavecchio. Manenti: i soldi ci sono (aggiornamento al 27 Febbraio 2015)

Pubblicazione:venerdì 27 febbraio 2015 - Ultimo aggiornamento:venerdì 27 febbraio 2015, 17.08

Roberto Donadoni (Infophoto) Roberto Donadoni (Infophoto)

FALLIMENTO PARMA NEWS: GIOCATORI SCIOPERANO. GENOA-PARMA A RISCHIO (AGGIORNAMENTO AL 27 FEBBRAIO 2015) - Genoa-Parma ora è ufficialmente rinviata a data da destinarsi. Lo ha confermato il presidente della FIGC Carlo Tavecchio, che al termine dell'odierno consiglio federale ha dato il suo consenso alla decisione presa dai giocatori del Parma assieme all'Associazione Italiana Calciatori (AIC), secondo cui non ci sono le condizioni per organizzare regolarmente la trasferta in Liguria. Salta quindi la seconda partita consecutiva nel campionato del Parma, che non è sceso in campo già domenica scorsa quando era prevista la sfida contro l'Udinese allo stadio Ennio Tardini. Nel frattempo Giampietro Manenti si è fatto sentire: come ha riportato Sky Sport 24 il presidente ha dichiarato che 'i soldi ci sono, servono solo 2-3 giorni per i tempi tecnici delle operazioni'. Dal canto suo il sindaco della città di Parma Pizzarotti era stato chiaro, affermando che se Manenti non presenterà a discutere oggi non sarà più ritenuto un interlocutore.

FALLIMENTO PARMA NEWS: GIOCATORI SCIOPERANO. GENOA-PARMA A RISCHIO (AGGIORNAMENTO AL 27 FEBBRAIO 2015) – Dopo la partita contro l’Udinese dello scorso weekend, il Parma rischia di non giocare anche il match in programma domenica contro il Genoa allo stadio Marassi. Oggi c’è stato un incontro con l’Assocalciatori al termine del quale il difensore centrale Alessandro Lucarelli, facendosi portavoce dei propri compagni di squadra, ha ammesso: «Abbiamo deciso di non giocare a Genova e chiesto che venga rinviata la partita». in seguito sono arrivate anche le parole di Damiano Tommasi, numero uno dell'associazione dei calciatori. A Radio 24 ha confermato il tutto: «Il Parma non è nelle condizioni di andare in campo. È stata presentata una richiesta di rinvio della partita alla Federazione. Non ci sono le condizioni per affrontare una gara di serie A. La richiesta è di aspettare almeno questa settimana, per capire se la Lega avrà la forza di intervenire». Non si sbroglia quindi la matassa, con il Parma sempre più vicino al rischio fallimento se non verranno pagati gli stipendi dei vari dipendenti a breve e saldati i vari conti. Il campionato di calcio di Serie A rischia quindi di essere giocato a breve a 19 squadre. Come protesta in favore dei giocatori del club gialloblu, le altre squadre dovrebbero scendere in campo con 15 minuti di ritardo rispetto al classico fischio iniziale.



© Riproduzione Riservata.