BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Chievo-Milan: orario diretta tv, quote, le ultime novità. I ballottaggi (Serie A 2014-2015, 25^ giornata)

Probabili formazioni Chievo Milan: quote, orario diretta tv, le ultime novità sulla partita che si gioca al Bentegodi sabato 28 febbraio, anticipo della 25^ giornata di Serie A 2014-2015

Foto InfophotoFoto Infophoto

Mancano meno di due ore al fischio d'inizio dell'anticipo di Serie A, eppure c'è ancora qualche dubbio da sciogliere sulle due formazioni. In casa Chievo, Rolando Maran deve scegliere chi affiancare a Meggiorini in attacco: ci sarà uno tra il grande ex Paloschi (favorito) e Pellissier. In difesa potrebbe trovare spazio il giovane Mattiello come terzino destro e Schelotto a centrocampo, altrimenti l'oriundo scalerà in difesa e davanti a lui ci sarà spazio per Birsa. Quanto al Milan, per Filippo Inzaghi ancora una volta dubbi in difesa: Bocchetti è favorito sul rientrante Mexes per affiancare Alex, mentre sembra certa una nuova panchina per Cerci e Honda, con Bonaventura dietro a Menez e Destro. 

La 25esima giornata di Serie A si aprirà questa sera, alle ore 20.45, con la sfida dello stadio Bentegodi fra il Chievo e il Milan. L’allenatore del club veneto, Maran, affronterà la squadra rossonera con solo due assenti: il difensore Frey, che dovrebbe rientrare fra due giornate, e lo squalificato Rubens Botta. E’ invece sempre lunga la lista di giocatori indisponibili di casa Milan. Nessuno squalificato per i rossoneri ma Inzaghi dovrà fare a meno di ben 10 elementi e precisamente Zapata, Abate, De Sciglio, El Shaarawy, Agazzi, Armero, Mastour, Zaccardo, Rami e infine Albertazzi, tutti fermi ai box perché bloccati da infortuni di varia natura. E’ quindi ancora emergenza per il Milan e in un momento delicato come quello che la compagine rossonera sta vivendo, la cosa di certo non aiuta Inzaghi.

Vediamo quali possono essere i possibili protagonisti della partita, come sempre abbiamo scelto un giocatore per squadra all’interno della sfida. CHIEVO, IL PROTAGONISTA: BIRSA Lo sloveno è uno dei giocatori più dotati, dal punto di vista tecnico, della formazione gialloblu. Con i suoi guizzi in fase offensiva può creare diverse opportunità importanti per i compagni d'attacco. Il calciatore dei veneti ha tanta qualità e se lasciato libero di svariare può rendere la vita molto difficile alla difesa rossonera. Birsa deve puntare la porta, servire i compagni e perchè no, tentare il tiro. Le sue conclusioni sono molto velenose, Milan avvisato. MILAN, IL PROTAGONISTA: DESTRO. L'ex attaccante della Roma ha tutte le qualità necessarie per prendere per mano i compagni e condurli nuovamente in zona Europa. Nei duelli aerei si fa valere, uomo contro uomo pure. La nuova punta del Milan può creare diverse difficoltà ad una difesa non solidissima come quella del Chievo Verona. Se messo nelle giuste condizioni può vincere da solo questa partita. Non stiamo parlando di un campione ma di un ragazzo dal gran fiuto del gol.

Diamo uno sguardo ai giocatori diffidati delle due squadre, a rischio squalifica in caso di cartellino giallo nell'anticipo della venticinquesima giornata di Serie A. Per il Chievo non c'è nessun diffidato, una buona notizia in vista della prossima giornata di campionato che sarà contro la Roma per i gialloblù. Tra i rossoneri invece Bonaventura e Poli sono diffidati: per loro è a rischio la partita contro l'Hellas Verona che sarà l'impegno dei rossoneri nel prossimo turno di campionato. 

Questa sera alle ore 20:45 si gioca l’anticipo della venticinquesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Il Chievo arriva a questa partita con 24 punti in classifica e una situazione non brillante, con una pesante sconfitta nell’ultima giornata; il Milan che ha 33 punti ha preso se non altro un po’ di slancio battendo il Cesena e vincendo le ultime due partite casalinghe. Diamo allora uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Chievo-Milan.

Potrete seguire la diretta di Chievo-Milan sui canali Premium Calcio (numero 370) e Premium Calcio HD (numero 380) sul digitale terrestre; sui canali Sky Sport 1 (201), Sky SuperCalcio (205) e Sky Calcio 1 (251) del satellite.

Le quote Snai per Chievo-Milan delle ore 20:45 ci danno le seguenti informazioni: segno 1 (vittoria Chievo) a 2,90; segno X (pareggio) a 3,20; segno 2 (vittoria Milan) a 2,45.

Nel Chievo non ce la fa Nicolas Frey; le soluzioni per sostituirlo sono almeno tre ma sembra che quella vincente sia spostare Zukanovic a destra (non sarebbe la prima volta) lanciando come titolare il giovane Federico Mattiello, che a gennaio è arrivato in prestito dalla Juventus. Le altre due: Zukanovic sempre a destra ma in campo Biraghi, lui pure giovane ma con maggiore esperienza in Serie A (Maran per di più lo conosce bene avendolo allenato anche a Catania); oppure la sostituzione naturale con l’ingresso negli undici di partenza di Gennaro Sardo - e quindi Zukanovic resterebbe sulla fascia mancina. Sardo però ha giocato poco in questa stagione e molto probabilmente Maran non lo “vede granchè”, visto che questa soluzione rimane comunque in ombra rispetto alle altre. La quarta alternativa prevederebbe l’arretramento di Schelotto sulla linea dei difensori, il che porterebbe Izco ad allargarsi sulla corsia e Cofie in campo come centrale in mediana al fianco di Radovanovic; difficile vederla attuata però. In attacco spazio alla coppia della quale Maran si fida di più, quella formata da Paloschi e Pellissier.

In casa Milan si continuano a contare gli infortunati ma quanto meno tornano a disposizione Diego Lopez e Mexès, che hanno scontato i loro turni di squalifica (per il francese sono state quattro giornate). Inzaghi dovrebbe continuare a insistere sul modulo già visto contro il Cesena; di fatto una variante del 4-3-3 di partenza o se vogliamo del 4-4-2, con Bonaventura che si stacca dalla linea e va a giocare sulla trequarti in appoggio a Menez e Destro. Nella sostanza cambia poco: sia l’ex Atalanta che Menez sono giocatori atipici e se vogliamo “anarchici”, capaci di svariare lungo il campo per non dare punti di riferimento. In fase di non possesso può tornare a essere 4-4-2 con Bonaventura che si allarga, quando invece il Milan ha la palla Menez si abbassa a giocarla e allora si può ricreare una sorta di 4-2-3-1 con Poli che entra negli spazi e Destro che rimane in appoggio. Il caso Cerci per il momento non rientra: giocatore e Inzaghi sono ai ferri corti e molto probabilmente l’ex Torino non sarà impiegato in questa partita a meno che non arrivi una possibile “tregua”.