BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

VINCENZO IAQUINTA/ 'Ndrangheta, perquisizione a casa dell'ex calciatore

Perquisizione a casa di Vincenzo Iaquinta, l’ex attaccante della Nazionale italiana campione nel mondo in Germania. L'ha effettuata la Dda di Bologna nell’ambito dell’operazione Aemilia

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Perquisizione a casa di Vincenzo Iaquinta, l’ex attaccante della Nazionale italiana campione nel mondo in Germania. Nell’ambito dell’operazione Aemilia, la Dda di Bologna ha trovato due pistole nell’abitazione del padre, Giuseppe Iaquinta, arrestato la scorsa settimana per mafia insieme ad altre 116 persone, così è scattata la perquisizione anche nella casa dell’ex calciatore a Quattro Castella, nel Reggiano, e di due fratelli. Le armi, una calibro 38 e una calibro 7,65 intestate al giocatore, si trovavano però nella casa del padre in una cassaforte, in un sottoscala nel seminterrato. A Giuseppe Iaquinta è stato però vietato il porto d’armi (quindi non poteva essere in possesso delle pistole) su decisione della prefettura di Reggio Emilia, dopo la cena del 21 marzo 2012 a cui partecipò insieme ad altre persone ritenute vicine alla 'ndrangheta: tra questi anche il politico Giuseppe Pagliani di Forza Italia, anche lui tra gli arrestati.

© Riproduzione Riservata.