BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PARMA VENDUTO / Taçi gira il pacchetto di azioni a una cordata segreta

Parma società, news cessione Taçi: l'imprenditore albanese avrebbe già ceduto le proprie quote a un gruppo ignoto, per ora smentite da due imprenditori italiani spunta Kerimov.

Roberto Donadoni, tecnico del Parma (infophoto) Roberto Donadoni, tecnico del Parma (infophoto)

C'è tanta confusione attorno al destino del Parma che dopo l'uscita di scena di Ghirardi e l'arrivo dell'imprenditore albanese Taçi sembrava aver trovato la retta via. E invece le cose si sono ulteriormente complicate con alcuni giocatori che hanno deciso di rescindere il contratto e andare via, vedi Cassano e Felipe, altri giocatori ceduti, vedi Paletta, e l'intero gruppo pronto a mettere in mora la società dopo il 15 febbraio. In tutto questo complicato momento si aggiunge anche la notizia di oggi della cessione dell'intero pacchetto azionario in mano a Taçi venduto ad un gruppo imprenditoriale ignoto: sono già state scartate alcune ipotesi come quella di Claudio Bighinati, presidente dei Giovani industriali dell'Emilia-Romagna, che ha però smentito l'ipotesi. Smentita anche la presenza del duo Barilla-Pizzarotti, entrambi non sembrano interessati ad entrare nel discorso Parma calcio. Attenzione all'ultima pista battuta, ovvero quella che porterebbe secondo indiscrezioni giornalistiche sui media italiani a Sulejman Kerimov, patron dell'Anzhi, uomo di rifimento di una cordata di bergamaschi. Potrebbe esserci il ricco imprenditorie russo dietro l'acquisto del Parma, di certo i tifosi sono molto preoccupati perché c'è il serio rischio che la società possa fallire se non verranno pagati gli stipendi dei giocatori.

© Riproduzione Riservata.