BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Mondiali sci 2015/ Diretta discesa maschile: Kueng medaglia d'oro, Ganong e Feuz sul podio! (Vail Beaver Creek 2015, oggi sabato 7 febbraio)

Diretta Mondiali sci 2015 discesa maschile streaming video e tv: come seguire la gara sulla Birds of Prey di Vail Beaver Creek, orari, favoriti e appuntamenti Rai-Eurosport (7 febbraio)

Dominik Paris in azione (da Facebook Dominik Paris) Dominik Paris in azione (da Facebook Dominik Paris)

Diretta discesa libera maschile Mondiali 2015 a Vail Beaver Creek. Vittoria di Patrick Kueng (Svizzera), che si laurea campione del Mondo con il tempo di ; nessuna sorpresa stavolta dopo il 22, dunque il podio della gara sulla pista Birds of Prey è completato dall'americano Travis Ganong, secondo a 24/100 da Kueng, mentre si classifica terzo a 31/100 l'altro svizzero Beat Feuz. Un podio certamente inatteso: nessun carneade, perché comunque sono tutti fra i migliori discesisti in circolazione con alcune vittorie in Coppa del Mondo, ma di certo i favoriti erano altri. Invece per la Svizzera è una giornata di gloria che frutta l'undicesima vittoria in discesa libera ai Mondiali, e c'è gioia anche i padroni di casa, che salgono sul podio e ottengono anche il quarto posto con Steven Nyman. Rimangono a bocca asciutta tutti i favoriti, dal norvegese Kjetil Jansrud ai due austriaci Matthias Mayer e Hannes Reichelt e purtroppo anche il nostro Dominik Paris, che stava facendo una buona gara, per lo meno in linea per salire sul podio, prima di un piccolo errore che ha compromesso tutto il resto della sua prestazione relegandolo in una disastrosa ventitreesima posizione che di certo non gli rende giustizia. 

Diretta discesa libera maschile Mondiali 2015 a Vail Beaver Creek. Quando sono scesi tutti i migliori, è grande festa per la Svizzera: al comando infatti c'è Patrick Kueng con il tempo di 1'43"18, 31/100 meglio del connazionale Beat Feuz che al momento sarebbe al terzo posto. La seconda posizione invece è occupata da Travis Ganong, per la gioia del pubblico di casa: lo statunitense è staccato di 24/100 da Kueng. Delusione per gli azzurri: lontani dalla forma migliore Christof Innerhofer e Werner Heel, c'è grande rimpianto per Dominik Paris, che stava facendo un'ottima gara - in vantaggio su Feuz al primo intermedio - prima di un piccolo errore che ha compromesso tutto il resto della sua prestazione. Clamorosamente fuori dal podio dunque i due grandi favoriti, perché anche Kjetil Jansrud è rimasto molto al di sotto delle sue possibilità e all'asciutto di medaglie.

In diretta streaming alle ore 19.00 la discesa libera maschile che sarà la gara regina dei Mondiali 2015 a Vail Beaver Creek.Tutto è pronto per l'evento più atteso di questi Mondiali: andiamo dunque a vedere quali sono i numeri di partenza dei migliori. Dominik Paris con il numero 16 aprirà le partenze dei migliori sette della starting list, che partono appunto con i pettorali dal 16 al 22. Poi ecco gli altri in quest'ordine: 17 Guillermo Fayed (Fra), 18 Kjetil Jansrud (Nor), 19 Patrick Kueng (Svi), 20Matthias Mayer (Aut), 21 Hannes Reichelt (Aut), 22 Travis Ganong (Usa). Quanto agli altri azzurri, Werner Heel avrà il pettorale numero 8, Christof Innerhofer il 14 e Matteo Marsaglia il 27. Tra gli altri possibili protagonisti, da ricordare anche Carlo Janka (Svi) con il 3, Adrien Theaux (Fra) 6, Steven Nyman (Usa) 10, Aksel Lund Svindal (Nor) 11, Georg Streitberger (Aut) 13, Beat Feuz (Svi) 15. Ma ora la parola passa alla Birds of Prey: che lo spettacolo abbia inizio!

In diretta streaming alle ore 19.00 la discesa libera maschile che sarà la gara regina dei Mondiali 2015 a Vail Beaver Creek. Andiamo allora a scoprire i segreti della pista Birds of Prey, comunque ben nota ad atleti e appassionati perché ogni anno è sede di una gara di Coppa del Mondo. Nella parte iniziale abbiamo circa 28” di falsopiano che richiedono dolcezza e sensibilità per far scorrere gli sci, poi ecco una picchiata in cui si tocca anche il 65% di pendenza, il massimo fra le piste del Circo Bianco. Dopo il primo minuto la pendenza torna a diminuire e conservare la velocità diventa fondamentale: bisogna fare bene il curvone Poump House appunto per conservare la velocità acquisita nel muro, poi ecco il Golden Eagle, il salto più impegnativo che immette in una compressione, infine l'Harrier Jump, il salto che immette sul finale. Da notare che, pur se la partenza è posta a 3483 metri d'altitudine e l'arrivo a 2730, si annuncia una temperatura sopra lo zero all'orario della gara, soprattutto nella parte finale: niente ghiaccio quindi, ma una neve da interpretare nel modo giusto.

In diretta streaming la discesa libera maschile dei Mondiali 2015 a Vail Beaver Creek. Andiamo a dare uno sguardo alle quote offerte dall'agenzia Snai sul risultato finale della gara regina della rassegna iridata, che prenderà il via alle ore 19.00 italiane. Il primo favorito è il norvegese Kjetil Jansrud, quotato a 3,00. Poi ecco il duo austriaco formato dal campione mondiale di super-G Hannes Reichelt e dal campione olimpico di discesa Matthias Mayer, quotati rispettivamente a 5,50 e 8,00. Quarto favorito il nostro Dominik Paris, quotato a 11. Poi si sale decisamente, a 18 ecco Guillermo Fayed, Steven Nyman e Max Franz, ancora più alte le quote per tutti gli altri.

Sci alpino protagonista in diretta streaming con la discesa libera maschile che sarà la gara regina dei Mondiali 2015 a Vail Beaver Creek, l'edizione numero 43 della manifestazione iridata che torna negli Usa a 16 anni di distanza dall'ultima volta. Dunque oggi, sabato 7 febbraio 2015, sarà in palio il titolo della discesa nella quale ci attendiamo grande protagonista il nostro Dominik Paris. Ecco gli appuntamenti per gli appassionati che vorranno seguire la gara in tv o via web: la partenza avrà luogo alle ore 19.00 italiane (le 11.00 locali, ci sono otto ore di fuso orario), in diretta tv su Rai Sport 2 (canale numero 58 del telecomando, disponibile anche al numero 5058 della piattaforma satellitare Sky, telecronaca di Davide Labate e commento tecnico di Paolo De Chiesa) e sul canale tematico Eurosport, disponibile sia su Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium. Se non potrete mettervi davanti a un televisore in questa serata di sabato negli orari della discesa, ci saranno anche le possibilità fornite dallo streaming video, gratuito sul sito Internet ufficiale della Rai (www.rai.tv), oppure riservato agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player ma anche Sky Go e Premium Play. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose a Vail Beaver Creek (www.fis-ski.com). Campione in carica è Aksel Lund Svindal, che nel 2013 a Schladming si impose battendo proprio il nostro Dominik Paris: attenti a lui, perché il sesto posto del super-G dimostra che l'infortunio è alle spalle e che potrà essere competitivo anche per il podio. L'altro norvegese Kjetil Jansrud ha invece clamorosamente fallito il podio e vorrà ora riscattarsi nella gara regina, dove è forte del primato nella classifica di Coppa e anche di tre vittorie, fra cui quelle qui sulla Birds of Prey e quella a Kitzbuhel - pur sulla Streif dimezzata - nell'ultima discesa disputata. Quanto a Paris e agli altri azzurri, a partire da Christof Innerhofer, dovranno innanzitutto risolvere il problema che due giorni fa hanno avuto con la neve soffice, sulla quale non sono riusciti ad esprimere le loro immense qualità. Ce lo auguriamo, perché Dominik si merita una medaglia nella stagione che lo ha consacrato ai vertici assoluti per continuità di rendimento in entrambe le gare veloci. Naturalmente poi ci sono gli austriaci, a partire dal fresco campione del Mondo di super-G Hannes Reichelt ma anche Matthias Mayer, che è rimasto giù dal podio per soli 3 centesimi e sarà affamato di riscatto. Questi sono i nomi più attesi, ma la lista dei possibili protagonisti è lunga: citiamo quanto meno i francesi Guillermo Fayed e Adrien Theaux (terzo in super-G e in netta ripresa dopo un difficile inizio di stagione), per gli svizzeri Carlo Janka e Beat Feuz (già sul podio a dicembre), per gli americani Steven Nyman mentre purtroppo Bode Miller si è fatto di nuovo male nella caduta in super-G. Una cosa è certa: sarà un grande spettacolo, da non perdere per nessun motivo... (Mauro Mantegazza)

© Riproduzione Riservata.