BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Juventus-Milan: Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 22a giornata)

Lo Juventus Stadium (Infophoto)Lo Juventus Stadium (Infophoto)

JUVENTUS – MILAN: I VOTI DEI ROSSONERI

DIEGO LOPEZ 6,5 Tiene a galla i suoi evitando con numerosi interventi la debacle.

ZACCARDO 5 Soffre Evra fin dalla prime battute sbagliando spesso i tempi di intervento.

(dal 33’ s.t. RAMI s.v.)

ALEX 6 Grosse responsabilità sulla rete di Tevez. Per il resto dà il massimo, compiendo un paio di interventi decisivi in area.

PALETTA 6 Si intromette con intelligenza nelle consuete linee di passaggio bianconere anticipando spesso gli avversari.

ANTONELLI 6,5 Punge dal primo all’ultimo minuto sulla fascia non dando un attimo di sosta a Padoin. Trova il gol con un bel colpo di testa.

POLI 6 Recupera diversi palloni riuscendo a farsi valere a centrocampo nonostante i ritmi e la qualità espressa dagli avversari.

(dal 26’ s.t. BONAVENTURA 6 Ci mette tutto l’impegno possibile.)

ESSIEN 4,5 In evidente debito di ossigeno già nel primo tempo. Sbaglia molto compiendo tanti falli. Damato lo grazia risparmiandoli il secondo cartellino giallo.

MUNTARI 5 Pasticcia molto mantenendo raramente la calma. Troppi errori palla al piede, poca incisività a centrocampo.

CERCI 5 Poteva (e doveva) essere l’arma segreta di Inzaghi, ma la sua prestazione lascia molto a desiderare. Da rivedere l’assistenza nei suoi confronti.

MENEZ 5 Tocca pochissimi palloni rimanendo a lungo confinato in avanti. Condizionato dai dolori fisici sbaglia molto.

(dal 37’ p.t. PAZZINI 5,5 Spreca la rete del pareggio grazie a un super intervento di Buffon. A un attaccante certi errori non si perdonano.)

HONDA 6 Limita al massimo la fantasia di Pirlo. Ci prova ogni tanto con qualche filtrante interessante. Più di così è difficile chiedergli.

INZAGHI 4,5 La facilità con cui l’avversario gestisce il match mette a nudo i numerosi limiti della squadra. Ripartenze interpretate male, troppe indecisioni sui calci piazzati e scarsa aggressività nei momenti decisivi del match.

 

(Francesco Davide Zaza – twitter@francescodzaza)

© Riproduzione Riservata.