BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PARMA CHIEVO RINVIATA / Per neve domani non si gioca: ecco la data del recupero

Parma Chievo: rinviata per maltempo la partita del Tardini, valida per la ventiduesima giornata del campionato di Serie A. Troppa neve nelle ultime ore, ecco la data del recupero

Foto InfophotoFoto Infophoto

, partita in programma domani alle 15.00 per la ventiduesima giornata di Serie A, non si giocherà a causa del maltempo. La partita, il cui svolgimento già ieri era in forte dubbio a causa della perturbazione nevosa delle ultime ore sull'Emilia Romagna, è stata rinviata a mercoledì 11 febbraio alle ore 18.00. La decisione è stata presa dalla Lega calcio dopo il consulto con il Gruppo Operativo Sicurezza, che ha riscontrato l'assenza delle necessarie condizioni di sicurezza.

Lo stadio Tardini ospita domani pomeriggio alle ore 15 la partita valida per la ventiduesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Il Parma aveva vinto 3-2 la gara di andata, ma adesso è una formazione totalmente diversa: Cassano e Felipe hanno rescisso, Paletta e De Ceglie sono stati venduti come Acquah e Rispoli, altri potrebbero decidere di lasciare se entro il 16 febbraio, data indicata dalla società come termine ultimo, gli stipendi non fossero stati pagati. Il Chievo quindi ha la grande opportunità di prendersi una vittoria importante per respirare in chiave salvezza; diamo allora uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Parma-Chievo.

Non è facile per Donadoni mettere in campo una formazione convincente; oltre a chi ha lasciato il gruppo ci sono sempre gli infortuni, che frenano i lungodegenti Biabiany, Massimo Coda, Ghezzal e Jorquera e impongono lo stop a Lila, Mendes e Haraslin. Anche Costa è in dubbio per un affaticamento muscolare; panchina cortissima, quantomeno è rientrato Belfodil e questo fornisce un’alternativa in più all’attacco nel quale in ogni caso dovrebbero essere confermati Palladino come punta centrale, Cristian Rodriguez e Varela come esterni di supporto. A centrocampo c’è Lodi in cabina di regia, con José Mauri (favorito su Galloppa) e Nocerino sulle mezzali con compiti di interdizione e inserimento senza palla; la difesa sarà a quattro, Cassani e Gobbi sono di fatto le uniche soluzioni a meno di utilizzare Feddal, arrivato dal Palermo. Il marocchino può tornare utile per affiancare Lucarelli qualora Costa non ce la dovesse fare. In porta ovviamente Mirante.

Tutta la rosa al completo per Maran; dovrebbe farcela anche Nicolas Frey, che ha ormai smaltito il trauma cranico e sarà in panchina. Per la fascia destra è ancora favorito Sardo, con Dainelli e Cesar per il centro e Zukanovic a sinistra; c’è anche la soluzione Gamberini terzino, così da avere una difesa più bloccata e una copertura aggiuntiva su Varela, ma è probabile che si vada con un laterale di ruolo. A centrocampo ci sono Radovanovic ed Hetemaj a presidiare la mediana, con Birsa e Izco che dovrebbero essere confermati sulle corsie; qualche possibilità eventualmente per Schelotto, mentre partiranno dalla panchina Cofie e il nuovo acquisto Christiansen. In attacco Paloschi e Pellissier che sembra favorito su Meggiorini. A disposizione ci sono tanti volti nuovi: Mattiello arrivato dalla Juventus, Fetfatzidis preso dal Genoa e Nicola Pozzi che gioca subito contro la sua ex squadra, che ha un diritto di riscatto fissato a mille euro (evidentemente una cifra puramente simbolica).