BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Lazio-Genoa (0-1): i voti della partita (Serie A, 22^ giornata)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Non può fare altro che travolgere Niang e concedere il rigore, con tanto di rosso, agli avversari. La colpa è della linea difensiva e non sua. Evitabile lo scatto di nervi successivo

In grande sofferenza nel fermare Niang, che mette in croce sia lui che Radu, a fasi alterne. E anche quando gli capita a tiro Falque il risultato non è molto migliore

Ha sulla coscienza assieme a Basta l'imbucata di Niang per l'episodio che stravolge la partita. Perotti che agisce come "falso 9" gli complica parecchio la vita

Si vede solo quando sottoscrive l'abbuffata di cartellini gialli generale. Poi match quasi anonimo e di sofferenza

Impreciso negli appoggi in uscita e non puntuale, come invece d'abitudine, nelle chiusure. Niang fa passare una brutta serata anche a lui

Non demerita fin quando resta in campo. E' il sacrificato per far spazio a Berisha dopo l'espulsione di Marchetti

Randella ai limiti del regolamentare eppure è uno dei pochi a finire la partita senza giallo. Una sua punizione in avvio, respinta da Perin dal palo, si rivela l'occasione più pericolosa per i suoi

Tanto movimento, non si ferma mai. Ne risente stavolta la lucidità ma – a maggior ragione dopo l'inferiorità numerica – è comprensibile

Pioli la pensa esattamente come noi, che a fine tempo lo avevamo indicato come peggiore dei suoi ed indiziato a lasciare spazio a Felipe Anderson. Detto-fatto

Partita di lotta e non da centravanti d'area di rigore, la sua 100a in Serie A. Gli mancano cross e palloni da "avvelenare" ma non è tra i peggiori

Nullo nel primo tempo, al livello di Candreva. Con il passare dei minuti cresce e timbra anche un palo prima di lasciare il campo nel finale

( Un paio di parate importanti, niente di trascendentale – e Falque lo grazia – ma fa il suo)

( Entra per spaccare il mondo e dà come al solito l'impressione di averne tutte le possibilità. Roncaglia però lo respinge con vigore)

()

All. PIOLI 5: Non riesce a ravvivare i suoi e riorganizzarli in maniera utile dopo l'espulsione del suo portiere. Ma il 5 è più per il nervosismo e per l'essere caduto nella "trappola" di Gasperini che altro