BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Sassuolo-Lazio (0-3): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015, 25a giornata)

Pagelle Sassuolo-Lazio 0-3, i voti della partita di Serie A valida per la venticinquesima giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Mapei Stadium: i giudizi per il Fantacalcio

Il Mapei Stadium (Infophoto) Il Mapei Stadium (Infophoto)

La Lazio travolge il Sassuolo, indebolito dalla pioggia di assenze difensive ed incapace di piazzare a tempo debito la zampata dell'1-1 pur avendone occasione, chiudendo sul 3-0 al 'Mapei Stadium'. In gol Felipe Anderson, Klose e Parolo: proprio il ritorno del brasiliano, non ancora sui livelli del pre-infortunio ma comunque in grado di fare la differenza, è la notizia più bella per Pioli. Che ora torna a far sentire il fiato sul collo al Napoli.

Lo si era capito nel primo tempo e la seconda parte di match arriva a confermare tale indicazione: la squadra di Di Francesco non può concedere tutti questi uomini – tra infortuni e squalifiche – ad un avversario come la Lazio. Tris biancoceleste pesante ma specchio fedele del match, soprattutto in virtù dell'errore di Zaza.

Salvata da Marchetti nel momento più difficile, in realtà merita abbondantemente la vittoria. Mette alle corde il Sassuolo e sfrutta al meglio le debolezze altrui, soprattutto in difesa.

Coadiuvato perfettamente dagli assistenti, indovina tutte le decisioni più difficili. Unico dubbio, l'uscita di Consigli su Keita. Anche rivedendo l'azione, permangono tante perplessità

Al termine di un primo tempo movimentato (voto 6,5) e che vive sugli strappi delle punte di Lazio e Sassuolo, il capolavoro balistico di Felipe Anderson (voto 7) sblocca la partita del 'Mapei Stadium'. Lazio avanti a pochi secondi dal duplice fischio di Russo, quindi, con merito. La squadra di Pioli (voto 6,5), in particolare nell'ultimo quarto d'ora, mette nell'angolo i neroverdi di Di Francesco (voto 6), capaci di proporsi in avanti solo con Zaza (voto 6) e – in misura minore – Berardi (voto 5,5). Tra gli ospiti bene Keita (voto 6,5), indiavolato e continuo nel riproporre accelerazioni e cross o tiri in porta privi però di grande efficacia. Tra i migliori Biglia (voto 6,5), mente e cuore del centrocampo biancoceleste. Sassuolo in difficoltà dietro a causa delle troppe assenze: il 3-4-3 scelto dal tecnico, che diventa spesso un 4-4-1-1 con movimenti a scalare all'indietro di attaccanti e centrocampisti, non contiene le avanzate delle punte e degli esterni di Pioli. Il più in difficoltà è Bianco (voto 5), che rischia anche il rigore su Keita.

Gli alibi ci sono, davvero troppe le assenze dietro. Nonostante questo i numeri dicono che l'attacco, nei match casalinghi, è tra i peggiori. E il primo tempo di oggi conferma le difficoltà a creare palle gol Lo citiamo, nonostante qualche errore in disimpegno con i piedi, per le tante parate ed uscite, qualcuna anche al limite (o forse oltre...). Spesso chiamato in causa, non può nulla sul destro di Anderson Keita è da incubo per lui, riesce raramente a fermarlo. L'assenza e la mancanza di ritmo nelle gambe – oltre alla verve dei giovani attaccanti di Pioli – lo mettono in crisi

Riesce a trovare intensità con il passare dei minuti e trova giustamente il vantaggio a coronamento di una fase favorevole di match. Recuperando appieno Felipe Anderson può tornare a mettere nel mirino il Napoli Scalza Keita dal gradino più alto al termine dei primi 45 minuti grazie al bellissimo tiro a girare che sblocca la partita. Può crescere ancora molto e deve farlo, per tornare ai livelli pre-infortunio Pioli gli chiede a gran voce più volte di impostare con più coraggio da dietro e Zaza e Berardi lo impensieriscono un paio di volte, trovando terreno parzialmente fertile. (Luca Brivio)