BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Napoli-Dinamo Mosca (risultato finale 3-1): Higuain MVP, fiducia per il ritorno (Europa League, giovedì 12 marzo 2015)

Diretta Napoli Dinamo Mosca, info streaming e tv: risultato live e cronaca della partita valida per l'andata degli ottavi di finale di Europa League 2014-2015. Si gioca giovedì 12 marzo

(dall'account facebook.com/fcdm.oficial) (dall'account facebook.com/fcdm.oficial)

Buon successo dei partenopei che andranno in Russia con due gol da difendere. L'MVP della serata è senza ombra di dubbio Gonzalo Higuain, che ha segnato in tutti i modi possibili: si testa, su rigore e di piede su azione. Di Kevin Kuranyi il gol del vantaggio-lampo per la Dinamo, poi ribaltato dalla tripletta del Pipita. L'espulsione di Zobnin nei primi secondi della ripresa ha facilitato il compito del Napoli che ha comunque meritato di vincere. La partita di ritorno è in programma giovedì prossimo (19 marzo 2015) alle ore 18:00 italiane. 

Diretta Napoli-Dinamo Mosca: la partita si avvia verso i minuti finali. Il Napoli sta provando ad attaccare ancora per incrementare il proprio vantaggio, la Dinamo resta sulla difensiva abbozzando qualche contropiede. Al 70' è entrato Marek Hamsik al posto di De Guzman, al 78' invece ammonito il ceco Hubocan tra i moscoviti.

Diretta Napoli-Dinamo Mosca: inizio di ripresa ad handicap per la squadra russa che al 46' minuto resta in dieci uomini. Espulso il centrocampista Roman Zobnin per somma d'ammonizioni, la seconda rimediata per un'entrata dura ai danni di Ghoulam. I ragazzi di Benitez impiegano poco per sfruttare la superiorità numerica: al 55' Mertens passa in area dove De Guzman devia di tacco e Gonzalo Higuain, ancora lui, schiaffa in rete con una mezza voleè di sinistro. Napoli che ora cercherà di allargare ulteriormente il divario per rendere più agevole il match di ritorno.

Diretta Napoli-Dinamo Mosca: il primo tempo della partita del San Paolo si è concluso sul risultato di 2-1 a favore dei partenopei, che hanno saputo ribaltare l'iniziale svantaggio firmato da Kuranyi con la doppietta di Higuain. Tre ammonizioni nel corso del primo tempo: a Ghoualm, Dzsudzsak e Zobnin. Al via la ripresa: il Napoli cercherà di non incassare altir gol ed incrementare il vantaggio, i russi invece dovranno provare a recuperare anche se il gol segnato in trasferta lascia già ben sperare in vista del ritorno.

Diretta Napoli-Dinamo Mosca: all'8' minuto di gioco primo cambio tra le fila dei partenopei. Deve uscire Raul Albiol che accusa un problema fisico, al suo posto dentro Kalidou Koulibaly. Il Napoli impiega qualche minuto a riprendersi ma al 25' riesce a ristabilire la parità. Ghoulam pennella il cross dalla fascia sinistra e Gonzalo Higuain insacca di testa. Poco dopo e precisamente al 31' il Napoli completa il sorpasso: calcio di rigore concesso per fallo di Valbuena ai danni di Mertens e trasformato ancora dal Pipita, che realizza così la sua doppietta. Conclusione potente e centrale dell'attaccante argentino, il portiere si tuffa e la palla gonfia la rete. Sono 22 i gol stagionali di Higuain, 5 in questa edizione di Europa League.

Diretta Napoli-Dinamo Mosca: al 2' minuto di gioco la formazione russa è passata in vantaggio grazie al gol di Kevin Kuranyi. L'attaccante tedesco colpisce di testa in rete sul calcio d'angolo battuto da Valbuena, la difesa partenopea si fa cogliere impreparata. Gelato il San Paolo, il Napoli è ora chiamato a reagire dopo aver incassato il gol a freddo.

Diretta Napoli-Dinamo Mosca: sono state comunicate le formazioni ufficiali, le squadre sono pronte a scendere in campo allo stadio San Paolo per l'andata degli ottavi di finale di Europa League. 45 Andujar; 4 Henrique, 26 Koulibaly, 5 Britos, 31 Ghoulam; 8 Jorginho, 88 Inler; 7 Callejon, 6 De Guzman, 14 Mertens; 9 Higuain In panchina: 1 Rafael Cabral, 16 Mesto, 18 Zuniga, 19 David Lopez, 17 Hamsik, 91 D.Zapata Allenatore: Rafael Benitez 30 Gabulov; 25 Kozlov, 15 Hubocan, 4 Samba, 18 Zhirkov; 14 Valbuena, 47 Zobnin, 6 Vainqueur, 7 Dzsudzsak; 22 9 Kokorin, 22 Kuranyi In panchina: 1 Shunin, 5 Douglas, 3 Buttner, 28 Rotenberg, 11 Ionov, 77 Katrich, 88 Tashaev Allenatore: Stanislav Cherchesov Arbitro: Tasos Sidiropoulos (Grecia)

Diretta Napoli-Dinamo Mosca: sarà il Napoli ad avere il comando della partita o la Dinamo Mosca riuscirà a tenere il possesso? Da vedere e capire; entrambe le squadre danno l’impressione di essere nel loro territorio naturale quando possono ripartire velocemente avendo recuperato palla. Stasera però siamo al San Paolo e la squadra che deve fare un risultato importante è il Napoli; i russi possono aspettare dietro e provare a colpire i punti deboli della difesa partenopea, non velocissima e spesso non piazzata benissimo quando gli avversari recuperano il pallone e si lanciano in attacco. Segnare un gol per la Dinamo Mosca potrebbe già essere importante, il Napoli chiamato fuori alla circolazione di palla spesso e volentieri non rende come dovrebbe, ma in casa ha già dimostrato di poter segnare tanto ed è proprio quello che Rafa Benitez si aspetta dai suoi giocatori questa sera

Entrando in questa partita le cifre delle due squadre sono piuttosto simili. Il Napoli realizza di più: con 138 tiri, di cui 63 nello specchio della porta, ha segnato 16 gol mentre la Dinamo Mosca ha concluso 110 volte con 52 tiri finiti nello specchio e 12 gol. Due formazioni anche piuttosto sfortunate: 6 conclusioni del Napoli sono terminate sui legni, 7 della Dinamo Mosca hanno avuto la stessa sorte. Sono 50 i calci d’angolo battuti dal Napoli, 40 invece quelli della formazione russa che ha una tendenza piuttosto spiccata a terminare in fuorigioco (è successo 25 volte contro le 13 del Napoli). Per quanto riguarda i cartellini, il Napoli è una delle squadre meno bersagliate dell’Europa League: appena 5 ammonizioni e nessuna espulsione, la Dinamo Mosca invece ha già subito 18 ammonizioni e un cartellino rosso, frutto di 132 falli commessi (98 invece quelli subiti). Una squadra che dunque è propensa a spezzare il gioco avversario. 

La partita degli ottavi di Europa League Napoli-Dinamo Mosca sarà diretta dall'arbitro greco Anastasios Sidiropoulos. Nato il 9 agosto 1979, è approdato nel massimo campionato greco nella stagione 2009-2010 ed è diventato quasi subito internazionale (dal 1° gennaio 2011). Ha già ampia esperienza in Europa League e quest'anno ha fatto il suo debutto anche nella fase a gironi di Champions League. A livello di Nazionali ha diretto già partite di qualificazione sia ai Mondiali 2014 sia agli Europei 2016, ma ricordiamo anche la finale degli Europei Under 17 del 2013. 

Di seguito alcune dichiarazioni dell'allenatore partenopeo Rafael Benitez, rilasciate nella conferenza stampa alla vigilia della partita e riportate dal sito ufficiale uefa.com. "Voglio concentrazione e convinzione, affrontiamo una squadra solida e di qualità, ma sono fiducioso sulla nostra forza. (…) Giocheremo contro un club importante che in rosa ha attaccanti di valore internazionale quali Mathieu Valbuena e Kevin Kuranyi ed è anche equilibrata dietro. Ma ho fiducia nella mia squadra, voglio che i ragazzi giochino con la mentalità di sempre per andare a cercare il successo". Benitez è tornato anche sull'ultima giornata di campionato in cui il Napoli ha pareggiato 2-2 contro l'Inter, sprecando il doppio vantaggio costruito nel secondo tempo: "Dopo la gara ero dispiaciuto per il risultato, ma soddisfatto per come si è espressa la squadra. Potevamo vincere e anche stravincere, conto otto occasioni nette per noi, per 70 minuti abbiamo giocato un gran calcio. L'Inter ha avuto le sue azioni nel finale ma non ha mai comandato il gioco e le statistiche parlano chiaro". Ora però si pensa solo all'Europa League e alla Dinamo Mosca. 

Si gioca questa sera allo stadio San Paolo la partita diretta dall’arbitro greco Tasos Sidiropoulos e valida per l’andata degli ottavi di finale di Europa League 2014-2015. La sfida di ritorno andrà in scena tra una settimana e dunque dovremo aspettare per conoscere il nome della squadra che accederà ai quarti; qui a Napoli però la squadra partenopea va a caccia di un risultato che metta in discesa la strada, considerando che la trasferta nella capitale russa potrebbe non essere così agevole. Anzi: il Napoli non ha ricordi splendidi di Mosca. Ci ha giocato due volte, anche se questa sarà la prima contro la Dinamo: nel 1975, primo turno di Coppa UEFA, perse 4-1 contro la Torpedo (segnò Savoldi) e al ritorno fece un inutile 1-1 (gol di Braglia) che portò all’eliminazione. Nel 1990, secondo turno di Coppa dei Campioni, un Napoli competitivo e che aveva già vinto la Coppa UEFA l’anno precedente, fece un doppio 0-0 contro lo Spartak Mosca; Maradona sbagliò un rigore e nella lotteria degli undici metri i partenopei furono eliminati. La Dinamo Mosca ha un bilancio migliore nelle partite che ha giocato in Italia; sono due anche qui, nel 1992 (secondo turno di Coppa UEFA) arrivò la vittoria di Torino con i gol di Kasumov e Simutenkov, poi qualificazione grazie allo 0-0 in casa. Nel 1996 non andò altrettanto  bene contro la Roma, che vinse 3-0 all’Olimpico e poi si impose 3-1 a Mosca (per i russi andò a segno Kobelev) nel primo turno di Coppa UEFA. Il palmarès della Dinamo parla di 11 campionati sovietici e 6 Coppe dell’URSS; dal dissolvimento della Repubblica un solo titolo, la coppa nazionale conquistata nel 1994. Più ricca la bacheca del Napoli che oltre a due scudetti mette insieme 5 Coppe Italia, 2 Supercoppe Italiane e una Coppa UEFA. Igor Shalimov è un russo che ha giocato nel Napoli: arrivò al San Paolo nel 1998-1999, dopo sette anni di Italia, e realizzò 2 gol in 19 partite di campionato. In Russia aveva giocato solo con lo Spartak (tra il 1986 e il 1991); 20 presenze con l’Unione Sovietica, 4 con la CSI e 23 con la Russia, in tutto 5 gol. Il Napoli riprova per il secondo anno consecutivo la qualificazione ai quarti di Europa League; questa volta la sua competizione è iniziata dalla fase a gironi, superata con il primo posto nonostante qualche tentennamento di troppo (vedi la netta sconfitta in Svizzera). Nei sedicesimi il Trabzonspor si è rivelato una passeggiata di salute (4-0 in Turchia e 1-0 a Napoli) e così è arrivato questo turno che un anno fa era costato caro (eliminazione per mano del Porto). Rafa Benitez in Europa è quasi una garanzia: ha vinto la Champions League con il Liverpool, la Coppa UEFA/Europa League con Valencia e Chelsea, la Supercoppa Europa con il Liverpool. A Napoli ha portato la Coppa Italia (e potrebbe arrivarne un’altra), ma in campionato e in generale le cose non vanno come sperano i tifosi, che domenica sera hanno assistito ad altri due punti persi quando il Napoli si è fatto rimontare due gol di vantaggio in casa dall’Inter, non riuscendo ad avvicinare il secondo posto della Roma. Arrivare ancora terzi potrebbe essere un problema a livello di obiettivi della società, a meno che ovviamente non arrivi un trionfo in Europa League (che, ricordiamo, porterebbe in Champions secondo le nuove regole). La Dinamo Mosca è certamente la grande sensazione di questa stagione di Europa League; in campionato è terza a -9 dalla vetta, ma fuori dai confini nazionali ha solo vinto o quasi. Superato il girone con 18 punti, 9 gol realizzati e 3 subiti, nei sedicesimi la squadra allenata da Stanislav Cherchesov (ex portiere, anche nazionale) ha eliminato l’Anderlecht (che arrivava dalla Champions League) pareggiando 0-0 in Belgio e poi vincendo 3-1 all’Arena Khimki. Da tenere d’occhio in particolare quattro giocatori: l’ex Stoccarda e Schalke 04 Kevin Kuranyi, 8 gol in campionato e 2 in Europa League; il giovane Aleksandr Kokorin, lanciato in nazionale da Capello (7 gol in campionato); l’esterno offensivo Aleksey Ionov, con il vizio del gol; e l’ungherese Balazs Dzsudzsak, che ha avuto tanto mercato quando giocava nel PSV Eindhoven e ha già realizzato 9 assist nelle 28 partite giocate in stagione. In più Mathieu Valbuena, che ha tanta esperienza internazionale per i trascorsi con l'Olympique Marsiglia e la nazionale francese. Il pronostico ci dice comunque che il Napoli è favorito, perchè ha una rosa più profonda e un allenatore che sa cosa significhi giocare a questi livelli; tuttavia è meglio non dare per scontata la qualificazione e giocarsela fino in fondo, a cominciare dalla partita del San Paolo che può già indirizzare il computo complessivo dei 180 minuti. Non ci resta allora che metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere come andrà a finire questa partita: la diretta di Napoli-Dinamo Mosca, valida per l’andata degli ottavi di finale di Europa League 2014-2015, sta per cominciare…

La diretta tv di Napoli-Dinamo Mosca sarà trasmessa dai canali del digitale terrestre; in particolare dovete andare su Premium Calcio 1 (numero 371) e Premium Calcio HD 2 (numero 381) che potete attivare anche in diretta streaming con l’applicazione Premium Play, che è gratuita per tutti gli abbonati. Altre informazioni sulla partita arriveranno attraverso il sito ufficiale www.uefa.com/uefaeuropaleague; e sulle pagine dei social network, in particolare Facebook e Twitter, che trovate agli indirizzi facebook.com/uefaeuropaleague e @EuropaLeague. Anche le due squadre in campo hanno i loro account: per il Napoli ci sono facebook.com/SSCNapoli e @sscnapoli, per la Dinamo Mosca abbiamo invece facebook.com/fcdm.official e @FCDM_official.