BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Tirreno-Adriatico 2015/ Vincitore terza tappa: Van Avermaet, doppio colpo su Sagan. Risultati e classifica (Cascina-Arezzo, oggi venerdì 13 marzo)

Tirreno-Adriatico terza tappa Cascina-Arezzo: risultati e classifica. Il vincitore Greg Van Avermaet indossa anche la maglia di leader, doppio secondo posto per Peter Sagan (oggi 13 marzo)

Peter Sagan è tra i più attesi oggi (Infophoto)Peter Sagan è tra i più attesi oggi (Infophoto)

Il belga Greg Van Avermaet ha vinto la terza tappa Cascina-Arezzo della Tirreno-Adriatico 2015. Per il corridore della Bmc tappa e maglia, perché i 10" di abbuono gli consentono anche di balzare al comando della classifica generale. Finalmente una grande gioia per Van Avermaet, di solito abbonato ai piazzamenti ma raramente vincente: stavolta invece ha fatto tutto bene, una volata perfetta ai danni di Peter Sagan, autore di un gran recupero negli ultimi metri ma partito da troppo lontano per scavalcare Van Avermaet. Secondo posto di tappa e secondo posto nella classifica generale a 2" da Van Avermaet: sempre ai vertici, ma continua a mancare qualcosa allo slovacco che sembra non sapere più vincere. Un finale davvero splendido ad Arezzo, che ha visto grandi protagonisti tutti i big delle corse di un giorno presenti alla Corsa dei Due Mari: oltre a Van Avermaet e Sagan, il ceco Zdenek Stybar che ha chiuso al terzo posto e poi Filippo Pozzato, quarto e migliore degli italiani, e anche Fabian Cancellara quinto. Domani la quarta tappa Indicatore-Castelraimondo, lunga ben 226 km.

La terza tappa Cascina-Arezzo è a meno di 30 km dall'arrivo: ancora davanti la fuga dei cinque coraggiosi attaccanti, ma ormai il loro vantaggio è inferiore al minuto sul gruppo, dunque la loro sorte è già segnata. Pochissimi minuti fa foratura per Vincenzo Nibali, ora costretto ad inseguire per rientrare nel gruppo a giocarsi il gran finale sull'impegnativo arrivo toscano ma evitando di sprecare troppe energie.

La terza tappa Cascina-Arezzo è ormai entrata decisamente nel vivo. Siamo infatti ormai nel circuito finale di Arezzo: già passato anche il secondo sprint intermedio di Indicatore, anch'esso vinto da Nicola Boem, sempre protagonista fra i fuggitivi, il cui vantaggio però adesso è di poco più di tre minuti. Il loro tentativo sembra destinato ad esaurirsi, nel finale vorranno darsi battaglia i big, ingolositi da un ultimo km che sarà tutto in salita.

La terza tappa Cascina-Arezzo è sempre caratterizzata dalla fuga di cinque uomini. In particolare evidenza Danilo Wyss, che ha fatto incetta di punti ai Gpm ed è il leader della speciale classifica, e Nicola Boem che è passato per primo allo sprint intermedio di Castelfranco di Sopra, tuttavia bisogna dire che il vantaggio tende costantemente a scendere: ormai siamo sotto ai cinque minuti.

La terza tappa Cascina-Arezzo continua a vedere al comando una fuga di cinque uomini: Nicola Boem (Bardiani-CSF), Danilo Wyss (BMC), Carlos Quintero (Colombia), Chad Haga (Giant-Alpecin) e Rick Flens (Lotto NL-Jumbo). Il loro vantaggio però inizia a calare: attualmente è di circa 8'30", perché il gruppo sta viaggiando a buon ritmo sotto l'impulso della Tinkoff-Saxo che sta lavorando naturalmente per Peter Sagan, che ha il doppio obiettivo di vincere la tappa e di indossare la maglia di leader della classifica generale.

La terza tappa Cascina-Arezzo è iniziata ed è già in atto una fuga di cinque uomini: l'unico italiano è Nicola Boem (Bardiani-CSF), poi Danilo Wyss (BMC), Carlos Quintero (Colombia), Chad Haga (Giant-Alpecin) e Rick Flens (Lotto NL-Jumbo). Vantaggio subito molto grande: il gruppo infatti lascia fare e gli attaccanti ne hanno approfittato per accumulare oltre 11 minuti di vantaggio, anche se è ancora troppo presto per dire se avranno davvero speranze di giungere al traguardo. Non partito Matteo Pelucchi, ci sono invece tutti i reduci della caduta di ieri, compreso Elia Viviani.

In attesa di vivere la terza tappa Cascina-Arezzo, è doveroso tornare sulla caduta che purtroppo ha turbato il finale della frazione di ieri: un guaio meccanico alla bici di Mark Cavendish (bravo a rimanere in piedi) innesca un capitombolo del quale fa le spese soprattutto Elia Viviani, finito rovinosamente a terra: "E' andata bene. Ho temuto di essermi rotto il bacino. Quando sono caduto ho sentito una grande botta. Incerottato, ma riparto". Viviani ha voluto anche assolvere Cav: "Su Twitter lo stanno massacrando ma non è giusto. Non ha colpe". Da parte sua l'inglese ha detto: "Mi dispiace per Viviani". La notizia migliore è comunque che una caduta così rovinosa alla velocità di uno sprint non abbia fatto grossi danni: oltre a Viviani sono rimasti coinvolti solo il tedesco Niklas Arndt e Sacha Modolo, anche loro senza gravi conseguenze.

Oggi, venerdì 13 marzo 2015, ecco la terza tappa Cascina-Arezzo (203 km) della Tirreno-Adriatico, edizione numero 50 della Corsa dei Due Mari che dopo le prime due fatiche vede al comando della classifica generale il parmense Adriano Malori, mentre ieri ha vinto il belga Jens Debusschere (clicca qui per sapere di più). Oggi si annuncia una giornata molto interessante, dal momento che il percorso sarà molto movimentato. La partenza avrà luogo alle ore 11.15 da Cascina. Dopo circa 45 km pianeggianti, si comincerà a fare sul serio con il Gpm di San Martino (km 54,2), seguito a breve distanza dal secondo Gpm di Poggio alla Croce (km 82,5). In seguito una piccola salitella ci porterà a Castelfranco di Sopra (km 100), dove sarà posto il primo dei due sprint intermedi con abbuoni. Il secondo sarà invece posto ad Indicatore al km 137,4: saremo ormai arrivati ad Arezzo e ci appresteremo a vivere le emozioni del circuito finale, che sarà da ripetere cinque volte e sarà caratterizzato dall'ultimo chilometro decisamente impegnativo: pendenza media del 5%, con punte di pendenza massima all'11% e anche alcuni tratti in pavè. Ci attende dunque un finale davvero molto interessante, che garantirà emozioni e quasi certamente novità in classifica, magari grazie a Peter Sagan che in classifica ha già lo stesso tempo di Malori, ma potrebbero muoversi anche i big, in particolare Joaquin Rodriguez che è uno specialista degli strappi. L'arrivo è previsto attorno alle ore 16.15. Ampia copertura per la corsa: infatti potrete seguire la Tirreno-Adriatico in diretta tv su Rai Sport 1 (canale 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e Rai Tre: sul canale tematico collegamento fin dalle ore 14.40, poi alle ore 15.15 si passerà sul canale generalista per seguire la fase finale e subito dopo l'arrivo si tornerà su Rai Sport 2 per le interviste e le premiazioni, fino alle ore 16.30. Telecronaca di Francesco Pancani, commento tecnico di Silvio Martinello. Non solo: dalle ore 14.30 ci sarà anche la diretta su Eurosport, il canale tematico che è visibile sia su Sky sia su Mediaset Premium. Questo significa pure che saranno numerose le possibilità di seguire la tappa odierna in diretta streaming video: per tutti ecco lo streaming gratuito della Rai sul sito www.rai.tv, altrimenti per gli abbonati ecco le possibilità fornite da Eurosport Player,Sky Go e Premium Play. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali della Corsa dei Due Marisui social network: la pagina Facebook Tirreno Adriatico e l'account Twitter @TirrenAdriatico. (Mauro Mantegazza)

© Riproduzione Riservata.