BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Palermo-Juventus: Fantacalcio, i voti della partita (Serie A, 27ma giornata)

Pagelle Palermo-Juventus: i voti della partita di Serie A, anticipo della ventisettesima giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Barbera: tutti i giudizi per il Fantacalcio

Massimiliano Allegri (Infophoto) Massimiliano Allegri (Infophoto)

Vittoria con il minimo sforzo per la Juventus, che si impone per 1-0 sul Palermo al “Renzo Barbera”, grazie allo splendido gol segnato al 70° minuto da Morata, subentrato 10 minuti prima a uno spento Llorente. Grazie a questo successo la Juve si porta momentaneamente a +14 sulla Roma di Garcia, impegnata nel posticipo di lunedì sera in casa contro la Sampdoria.

E’ stata una partita al di sotto delle aspettative viste le poche occasioni nitide create dalle due squadre. E’ stata una partita bloccata per lunghi tratti, complici le ottime prove dei reparti arretrati.

Tiene testa a una grande squadra giocando a viso scoperto e facendo complessivamente una buona gara. Stasera è mancata la prodezza di un singolo per indirizzare il match a proprio favore

Ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo in un campo ostico come quello di Palermo. Si è vista in campo una Juve tonica e combattiva, più in forma rispetto alle discrete ultime uscite, che fa ben sperare ai tifosi bianconeri in vista dell’incontro di mercoledì sera contro il Borussia in Champions League

Mantiene l’ordine in campo e dirige una gara con poche sbavature.

Palermo-Juventus conclude il suo primo tempo (voto 5) sul parziale di 0-0. La capolista Juventus arriva a questa partita con un forte vantaggio sulla Roma in classifica. Sono infatti ben 11 le lunghezze che separano le due squadre in favore dei bianconeri. Allegri (voto 6) applica un leggero turn over per questa partita, in vista del match di mercoledì sera contro il Borussia Dortmund. L’allenatore toscano schiera a sorpresa i bianconeri con il 3-5-2. In porta c’è capitan Buffon (sv). Difesa a tre (voto 5,5) composta da Chiellini, Bonucci e da Barzagli, al suo esordio stagionale da titolare in questo campionato. A centrocampo in cabina di regia gioca Marchisio, pronto ad innescare Pereyra e Sturaro. Debutto assoluto per il giovane sanremese in maglia bianconera (voto 6). Sulla fascia sinistra si registra il ritorno di De Ceglie, mentre a destra viene confermato “Forrest Gump” Lichtsteiner. In attacco spazio alla coppia gol formata da Tevez e Llorente. Non convocati per la Vecchia Signora Pogba, squlificato, oltre agli infortunati: Caceres, Romulo, Asamoah, Pirlo e Coman. Il Palermo affronta i bianconeri dopo una leggera flessione in campionato. La squadra di Iachini (voto 6,5) ha pareggiato le ultime due partite e non vince da tre. Il tecnico dei rosanero conferma il solito 3-5-2 per questo match. La porta è difesa da Sorrentino. I centrali di difesa sono Vitiello, Terzi e Andelkovic. A centrocampo il grande ex della partita, Enzo Maresca, affianca Barreto e Rigoni, con Rispoli e Daprela schierati come centrocampisti laterali. In avanti spazio alla coppia delle meraviglie formata dal “Mudo” Vazquez e da Paulo Dybala. Arbitra il sig. Guida (voto 5,5). Primo tempo dunuqe che si conlude a reti inviolate al Renzo Barbera. E’ una partita piacevole, nonostante lo scarso numero di occasioni per le due squadre, con la Juventus che ha fatto meglio, ma senza prevalere sugli avversari. Il primo tiro del match si registra dopo 12 minuti dal fischio d’inizio, con Lichtsteiner che prova a segnare con una conlusione da fuori area, ma manca di poco lo specchio della porta rosanero. Dopo 5 minuti Tevez prova a sorprendere Sorrentino da 30 metri con una conclusione ad effetto, ma Sorrentino se la cava senza riuscire però a bloccare il pallone. E’ ancora la Juve a cercare il vantaggio al 24° minuto con l’esordiente in maglia bianconera, Sturaro. Il giovane sanremese riceve in area da Tevez e ci prova da posizione defilata, ma calcia male e trova soltanto l’esterno della rete. Il Palermo si rende pericoloso con i gioielli Dybala e Vazquez, ma non riesce mai a impegnare seriamente Buffon. Nel finale Tevez prova ancora a colpire da fuori area, ma questa volta non trova la porta difesa da Sorrentino. Vedremo se nella ripresa le due squadre riusciranno a mostrare qualcosa di più in zona gol o se la gara del “Renzo Barbera” sarà decisa da un singolo episodio (Paolo Zaza).