BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CASO NEYMAR/ Barcellona news, acquisto illegale del brasiliano: chiesta l'esclusione dalla Liga

Caso Neymar: il Barcellona rischia una clamorosa esclusione dal campionato di Primera Division per l'acquisto illegale di Neymar. Bartomeu e Rosell possono anche finire in carcere

Foto Infophoto Foto Infophoto

Il Barcellona escluso dalla Liga? Clamoroso. Ma, stando alle richieste del procuratore José Perals, possibile. E’ lo strascico del caso Neymar; o meglio, il processo che sta per iniziare e che vedrà sul banco degli imputati l’attuale presidente del Barcellona, Josep Maria Bartomeu, e il suo precedessore Sandro Rosell. Lo riporta Mundo Deportivo: i due dirigenti sarebbero sospettati di aver frodato il fisco spagnolo per almeno 12 milioni di euro; di aver inscenato contratti con società di comodo così da garantirsi l’ingaggio di Neymar, oltre a non pagare le tasse dovute sull’acquisto del calciatore brasiliano, arrivato dal Santos nell’estate 2013. Non solo Bartomeu e Rosell rischiano diversi anni di carcere (la legge parla di un minimo di due e un massimo di sei), ma addirittura il procuratore sarebbe pronto a chiedere che il Barcellona venga escluso dal campionato di Primera Division, per una o forse anche due stagioni. Con un paradosso, dice Mundo Deportivo: potrebbe comunque giocare la Champions League. Insomma: non è un periodo fortunato per la squadra blaugrana, che ha già subito il blocco del calciomercato in entrata per le operazioni illegali su calciatori minori. Ora resta da capire questo: la possibile esclusione dalla Liga è un bluff o qualcosa di serio? Dipende; in questi casi, se davvero l’acquisto di Neymar fosse dichiarato illegale, la giustizia sportiva potrebbe prevedere la cancellazione di tutti i punti ottenuti con il brasiliano in campo. Basta fare i calcoli: dei 65 punti raccolti dal Barcellona in questo campionato, soltanto 10 sono arrivati senza Neymar (che peraltro nel 5-0 al Cordoba c’era, ma è rimasto in panchina). Anche così, volendo ammettere di non utilizzare Neymar da qui alla fine del campionato (se davvero la "minaccia" è seria, meglio sarebbe non schierare più il giocatore onde peggiorare la situazione), il Barcellona sarebbe in grado di fare almeno 28 punti (se non di più) nelle 11 giornate rimanenti e salvarsi sul campo (dovrebbero essere più che sufficienti); ma bisogna stabilire se la retrocessione eventuale avvenga in questo modo, cioè togliendo i punti, oppure in maniera automatica. Di sicuro in Catalogna stanno trattenendo il fiato.

(Claudio Franceschini)

© Riproduzione Riservata.