BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Empoli-Sassuolo (3-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 28a giornata)

Maurizio Sarri, allenatore dell'Empoli (Infophoto) Maurizio Sarri, allenatore dell'Empoli (Infophoto)


Sepe 6.5: compie una grande parata su un colpo di testa all'indietro di Croce e poi si ripete nella ripresa su Zaza. Non può nulla però quando Rugani gli devia dentro un pallone che arrivava dalla destra;
Hysaj 5.5: soffre Berardi, costretto sempre a stare basso;
Rugani 6: unico neo un autogol che poteva costare caro, non la fa vedere mai però a Zaza e compagni;
Barba 6.5: sfiora nel primo tempo la rete di testa sugli sviluppi di un angolo, si fa vedere sempre e marca con grande fisicità Zaza;
Mario Rui 6: parte in sofferenza nel primo tempo, poi cresce e gioca una buona gara;
Vecino 6.5: corre molto e si rende utile alla squadra anche con una discreta dose di qualità;
Valdifiori 7: esaltato dalla convocazione in nazionale gioca con la solita personalità e guida bene il centrocampo;
Croce 7: gioca una grande ripresa, azzeccando tutte le mosse come in una partita a scacchi contro il centrocampo avversario. Delizioso il pallone dentro per Saponara che vale il 3-1; (83' Signorelli sv)
Saponara 8: primo tempo anonimo, inizio della ripresa trascinante. Segna dopo un minuto con un tiro da fuori violento e preciso, serve l'assist per il raddoppio di Mchedlidze con i tempi giusti e poi segna ancora con un sinistro violento appena dentro l'area. Esce a venti dalla fine sotto gli applausi; (70' Zielinski sv)
Pucciarelli 6: si muove bene con qualità e ci prova diverse volte da fuori senza però riuscire a centrare mai la porta;
Maccarone 5: nonostante la grande voglia messa in campo combina poco. Si muove, ma non è mai pericoloso. Esce a inizio della ripresa; (58' Mchedlidze 6.5): dieci secondi dopo essere entrato in campo segna il gol del 2-1 che riporta in vantaggio i suoi, poi esulta come a togliersi la sfortuna di dosso;

All. Sarri 7: gestione del match molto sapiente, intelligenza nelle scelte e grande intensità quando la manovra lo richiede. Bene.