BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Serie A / Diretta gol livescore e classifica aggiornata: finali! (28^ giornata, oggi 22 marzo 2015)

Risultati Serie A livescore in diretta delle partite in programma oggi per la ventottesima giornata del campionato e classifica aggiornata. Sei match serali (oggi domenica 22 marzo 2015)

Mauro Icardi: il grande ex torna a Marassi (Infophoto) Mauro Icardi: il grande ex torna a Marassi (Infophoto)

Risultati finali per questa 28ma giornata di Serie A con diversi risultati a sorpresa. Anzitutto - ma è il meno sorprendente - la Roma torna alla vittoria esterna, 1-0 sul Cesena con gol di De Rossi e scaccia la Lazio dal secondo posto in classifica, che aveva agguantato per un momento nel corso del primo tempo. Una corsa serratissima con la Lazio che attraversa un momento di forma strepitoso. Non altrettanto il Napoli, che pareggia per il rotto della cuffia, in casa, contro un'Atalanta in dieci (e che passa in vantaggio in inferiorità numerica). Bella prestazione della Sampdoria che batte l'Inter (evanescente ancora una volta). La lotta per la Champions League è serratissima e la Fiorentina non riesce a piegare al Friuli l'Udinese, ma visto come si è messa la partita possiamo parlare di un punto guadagnato. E ora cosa succederà? 

Gol di Pinilla che sblocca il risultato in Napoli-Atalanta, nonostante gli orobici abbiano un uomo in meno. L'azione ha mandato su tutte le furie Benitez che reclamava un fallo su Henrique. Per l'arbitro tutto regolare e in questo momento lombardi che stanno realizzando una vera e propria impresa.

Risultato che cambia in Sampdoria Inter grazie al gol di Eder che festeggia la convocazione in nazionale nel modo più bello sfruttando una indecisione del portiere dell'Inter Handanovic. Intanto a Udine i bianconeri si sono riportati sul risultato di parità contro la Fiorentina e anzi rischiano ogni volta che puntano la porta di passare in vantaggio 

Incredibile al Friuli, doppietta di Gomez in due minuti e risultato che si ribalta completamente. Sempre sull'asse Ilicic-Gomez, ma la prima volta con un po' di fortuna, la seconda con grandissima classe e abilità, arrivano i due gol che spostano il segno in schedina da 1 a 2 

Ruggito di De Rossi che cambia il risultato in Cesena Roma grazie all'assist di un positivissimo Uchan. La Lazio risponde con una splendida punizione di Candreva e consolida il vantaggio portando il risultato sul 2-0. Sugli altri campi risultati invariati, come anche la classifica per quanto concerte il secondo posto con il controsorpasso dei giallorossi sui biancocelesti 

Si sbloccano i risultati di altre due partite, la prima è Udinese Fiorentina con il gol del maliano Wague che dopo aver ottenuto la fiducia di Stramaccioni lo ripaga con prestazioni davveor sontuose e ora anche con il gol. Pochi minuti dopo anche il Torino passa a Parma: è Maxi Lopez a cambiare il risultato dopo una bellissima intuizione di Quagliarella. Equilibrio sugli altri campi, ma al momento la Roma è superata al secondo posto in classifica dalla Lazio di Pioli 

Si parte e risultato che cambia subito a Roma dove la Lazio sblocca la partita al 4' con una prodezza di Felipe Anderson portandosi in vantaggio sul Verona. Ferme sullo 0-0 tutte le altre partite

Juventus-Genoa è terminata con il risultato finale di 1-0. Nonostante le buona volontà e lo spirto guerrier della formazione ligure i tre punti sono andati alla capolista, cui è bastato il gol realizzato nel primo tempo da Carlos Tevez. L'argentino fa esultare ancora una volta i tifosi bianconeri, meno i suoi allenatori al fantacalcio: nel secondo tempo il portiere di riserva del Genoa Eugenio Lamanna, subentrato a Perin (problema alla spalla destra), gli ha parato un rigore. Poco male per la Juventus che incamera altri tre punti salendo a 67 (+17 sulla Roma in attesa di questa sera); il Genoa invece resta a quota 37 ma con ancora una partita da recuperare (quella in casa contro il Parma). La 28^giornata del campionato di Serie A tornerà protagonista questa sera con le sei partite delle ore 20:45: Cesena-Roma, Lazio-Verona, Napoli-Atalanta, Parma-Torino, Sampdoria-Inter, Udinese-Fiorentina. 

Ancora una volta Eugenio Lamanna diventa grande protagonista. Il secondo portiere del Genoa entra in campo a inizio ripresa per sostituire l'infortunato Perin; e come era successo contro la Roma (allora Perin era stato espulso) para un rigore. Questa volta contro la Juventus, e al capocannoniere della Serie A Carlos Tevez: rigore fischiato dall'arbitro per un fallo di Roncaglia su Pereyra, che sembra cercare il contatto. Tevez non angola la conclusione, Lamanna indovina l'angolo e respinge; bravo anche De Maio che schizza sul pallone per primo e allontana. Partita ancora del tutto aperta dunque, con il Genoa che adesso può trarre fiducia da questo episodio.

E' un Tevez in grande spolvero quello delle ultime settimane, protagonista assoluto della Juventus di Allegri. Anche oggi al 25'minuto del primo tempo sblocca il risultato di Juventus Genoa grazie ad una progressione personale. Buona la prestazione dei bianconeri che stanno dimostrando tutto il loro valore. 

Empoli-Sassuolo 3-1, clamoroso quello che succede al Castellani. Il Sassuolo trova il pareggio al 50' quando Daniele Rugani devia malissimo un cross di Domenico Berardi dalla destra; al 59' Sarri effettua il primo cambio della partita togliendo uno spento Maccarone e inserendo Levan Mchelidze. Il georgiano entra in campo e corre verso l'area: arriva subito un pallone dalla destra con Saponara che sfugge alla difesa e mette in mezzo, Mchelidze è lì e con il piatto spinge in porta. Passa un minuto: al 60' Riccardo Saponara riceve un passaggio di Croce che senza guardare lo serve in verticale, il numero 5 si coordina e calcia in porta trovando la rete del 3-1.

L'Empoli sblocca la partita al 46' minuto, dopo appena 30 secondi dall'inizio del secondo tempo. Il gol porta la firma di Riccardo Saponara, al primo gol su azione in Serie A: azione personale del trequartista che porta palla fino al limite dell'area e poi calcia con il sinistro, traiettoria bassa ad incrociare che passa sotto le gambe di un difensore e si infila alla sinistra di Consigli, che era stato bravissimo nel primo tempo in almeno due occasioni ma questa volta non può nulla per evitare la rete. 

Prende il via la domenica del massimo campionato italiano. Dopo i due anticipi del sabato ecco la partita dell'ora di pranzo, Empoli-Sassuolo, delicato incrocio per la salvezza tra due squadre che comunque potrebbero aver già archiviato il discorso della permanenza in Serie A. Ricordiamo che alle ore 15 ci sarà soltanto una partita: Juventus-Genoa. Il resto della 28^ giornata del campionato di Serie A 2014-2015 andrà in scena alle ore 20:45, quando avremo ben sei partite da seguire. Intanto però concentriamoci sulla prima, e allora passiamo subito la parola allo stadio Castellani per questa interessante Empoli-Sassuolo. 

Il massimo campionato italiano di calcio oggi, domenica 22 marzo 2015, vedrà svolgersi la sua ventottesima giornata, nona del girone di ritorno. Ancora una volta il programma sarà decisamente anomalo. Tutto normale ieri, con i classici due anticipi del sabato che sono stati Chievo-Palermo (risultato finale 1-0) e Milan-Cagliari (risultato finale 3-1), oggi si comincia alle ore 12.30 con Empoli-Sassuolo ma poi alle ore 15.00 ci sarà solo Juventus-Genoa e alle ore 20.45 ben sei partite: Cesena-Roma, Lazio-Verona, Napoli-Atalanta, Parma-Torino, Sampdoria-Inter e Udinese-Fiorentina. Tra i posticipi dettati dall'Europa League e quello della Lazio perché ieri all'Olimpico si è giocato il Sei Nazioni, sarà una giornata in gran parte serale – non si può giocare domani perché inizia la sosta per le Nazionali. Un breve focus su ciascuna sfida di oggi: a Empoli sfida fra due squadre che hanno stupito tutti e che dovrebbero ormai essere tranquille per la salvezza, potrebbe esserci spettacolo; allo Juventus Stadium i bianconeri, lanciati verso lo scudetto e i quarti di Champions League, non dovranno sottovalutare l'ostacolo Grifone, che già vinse all'andata; a Cesena è quasi un testa coda, ma attenzione perché da qualche giornata a questa parte la squadra romagnola ha fatto più punti della Roma; la Lazio invece vola come l'aquila Olimpia e vuole continuare a farlo, ma dovrà stare attento ad un Verona in forma e con lo scatenato Toni; a Napoli gli azzurri vogliono tornare a vincere appunto per riprendersi il terzo posto, ma di ritorno da Mosca dovranno stare attenti alla fame dell'Atalanta che deve pensare a salvarsi; Torino di scena a Parma, luogo purtroppo di una vicenda molto triste della quale i granata cercheranno di approfittare (sportivamente parlando) per portare a casa i tre punti; a Marassi sfida davvero interessante fra una Sampdoria lanciatissima e l'Inter che invece deve rilanciarsi, oltre che fra gli amici e doppi ex Sinisa Mihajlovic e Roberto Mancini; infine a Udine i viola cercano una vittoria nella lunga volata per un posto in Champions League, magari addirittura il secondo