BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Liga/ Gol e classifica aggiornata: il Barcellona vince il Clasico (Spagna, 28^ giornata)

Risultati Liga, 28^ giornata: classifica e marcatori: il Barcellona batte il Real Madrid nel Clasico e si porta a +4, ma non riesce a girare il doppio confronto. Bene Valencia e Atletico

Leo Messi, 27 anni, e Luis Suarez, 28 (Infophoto) Leo Messi, 27 anni, e Luis Suarez, 28 (Infophoto)

21 reti nella 28° giornata della Liga spagnola, che vedeva gli occhi di tutti puntati sul "Clasico"; ma anche altri risultati interessanti per una classifica che comincia a formarsi. Ebbene, il Barca ha vinto per 2 a 1 grazie a un gran goal di Luis Suarez e ora è a +4 sui Blancos, mentre i punti di vantaggio su Valencia e Atletico Madrid, anch'esse vittoriose, rimangono 8 e 9. La Liga non è certo chiusa, ma con questa vittoria la squadra di Luis Enrique, salita ora a 68 punti, diventa la favorita per il titolo. Tra le altre partite c'è da segnalare come il Siviglia abbia vinto ancora contro il Villarreal dopo averlo eliminato dall'Europa League e conservi così qualche speranza di agganciare la squadra di Simeone, attualmente quarta. Nelle parti basse della classifica c'è da segnalare come nessuna squadra abbia vinto. La nostra analisi comincia dal "big-match" tra Barcellona e Real Madrid. I blaugrana hanno nel complesso meritato la vittoria in un match che è stato meno spettacolare di altre volte ma comunque molto intenso e combattuto. Il Barça dopo aver rischiato di andare sotto per un siluro di Benzema ha trovato il goal al 14° grazie a Mathieu, che su cross di Messi ha insaccato, trovando il primo goal in Liga con la maglia del Barca nell'occasione più importante. La tensione in campo è salita e dopo il fallito raddoppio da parte di Neymar è arrivato l'1 a 1 del Real. L'azione si è concretizzata sull'asse Modric-Benzema: il francese di tacco ha servito Cristiano Ronaldo, che in scivolata ha impattato il pallone e trovato il pari. Il Real ha preso fiducia e ha rischiato due volte di andare in vantaggio, vedendosi anche un goal di Bale annullato per un fuorigioco che è apparso dubbio. Nella ripresa, all'11° è salito in cattedra Suarez, che stoppato un cross di Dani Alves con una magia ha infilato Casillas con un diagonale incredibile. Il Real ha provato a reagire ma ha rischiato in più occasioni di subire il 3° goal. Al fischio finale il Barca si è ritrovato a 68 punti e con una seria ipoteca sul titolo, mentre per Ancelotti si prospettano tempi duri. Dietro il Valencia ha centrato la seconda vittoria di fila, la sesta nelle ultime sette partite, confermandosi terza forza del torneo. Impressionante la forza mostrata dai "Pipistrelli", che hanno rifilato 4 reti a domicilio all'Elche. Dopo la rete di Gomes al 44° sono arrivati i centri di Alcacer, l'autorete di Roco e il goal di Otamendi, rispettivamente al 57°, 71° e 92°. L'Elche, rimasto fermo a 27 punti vede avvicinarsi il Depor e il Granada, e andare a +1 l'Eibar. La salvezza rimane ovviamente alla portata, ma i 4 punti sul Granada, che è terzultimo, non sono un margine che può lasciare tranquilli. Rimanendo nelle primissime posizioni va segnalato il ritorno alla vittoria dell'Atletico Madrid di Simeone, che dopo 3 pari di fila ha dato seguito alla qualificazione ai quarti di Champions infliggendo un secco 2 a 0 in casa al Getafe, che si conferma squadra discontinua e che ora ha 6 punti di margine sulla terzultima. A segno per l'Atletico sono andati Fernando Torres (al primo goal in Liga da quando è tornato nella squadra che lo ha lanciato) e Tiago, rispettivamente al 3° e al 44° del primo tempo. Tra le altre squadre che lottano per un posto al sole nelle coppe europee del prossimo anno, il Villarreal ha perso lo scontro diretto con il Siviglia e dovrà quindi probabilmente accontentarsi di lottare per l'Europa League, anche se la sconfitta, arrivata per le reti di Coke al 49° e di Vitolo al 65° e che ha fatto si che il Siviglia si trovi ora a 55 punti (a -4 dall'Atletico Madrid e dall'ultimo posto utile per la Champions) e il Villarreal sia rimasto fermo a 49, non ha avuto conseguenze negative, visto che il Malaga ha pensato bene di andare a perdere sul campo del Rayo Vallecano, rimanendo così a 44 punti e a meno 5 dal Sottomarino Giallo. Per il Rayo Vallecano, che non pareggia dalla seconda di campionato e che alterna vittorie a sconfitte, la classifica è ora tranquilla, perchè sono 12 i punti di vantaggio sulla terzultima. A dare i 3 punti che hanno portato la terza squadra di Madrid a quota 35 in campionato è stata una rete di Kakuta al 22°. Da segnalare come il Malaga sia rimasto in 10 dal 75° a causa del doppio giallo a Angeleri. Ormai praticamente salva è anche la Real Sociedad, che è arrivata a 36 punti grazie alla vittoria (la terza consecutiva) ai danni del Cordoba, sempre più ultimo e in dieci dal 6°del primo tempo. Sei minuti dopo il Cordoba era comunque andato avanti con Andone, ma la gioia era durata lo spazio di 20 minuti, il tempo che ci è voluto a Agirretxe per riportare la Sociedad sul pari. La vittoria è maturata negli ultimi 15' di partita, grazie alle reti di Castro al 75° e di Finnbogason in pieno recupero, anche se il tutto è stato agevolato da un Cordoba rimasto addirittura in 9. Tra le ultime 4 solo il Granada ha fatto punti, pareggiando in casa con l'Eibar e arrivando a -2 dal Levante, quartultimo e sconfitto dopo due vittorie di fila dal Celta Vigo in casa. Il Vigo ha trovato la rete del +10 proprio sul Granada a 4'dalla fine con Charles. L'Almeria, che non vince da 6 turni ed è sempre più penultimo con 22 punti, ha perso in casa del Bilbao, che dopo 26'era già avanti 2 a 0 grazie a Exteita e Rico. Per i baschi è la 5° vittoria di fila ma l'Europa resta lontana, visto che il Villarreal che occupa l'ultimo posto utile per l'Europa League è distante 10 punti. Infine, il Deportivo La Coruna ha pareggiato in casa con l'Espanyol ed è salito a 26 punti, rimanendo quindi con un poco rassicurante +3 sul Levante. I catalani invece navigano a in acque tranquille, a +11 dal terzultimo posto.