BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Ligue 1/ Gol e classifica aggiornata: il Psg sorpassa il Lione (Francia, 30^ giornata)

Risultati Ligue 1 trentesima giornata: i gol delle partite dell'ultimo turno e la classifica aggiornata. Il Psg sorpassa il Lione grazie alla tripletta di Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic: tripletta per lui (Infophoto)Zlatan Ibrahimovic: tripletta per lui (Infophoto)

Il 30° turno della Ligue 1 sancisce il ribaltone in testa alla classifica: il vince 3 a 1 contro il Lorient e approfittando dello scivolone interno del Lione contro il Nizza si porta in testa, con un punto di vantaggio sugli uomini di Fournier e due sul Marsiglia di Bielsa, vittorioso 4 a 0 sul campo del Lens, che appare sempre più destinato alla retrocessione, così come il Metz a cui a poco serve il pari esterno sul campo del Caen. Nelle zone alte della classifica hanno perso anche Bordeaux, Montpellier e Lilla. Quest'ultima ha perso con il Saint Etienne, che salendo così a 52 punti e a -1 dal Monaco, a sua volta vittorioso in casa del modesto Reims, può teoricamente ancora dire la sua in ottica titolo, visto che il PSG è a 59 punti, seguito dal Lione a 58 e dal Marsiglia a 57. E nel turno successivo ci sarà lo scontro diretto tra Ibra e compagni e i ragazzi di Bielsa.

Il PSG dopo la sconfitta con il Bordeaux, dove Ibra si è lasciato andare a parole pesantissime contro la Francia, era chiamato al riscatto contro il Lorient reduce dall'importante successo contro il Caen. A trascinare i parigini è stato proprio Ibrahimovic, che ha segnato al 4°, all'81° e al 91°. Al 67° era arrivato il pari di Ayew, ma la classe dello svedese ha fatto la differenza. Tuttavia le polemiche per le parole delle svedese, arrivato ora a 17 reti in campionato, non si sono ancora placate, come testimoniato dal rifiuto dell'arbitro di stringergli la mano e, inizialmente, di dargli il pallone alla fine del match, come è consuetudine per chi ha segnato una tripletta. Tutto questo non ha comunque tolto il sorriso a Blanc, che grazie a questa vittoria e alla sconfitta casalinga del Lione contro il Nizza ha ritrovato la testa della classifica. A condannare gli uomini di Fournier è stata una rete di Eysseric su calcio di rigore a 4' dalla fine. Per capire l'enormità dello scivolone basti pensare che il Nizza non vinceva da 7 turni e veniva da 4 sconfitte di fila e prima di questo match era in piena zona retrocessione. Dello scivolone interno del Lione ha approfittato anche il Marsiglia di Bielsa, che ha vinto per 4 a 0 sul campo di un Lens per cui la salvezza dista ormai 9 punti e si è portato a -2 dal PSG e -1 dal Lione. Dopo un primo tempo terminato sullo 0 a 0 "El Loco" Bielsa ha azzeccato il cambio, visto che Batshuayi, sostituto di Gignac, ha sbloccato la gara al primo pallone toccato. Dopo aver rischiato di trovare il pari il Lens è crollato, subendo il 2 a 0 al 22° della ripresa ad opera di Romao. Al 72° è arrivato il tris di Ayew e nei minuti di recupero è arrivata la doppietta personale per Batshuayi, che ha così sancito come il prossimo match, quello con il PSG, sarà assolutamente determinante per la lotta scudetto e che il fine campionato che attende i sang et or si prospetta una via crucis.

Dietro il trio che è racchiuso in soli due punti, si sono confermati il Monaco e il Saint Etienne, rispettivamente a 53 e a 52 punti. I monegaschi, che tra l'altro hanno una partita in meno e quindi in proiezione potrebbero al momento essere anche a 56 punti, hanno vinto la terza partita di fila, nonchè la quarta nelle ultime cinque. A cadere sotto i colpi dei prossimi avversari della Juventus in Champions è stato il Reims, per cui è arrivata la seconda sconfitta di fila ed è rimasto fermo a 35 punti, raggiunto dall'Evian e a +3 sulla zona retrocessione. Il match si è praticamente chiuso dopo 14', grazie alle reti di Fabinho al 5° e di Martial 9'dopo. Al 25° della ripresa il Reims ha accorciato con Diego, ma al 34°è arrivato il terzo goal del Monaco, firmato da Dirar. Il Saint Etienne ha invece vinto contro il Lille, frenandone la rincorsa all'Europa dopo tre vittorie di fila. E sempre tre di fila, con questa affermazione, sono le vittorie per il Saint Etienne, che nel turno successivo se la vedrà proprio con il Monaco, in un match decisivo per la Champions. A decidere un match molto equilibrato è stata l'espulsione di Lopes al 6° della ripresa. Tra il 19° e il 29° della seconda frazione è infatti arrivata la doppietta dell'ivoriano Gradel, che è così arrivato a 10 reti in campionato. 

Tra le squadre che occupano le prime dieci posizioni della classifica hanno perso anche il Montpellier e il Bordeaux e le due sconfitte hanno fatto rumore perchè arrivate con squadre che lottano per non retrocedere. Il Montpellier ha perso in casa dell'Evian, che con questa vittoria ha, come detto, raggiunto il Reims a 35 punti. A decidere il match è stata una rete a cinque minuti dalla fine di N'Sikulu. Ma ancora più incredibile è stato il rovescio del Bordeaux, che ha perso in casa di un Tolosa che nelle ultime 13 partite aveva vinto solo 2 volte e che con questa vittoria sorprendente, complice la sconfitta del Lorient che ora è a soli 2 punti, torna a sperare nella salvezza. A decidere il match è stata una rete di Kana-Biyk al 61°, dopo che Nolan al 28°aveva rimesso in carreggiata i girondini, andati sotto una prima volta al 18° per un goal di Ben Yedder. Rimanendo nei bassifondi della classifica è servito a poco o nulla il pari del Metz sul campo del Caen, visto che la salvezza rimane lontana sempre 11 punti e l'ultima posizione in classifica sembra ormai consolidata, così come la prospettiva della retrocessione, prospettiva che però nemmeno il Caen può dire totalmente scampata, visto che ha 35 punti, 3 soli in più del Tolosa, che oggi sarebbe l'ultima delle retrocesse. Stesso discorso si può fare per il Bastia (36) e per il Guingamp (38), che hanno pareggiato per 0 a 0, mentre per ora sono tranquille Rennes (39) e Nantes (40): anch'esse si sono divise la posta in palio con uno scialbo 0 a 0.