BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati/ Qualificazioni Euro 2016: diretta gol livescore e classifica aggiornata. Matic, che gol! (domenica 29 marzo 2015)

Risultati qualificazioni Euro 2016, diretta gol livescore e classifica aggiornata: terza e ultima giornata dedicata alle partite che valgono per l'accesso alla fase finale del torneo

(dall'account Twitter ufficiale @EuroQualifiers)(dall'account Twitter ufficiale @EuroQualifiers)

Fischio finale su tutti i campi. Gruppo D: nei minuti di recupero Shane Long ha trovato il gol del pareggio per l'Irlanda, beffando la Polonia che rimane comunque in testa davanti alla Germania. Gruppo F: a Budapest si è consumata una partita combattuta, molto intensa con occasioni da ambo le parti ma nè l'Ungheria nè la Grecia del nuovo ct, l'uruguaiano Sergio Markarian, sono riuscite a segnare; pertanto i magiari restano terzi salendo a 8 punti, i greci invece rimangono in fondo al girone portandosi a quota 2. Un punto che serve poco ad entrambe. Gruppo I: il Portogallo ha battuto la Serbia e si è portato in testa al raggruppamento. Nemanja Matic aveva pareggiato il gol di Ricardo Carvalho con una spettacolare semirovesciata mancina, a risolvere la contesa è stata una zampata sottomisura di Fabio Coentrato, su invito dalla fascia opposta di Joao Moutinho. A secco Cristiano Ronaldo che ha giocato da centravanti di movimento, aiutando la sua squadra in altri modi. Ha riposato la Danimarca che è comunque scesa in campo, nell'amichevole di Saint-Etienne contro la Francia: risultato finale 2-0 per i transalpini, a segno Alexander Lacazette al 14' ed Olivier Giroud al 38'. Sempre a proposito di amichevoli da segnalare la vittoria nel pomeriggio del Brasile sul Cile: 1-0 firmato dal trequartista dell'Hoffenheim Roberto Firmino al 72' minuto. 

Risultati qualificazioni Euro 2016: intervallo nelle tre partita di qualificazioni agli Europei cominciate alle ore 20:45. La Polonia è in vantaggio in Irlanda: se conserverà il bottino anche nel secondo tempo si confermerà in testa alla classifica del gruppo D, che nel pomeriggio ha registrato le vittorie di Germania e Scozia. Ungheria-Grecia è ancora ferma sullo 0-0: gli ellenici sono ultimi nel gruppo F e hanno una maggiore urgenza di vittoria, anche se l'Ungheria dal canto suo è staccata dalla coppia di testa Romania-Irlanda del Nord. Nel gruppo I invece il Portogallo sta conducendo ed è in controllo sulla Serbia. Per i verdetti finali bisogna però attendere altri 45 minuti.

Il Portogallo va subito in vantaggio contro la Serbia. Il gol lo mette a segno il veterano Ricardo Carvalho, unico sopravvissuto della generazione d'oro dei primissimi anni Duemila (se escludiamo Cristiano Ronaldo, che a 19 anni aveva giocato l'Europeo 2004); in questo momento il Portogallo si porta in testa alla classifica del gruppo I rispondendo alla vittoria dell'Albania e sfruttando in pieno il turno di riposo della Danimarca, che ha già giocato una partita in più di tutte le altre nazionali.

Restano tre partite da giocare per chiudere questa quinta giornata di qualificazione agli Europei 2016. Alle ore 20:45 iniziano Irlanda-Polonia (gruppo D), Ungheria-Grecia (gruppo F) e Portogallo-Serbia (gruppo I). Irlanda e Portogallo cercano la vetta dei loro rispettivi gironi, la Polonia ci si trova già ma se vuole evitare una bagarre con quattro nazionali con gli stessi punti deve almeno cogliere un pareggio. Ungheria che invece potrebbe estromettere la Grecia dalla corsa alla fase finale e allo stesso tempo mantenere aperta una porta per le prime due posizioni, preservando la terza che porterebbe al playoff. 

Le partite delle ore 18 sono terminate. Risultati prevedibili: la Germania soffre più del previsto ma grazie a Reus e Thomas Muller vince in Georgia e sale a quota 10 punti, agganciando la Polonia che gioca in serata contro l'Irlanda. Ma a 10 c'è anche la Scozia: 6-1 a Gibilterra nonostante lo spavento iniziale, storico il gol di Lee Casciano che è il primo in partite ufficiali per Gibilterra ma la tripletta di Steven Fletcher fa vivere un sogno alla Scozia che può tornare nella fase finale di un grande torneo. Vittorie anche per Romania e Irlanda del Nord: rimane tutto invariato per ora nel gruppo F e ora a rispondere deve essere l'Ungheria, che ospita una Grecia attesa a una partita da dentro o fuori. Importantissima vittoria in rimonta dell'Albania contro l'Armenia: ora si attende il risultato del Portogallo che ospita una Serbia quasi fuori. 

La Scozia chiude la partita e, almeno per il momento, si porta in testa al girone insieme a Polonia (che gioca stasera) e Germania, mantenendo vive le speranze di qualificazione alla fase finale. Doppietta di Steven Fletcher, che raggiunge a due gol di giornata il compagno Maloney che la sua, di doppietta, l'aveva centrata dal dischetto; intanto è arrivato l'importante pareggio dell'Albania contro l'Armenia: Mergim Mavraj, difensore del Colonia che aveva deviato nella sua porta la conclusione di Movsisyan a inizio partita, regala un momentaneo punto alla nazionale guidata da Gianni De Biasi; temporaneo perchè all'81' minuto l'Albania la rimonta del tutto grazie a Shkelzen Gashi, lui pure con un colpo di testa. 

Terminati i primi tempi delle partite cominciate alle ore 18:00. Nel gruppo D la Germania è avanti di due reti in Georgia, a segno Reus e Thomas Muller negli ultimi minuti della prima frazione. La notizia è il primo gol ufficiale della nazionale di Gibilterra: incassato il colpo la Scozia ha risistemato la situazione prendendo il largo. Nel gruppo F stanno vincendo Irlanda del Nord e Romania confermando i rispettivi piazzamenti di vertice, nel gruppo I invece l'Armenia è in vantaggio sul campo dell'Albania. Ma ci sono ancora 45 minuti da giocare... 

Si sblocca la prima partita del pomeriggio. E' storia scritta: il primo gol di Gibilterra in partite ufficiali. Dopo quattro gare con goleade subite, Lee Casciaro va in contropiede e batte Marshall. E' solo il pareggio, perchè al 17' minuto Shaun Maloney aveva realizzato un calcio di rigore; ma è comunque un gol straordinario che segna davvero un grande momento nella storia non soltanto del piccolo Paese, ma anche di tutto il calcio internazionale. Quel che è più importante, la Scozia che aveva già rischiato all'inizio sta perdendo la ghiotta occasione di fare un bel passo avanti verso la qualificazione. Intanto in vantaggio anche l'Armenia in Albania, grazie al gol realizzato da Movssyan. E al 21' minuto sblocca anche la Romania contro le Far Oer: ha segnato Keseru.

Ultima giornata di questo fine settimana dedicato alle Nazionali. L’Italia ha pareggiato in Bulgaria, oggi ci attendono sfide entusiasmanti. L’apertura a 24 squadre per la prima volta nella storia rende ovviamente possibili le grandi storie: quella dell’Islanda per esempio, quella del Galles o quella di Israele che nonostante la sconfitta netta può restare in corsa almeno per i playoff, se non per la qualificazione diretta. Oggi tocca alla Germania, che deve risalire la china dopo un paio di partite non entusiasmante e un’amichevole che ha lasciato qualche dubbio (anche se molti dei titolari non erano in campo); Irlanda-Polonia è sfida che potrà dirci molto della grande bagarre nel gruppo D, dove anche la Scozia (che ospita Gibilterra) è assolutamente presente per un posto in Francia. Sogna anche l’Ungheria, che può anche estromettere del tutto la Grecia dalla lotta. Si parte alle ore 18 quando ci saranno ben cinque partite, le altre tre (compresa Portogallo-Serbia) saranno alle ore 20:45. 

Quella di oggi è la terza giornata dedicata alle partite valide per l’accesso alla fase finale della competizione continentale, che si gioca in Francia. Nove gironi, le prime due e la migliore terza che si qualificano direttamente mentre le altre terze vanno a scontrarsi nei playoff (andata e ritorno, la vincente della doppia sfida va in Francia): alla fine saranno 24 le nazionali presenti alla fase finale, per la prima volta (nelle ultime cinque edizioni sono state 16). Impegnati tre gironi, quelli che non hanno ancora giocato a marzo: siamo alla quinta giornata e dunque si conclude l’andata. Si parte alle 18, quando per il gruppo D si giocano Georgia-Germania e Scozia-Gibilterra, per il gruppo F sono in campo Irlanda del Nord-Finlandia e Romania-Far Oer mentre per il gruppo I c’è Albania-Armenia. Il programma si conclude con tre partite alle ore 20:45 e cioè Irlanda-Polonia (gruppo D), Ungheria-Grecia (gruppo F) e Portogallo-Serbia (gruppo I). Questa è forse la giornata con le sfide più affascinanti; nel gruppo D la Polonia comanda a sorpresa davanti alla Germania campione del mondo (che ha battuto) ma rischia grosso in Irlanda, contro una delle tre nazionali che hanno 7 punti e che dunque al momento partono alla pari per conquistare la seconda posizione, pur se la realtà che sono tutte in corsa per vincere il girone (la Scozia è la quarta pretendente e oggi ha l'impegno più facile, contro Gibilterra che ha zero punti e zero gol segnati) con la Germania che resta ovviamente favorita al di là dei punti attuali. Nel gruppo F grande equilibrio: una vera nazionale dominante non c’è, in testa c’è la Romania che dovrebbe confermarsi ospitando le Far Oer ma dietro arrivano squadre come Irlanda del Nord e Ungheria che hanno le stesse possibilità di chiudere al secondo posto, prendendosi una qualificazione che sarebbe storica. La Grecia sulla carta è la favorita del girone, ma dopo quattro partite ha un solo punto e dovrebbe rimontare su tante avversarie per centrare la fase finale. Infine il gruppo I, che è quello da cinque squadre: riposa la Danimarca capolista, dunque possibilità per il Portogallo di volare in testa e per l’Albania (che ha perso a tavolino la partita contro la Serbia) di operare l’aggancio, rendendo ancora più entusiasmante la corsa ai due posti in Francia.