BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Juventus-Fiorentina: orario diretta tv, quote, le ultime novità. Gli allenatori (oggi 5 marzo 2015, Coppa Italia semifinale)

Probabil formazioni Juventus Fiorentina: orario diretta tv, quote, le ultime novità sulla partita vailda per l'andata della semifinale di Coppa Italia 2014-2015. Giovedì 5 marzo 2015

Foto InfophotoFoto Infophoto

Dopo aver presentato i giocatori, vediamo chi sono gli allenatori delle due squadre in campo questa sera e cosa hanno ottenuto nei club attuali. Massimiliano Allegri è alla prima stagione con la Juventus: chiamato il 16 luglio 2014 a sostituire il dimissionario Antonio Conte. Uno shock per tutto l’ambiente; c’erano tanti dubbi sulla sua scelta e invece finora la società sembra aver avuto ragione. In campionato primo posto a +9 sulla Roma con 17 vittorie, 7 pareggi e una sconfitta; in Champions League girone superato e andata degli ottavi vinta contro il Borussia Dortmund, mentre in Coppa Italia sono arrivate due vittorie (6-1 al Verona, 1-0 al Parma) e la semifinale. A marzo è ancora in corsa su tutti i fronti. Vincenzo Montella allena la Fiorentina per il terzo anno: al primo si è giocato fino all’ultimo il terzo posto in campionato ma ha dovuto cedere al ritorno del Milan. Qualificato in Europa League, ha raggiunto gli ottavi di finale (eliminato proprio dalla Juventus) ma soprattutto ha ripetuto il quarto posto in campionato e ha raggiunto la finale di Coppa Italia: Quest’anno la Fiorentina è quinta (a 3 punti dal Napoli terzo), è in semifinale di Coppa Italia e nuovamente agli ottavi di Europa League, dove - ironia del destino - avrà un altro derby, stavolta contro la Roma che è una parte importantissima del passato di Montella. 

Vediamo quali possono essere i protagonisti della partita di Coppa Italia, come sempre abbiamo scelto un giocatore per parte sperando in una loro prova sopra le righe. Può essere la sua serata: nella Fiorentina ha giocato la seconda parte della seconda stagione ma nonostante qualche gol non ha lasciato troppo il segno. La Juventus lo ha ripreso a gennaio 2015; in bianconero due scudetti e due Supercoppe Italiane, prima di Tevez era l’attaccante principe della squadra e questa sera può fare il suo secondo esordio nella squadra in cui ultimamente ha reso di più, rilanciando le sue quotazioni per lo sprint finale. A Firenze ha giocato una prima stagione fantastica, poi è calato anche a causa dei soliti problemi fisici; nel 2010-2011 era alla Juventus, imprescindibile per Gigi Delneri e anche lì ottimo all’inizio ma poi in calo con tutta la squadra. Nella Fiorentina ha perso il posto da titolare; oggi un’occasione contro una ex, per ritrovare il gol smarrito e spingere i viola verso la seconda finale consecutiva in Coppa Italia. Ha tempi di inserimento come aveva già dimostrato nella Roma, deve solo guadagnare nuovamente un po’ di fiducia. 

Non sono pochi i giocatori assenti che non faranno parte di questa partita di Coppa Italia. Per la Juventus i soliti lungodegenti: Asamoah e Romulo che però sono quasi pronti per il rientro, out anche Luca Marrone e non recupera nemmeno Pirlo, che si è infortunato contro il Borussia Dortmund. Nella Fiorentina qualcuno recupera (Mati Fernandez, Borja Valero e Basanta); non così Savic che non viene rischiato, e Babacar che ne avrà per quindici-venti giorni. Sempre fuori Tatarusanu, Giuseppe Rossi prosegue nel lavoro di riabilitazione mentre Bernardeschi ha ripreso ad allenarsi con i compagni pur se non è ancora pronto a scendere in campo. Out anche Lupatelli, ormai da tempo.

Sono appena due i giocatori diffidati entrando nella partita di questa sera (ore 20:45). La Juventus non ne ha: nelle due partite giocate in precedenza (Verona e Parma) nessun giocatore ha ricevuto ammonizioni. Sono allora due i diffidati della Fiorentina: Milan Badelj giocherà come titolare questa partita, da regista davanti alla difesa (David Pizarro non è stato convocato), mentre Borja Valero si è appena ripreso da un infortunio e dovrebbe partire dalla panchina. In caso di ammonizione questa sera, i due salterebbero la partita di ritorno che si giocherà all’Artemio Franchi martedì 7 aprile.

Andiamo a dare uno sguardo ai ballottaggi ancora aperti per la partita di andata della semifinale di Coppa Italia. La Fiorentina ha tanti infortunati e dunque le sue scelte sono più o meno “bloccate”; potrebbe farcela Borja Valero a centrocampo e dunque a stare fuori sarebbe uno tra Aquilani (che però è squalificato in campionato) e Badelj. Nella Juventus Barzagli sembra pronto a dare il cambio a uno dei due centrali (probabilmente Bonucci), a centrocampo Sturaro può scalzare uno tra Vidal e Marchisio mentre in attacco è testa a testa Matri-Tevez, con l’Apache comunque favorito perchè Allegri ha fatto sapere di non voler fare troppo turnover. 

Si gioca allo Juventus Stadium, ore 20:45, la partita valida per l’andata della semifinale di Coppa Italia 2014-2015. Le due squadre non si affrontano in questa competizione dagli ottavi di finale del 2005-2006: la Juventus vinse con u 6-3 complessivo, ma poi si fermò al turno successivo. La partita di ritorno si giocherà il 7 aprile, dunque ci sarà ancora tempo per conoscere il nome della finalista; arbitra il signor Paolo Valeri della sezione di Roma, diamo allora uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Juventus-Fiorentina.

Potrete seguire la diretta di Juventus-Fiorentina su Rai 1, che come al solito trasmette le partite di Coppa Italia.

Le quote Snai per Juventus-Fiorentina delle ore 20:45 ci danno le seguenti informazioni: segno 1 (vittoria Juventus) a 153; segno X (pareggio) a 4,00; segno 2 (vittoria Fiorentina) a 6,25.

Allegri è stato chiaro in conferenza stampa: giocano i migliori perchè la Coppa Italia è una manifestazione che si vuole vincere. L’eventuale turnover arriverà lunedì contro il Sassuolo; dunque dentro i migliori, forse con l’eccezione di Buffon che lascerà campo a Storari come sempre avviene in coppa, e di uno dei due centrali (probabilmente Bonucci) che si riposerà così da dare la prima maglia da titolare nella stagione (e i primi minuti) ad Andrea Barzagli, un rientro importante se ritroverà la condizione. A centrocampo invece non si fa turnover: torna Pogba che ha saltato la Roma, sono confermati Vidal e Marchisio e dovrebbe esserci spazio anche per Pereyra, che sarebbe interno in mediana con Vidal confermato sulla trequarti. Nel corso della partita troverà spazio Coman e potrebbe fare il suo debutto con la maglia della Juventus anche Sturaro, che contro la Roma è stato tenuto fuori per precauzione ma ora è completamente ristabilito. In attacco è ampiamente possibile che si riveda Carlos Tevez, a questo punto destinato alla panchina in campionato; al suo fianco Llorente sembra favorito sia su Morata che su Matri, che a questo punto rimanda a lunedì sera il secondo esordio con la maglia della Juventus.

Montella ha fatto il punto sugli infortunati in conferenza stampa: non ce la fa Babacar (come si sapeva) e non verrà rischiato Savic, mentre il “ni” su Mati Fernandez fa capire che sarà almeno in panchina. Così anche Borja Valero, che potrebbe anche essere in campo; è più probabile però che lo spagnolo sia tenuto a riposo, con Aquilani (squalificato in campionato) riproposto in mediana insieme a Pizarro e Badelj, mentre andranno in panchina Kurtic e Ilicic. E’ stato convocato anche Basanta, che torna utile per giocare al centro della difesa; con il 4-3-3 saranno allora Richards e Marcos Alonso a giocare sugli esterni, in porta ci sarà ancora una volta Neto perchè Tatarusanu non è presente nella lista dei giocatori che Montella ha portato a Torino. Per l’attacco le scelte sembrano fatte: ci sarà Mohamed Salah che è il giocatore più in forma, con lui Joaquin e Mario Gomez che dovrebbe essere proposto al centro dell’attacco, con Gilardino utile per il secondo tempo al pari di Diamanti.