BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Serie A/ Livescore in diretta e classifica aggiornata: Juventus-Sassuolo 1-0, decide Pogba (26^giornata, domenica 8 marzo 2015)

Risultati Serie A, livescore in diretta e classifica aggiornata. Domenica 8 marzo 2015 sono in programma sei partite valide per la 26^giornata di campionato, settima del girone di ritorno

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Terminata anche l'ultima partita della domenica: Napoli-Inter è finita 2-2. Partita divertente al San Paolo, nel secondo tempon sono arrivati anche i gol: prima Hamsik e Higuain hanno portato il Napoli avanti di due reti, poi Palacio e Icardi su rigore hanno riacciuffato la parità per l'Inter. I partenopei rimangono terzi a quattro punti dalla Roma mentre l'Inter fa un piccolo passo avanti raggiungendo il Torino in ottava posizione. Domani (9 marzo 2015) i posticipi del lunedì completeranno il quadro della 26^giornata: Lazio-Fiorentina alle 19:00 e Juventus-Sassuolo alle 21:00. Di seguito invece il programma della prossima giornata, la numero 27 ed ottava del girone di ritorno: sabato 14 marzo ore 18:00 Palermo-Juventus, ore 20:45 Cagliari-Empoli; domenica 15 marzo ore 15:00 Atalanta-Udinese, Genoa-Chievo, Sassuolo-Parma, Verona-Napoli, ore 20:45 Inter-Cesena; lunedì 16 ore 19:00 Fiorentina-Milan, Torino-Lazio, ore 21:00 Roma-Sampdoria. 

Tutto pronto allo stadio San Paolo di Napoli per il posticipo domenicale della 26^giornata, tra i partenopei padroni di casa e l'Inter di Roberto Mancini. Vincendo il Napoli accorcerebbe di un altro punto il distacco dalla Roma, l'Inter invece potrebbe scavalcare sia Torino che Genoa. La parola passa al campo.

Fischio finale sulle quattro partite di questo pomeriggio del campionato di Serie A. Risultati che sorprendono, ma solo in parte. Fino ad ora oggi ci sono stati tre risultati di 0-0, un punto guadagnato per il Parma, tre punti persi per l'Atalanta (Reja aveva detto che oggi avevano tutto da perdere) e sopratutto due punti persi della Roma che non riesce a sfondare il muro clivese. Il Torino cade ad Udine, ma non cambia la rosea situazione di classifica in una stagione ai limiti dell'entusiasmante, mentre Empoli e Genoa chiudono sull'1-1 e svelano una volta di più il talento in crescita Niang, che va ancora a segno. La classifica per ora cambia di poco, ma si può smuovere nei suoi distacchi, la maratona del campionato è ancora lunga...

Risultato che cambia ancora ad Empoli con la deviazione in mischia di Barba che impatta nuovamente la gara contro il Genoa. Altro gol anche in Udinese Torino, dopo qualche parlottio dell'arbitro con i suoi assistenti, l'autorete di Piris riduce nuovamente a un solo gol il margine di vantaggio per i ragazzi di Stramaccioni. Risultato sempre di 0-0 sugli altri campi che sembrano stregati...  

Tre gol in pochi minuti, ma cambia un solo risultato, quello del Friuli tra Udinese e Torino. Una partita molto combattuta e con qualche episodio sfortunato per i difensori, fioccano i gol mentre i risultati rimangono inchiodati sullo 0-0 sugli altri campi, ma non è certo finita qui. Il secondo tempo inizia ancora con il vento in poppa per l'Udinese che arrotonda ulteriormente il risultato dopo pochi minuti grazie al gol di Wague 

Quando siamo arrivati attorno al 15' minuto del primo tempo tutte le gare sono ancora ferme sullo 0-0. Sono solo quattro le gare di questo pomeriggio dedicato alla Serie A, due i posticipi di domani. La giornata per ora è stata avara di emozioni, speriamo che presto arrivino i gol 

Finisce con il risultato di 0-0 la partita tra Cesena e Palermo, una gara con pochissime emozioni per gli appassionati dello spettacolo, che potrebbe però preludere a un pomeriggio ricco di gol. Di certo l'appetito si è ulteriormente acceso, ora siamo in attesa dello spettacolo che - come ricordiamo - sarà su tutti i campi 

Risultato sempre inchiodato sillo 0-0 quando siamo ormai attorno al 50' minuto nel lunch match tra Cesena e Palermo. Da segnalare soltanto tre ammoniti, Giorgi per il Cesena, Jajalo e Barreto per il Palermo. Per il resto domina il tatticismo (o la noia)...  

Altro capitolo del massimo campionato nazionale di calcio, che nel week-end vive la sua 26^giornata (la settima del girone di ritorno). La Juventus è sempre prima con largo vantaggio sulla Roma, dai giallorossi in giù però è ancora tutto in bilico dalla lotta per il terzo posto fino a quella per evitare la retrocessione. Sabato 7 marzo si sono giocati i due anticipi Sampdoria-Cagliari (risultato finale 2-0) e Milan-Verona (risultato finale 2-2), domenica 8 sono in programma altre sei partite: alle 12:30 Cesena-Palermo, alle 15:00 Empoli-Genoa, Parma-Atalanta, Udinese-Torino e Chievo-Roma, alle 20:45 infine Napoli-Inter. Lunedì 9 due posticipi: Lazio-Fiorentina alle ore 19:00 e Juventus-Sassuolo alle 21:00. Una breve rassegna delle partite domenicali: si comincerà con Cesena-Palermo all'ora di pranzo, match non scontato perché i romagnoli sono rientrati in corsa per la salvezza salendo ad un solo punto dal terzultimo posto, il Palermo finora si è dimostrato più forte ma potrebbe (condizionale d'obbligo) giocare più rilassato. Alle 15:00 incrocio interessante allo stadio Carlo Castellani, tra il ben definito Empoli di Sarri e il Genoa trasformista di Gasperini, due squadre che stanno ottenendo risultati soddisfacenti e mostrando un calcio apprezzabile. Parma-Atalanta metterà di fronte due formazioni in difficoltà, sempre che si giochi: i gialloblù sono ultimi e ancora incerti sul futuro societario, i nerazzurri dal canto loro arrivano da quattro sconfitte consecutive e in settimana hanno cambiato allenatore, salutando Colantuono dopo cinque anni ed ingaggiando l'esperto Edy Reja. L'Udinese avrà un'occasione di riscatto in casa dopo la sconfitta di Cesena: al Friuli arriverà però una delle squadre più in forma del momento ovvero il Torino, in serie positiva da 12 giornate. Sempre alle 15:00 il Chievo riceverà la Roma con l'obiettivo di strappare altri punti salvezza: i giallorossi dal canto loro devono difendersi dalla rincorsa del Napoli e provare a mettere pressione alla Juventus, finchè sarà possibile. Alle 20:45 il posticipo del San Paolo tra Napoli e Inter: i nerazzurri cercano un successo che in casa partenopea manca dalla stagione 1997-1998. Quanto alle partite di lunedì si prospetta molto interessante quella tra Lazio e Fiorentina, mentre la Juventus riceverà il Sassuolo per avvicinare ulteriormente il quarto scudetto consecutivo. Uno sguardo alla classifica marcatori: in testa il bianconero Carlos Tevez con 15 gol, a seguire Mauro Icardi dell'Inter (14), Paulo Dybala del Palermo (12), Gonzalo Higuain del Napoli (12) e Jeremy Menez del Milan (12).