BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

WrestleMania 31 WWE/ Wrestling, Pagelle Promossi & Bocciati: Sting da applausi, bene Orton. Ambrose e Reigns dietro la lavagna!

Pubblicazione:

Wrestling (infophoto)  Wrestling (infophoto)

WRESTLEMANIA 2015 NEWS: PROMOSSI E BOCCIATI, BENE STING E... - Cosa ci ha lasciato WrestleMania 31? Sicuramente abbiamo assistito ad uno show godibile in cui non sono mancate le sorprese. Certo, non c'è stato un vero e proprio incontro memorabile che verrà ricordato nei libri di storia del wrestling ma i circa 77 mila spettatori del Levi's Stadium si saranno sicuramente divertiti. Il nuovo Wwe Champion è Seth Rollins che abilmente e in maniera molto furba ha incassato il suo Money in the Bank durante l'incontro tra Lesnar e Reigns. Analizzando tutti gli incontri capiamo chi è stato promosso o meno a questa edizione di WrestleMania.

PROMOSSI

Sting: senza dubbio il Vigilante merita gli applausi da tutto il mondo del Wrestling e della Wwe perché a 56 anni suonati si è messo nuovamente in gioco mostrando uno stato di forma inviadibile. Il match contro Triple H è stato condotto bene dall'icona della WCW che ha spesso e volentieri primeggiato contro il più giovane avversario apparso però appesantito. Vederlo nuovamente nella Wwe, magari non full-time, sarebbe ancora un grande piacere per gli amanti del wrestling.

Randy Orton: attualmente è forse il lottatore più in forma della Wwe, anche a WrestleMania ha mostrato la sua grande condizione battendo agevolmente Seth Rollins e la J&J Security. E chissà che Orton non possa diventare un avversaro temibile per il nuovo Wwe Champion Seth Rollins. Di certo the Viper è molto sicuro dei propri mezzi e potrebbe davvero tentare la scalata alla grande cintura.

Daniel Bryan: il nuovo Campione Intercontinentale merita un voto positivo, da quando è rientrato dal lungo infortunio ha subito rimesso le cose a posto tornando ad essere il lottatore capace di diventare Wwe Champion. Nel Ladder Match rimarrà sicuramente memorabile la contesa con Dolph Ziggler con una serie di testate che ha portato Bryan a scalare la vetta e a prendere la cintura.

Undertaker: premessa doverosa, non è stato un match incredibile quello del Phenom contro Bray Wyatt. Ma Undertaker ha mostrato comunque un buon stato di forma nel suo probabile ultimo match a WrestleMania. Ha vinto e ha allungato la streak portandola al 22-1. 

Cena: una risposta importante del rapper di Boston che rialza un titolo ovvero quello di Campione degli Stati Uniti battendo Rusev. Il russo non aveva mai perso e in questi mesi aveva spazzato via avversari importanti del calibro di Big Show, Mark Henry oltre allo stesso Cena. Quest'ultimo ha resistito alla grande alla mossa di sottomissione del russo e ha mostrato un carattere incredibile.

RIMANDATO

Rollins: chi vince ha sempre ragione, onore sicuramente a Seth Rollins nuovo Wwe Champion, ma a WrestleMania è stato molto furbo e poco abile. Perché con Orton ha perso nettamente ed è riusciuto ad avere la meglio per il titolo solo approfittando dello sfinimento di Lesnar e Reigns durante il match di coppia. Per ora è rimandato.

BOCCIATI

Ambrose: ci si aspettava sicuramente di più dal Lunatic Fringe che fino a questo momento ha mostrato sicuramente potenzialità importanti ma deve ancora fare il salto di qualità. Di certo i suoi ex compagni dello Shield, Reigns e Rollins, hanno una marcia in più. Al Ladder Match si è fatto vedere solo all'inizio salvo poi scomparire, una vera delusione.

Reigns: a WrestleMania 31 ha sicuramente resistito alla Bestia Lesnar che però ha mostrato una forza incredibile. L'ex Shield ha solo contenuto e raramente ha messo in difficoltà l'avversario pur sottoponendolo ad uno sforzo decisamente molto alto. Forse Reigns non era ancora pronto per sfidare Lesnar nel main event di WrestleMania, dando ragione a coloro che fischiarono la vittoria di Reigns alla Royal Rumble.

Rusev: anche il russo finisce dietro la lavagna, ha perso contro Cena il titolo degli Stati Uniti e non contento ha sfogato la rabbia contro Lana accusata di essere stata la causa della sconfitta. Doveva e poteva fare di più, sarà interessante capire la sua reazione dopo la prima grande sconfitta in Wwe.

André the Giant Memorial Battle Royal: vista la grande carriera di André the Giant si potrebbe evitare una Battle Royal formata soprattutto da atleti di secondo livello che inevitabilmente portano ad uno spettacolo non certo indimenticabile.

(Claudio Ruggieri)



© Riproduzione Riservata.