BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta / Parma-Juventus (risultato finale 1-0) info streaming e tv: che orgoglio questo Parma! Juve KO (Serie A, sabato 11 aprile 2015)

Diretta Parma Juventus, info streaming e tv: risultato live e cronaca della partita valida per la trentesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Si gioca sabato 11 aprile alle 18

Foto InfophotoFoto Infophoto

Il Parma supera contro ogni pronostico la Juventus, in un testa-coda incredibile, ponendo fine alla serie positiva dei bianconeri. A decidere è il piccolo-grande centrale di centrocampo di Donadoni, Josè Mauri, autore di una partita fantastica. Campioni d'Italia troppo molli e privi della fame solita, anche se - al netto della differenza assoluta tra le due compagini, in senso generale - il passo falso ci può stare, visto il momento comunque favorevole. Debutto nel finale per il giovane Vitale, centrocampista classe 1997 della Primavera bianconera.

Parma-Juventus si avvia verso l'ultimo spicchio di match con i padroni di casa abbastanza clamorosamente avanti. Ma non certo per quanto visto stasera, vista la partita di Josè Mauri e compagni. Tutto per tutto per Allegri, che ha gettato nella mischia anche Pepe, sbilanciando ulteriormente in avanti la squadra; una Juve che non risponde però con grandi occasioni in zona Mirante. Parma costantemente presente, invece, in ripartenza.

È ripartita con lo squillo trionfale dei padroni di casa. Dopo un quarto d'ora della ripresa, infatti, il Parma è passato in vantaggio grazie a Josè Mauri, il migliore in campo. Ennesima ripartenza, dovuta ad errori di appoggio juventini a centrocampo, di Ghezzal, con assist in profondità per Belfodil. Ottima la sua scelta di tempo nell'assist centrale e mancino imparabile all'angolo alto per Mauri. La prima contromossa di Allegri è stata richiamare l'unico singolo positivo finora, ovvero Pereyra, per inserire Morata e passare al tridente.

Parma e Juventus tornano negli spogliatoi a metà match sul punteggio di parità. Nessun gol finora al 'Tardini' anche se le occasioni non sono mancate: in particolare è stata la Juve con Vidal, a cavallo della mezzora, ad avvicinarsi con più caparbietà al vantaggio. Colpo di testa di Vidal su suggerimento da calcio piazzato di Marchisio e salvataggio sulla linea a firma Feddal-Mirante. Abbastanza anonima invece la partita della coppia-gol di oggi di Allegri, Llorente-Coman, fino a questo momento.

Parma-Juventus resta ferma sullo 0-0 iniziale quando abbiamo scollinato la metà del primo tempo. Prestazione di sostanza dei padroni di casa, che spinti dalla voglia dell'ambiente di non deprimersi stanno ben figurando: nessun tiro in porta, però, ad impensierire Storari, finora. Una conclusione, invece, fuori di poco per Belfodil. Dall'altra parte la Juve sembra non avere nessuna voglia di dannarsi oltre il prevedibile. Per i bianconeri ancora bene Pereyra, vicino all'1-0 ma respinto da Mirante.

È iniziata senza lampi e con una buona presenza sul terreno di gioco dei padroni di casa, che non lasciano per troppo tempo il pallone tra i piedi della capolista. Anzi, il contropiede più pericoloso, pur senza tiro finale in porta, l'ha portato proprio il Parma, con la coppia Gobbi-Varela. Ritmi molto bassi al 'Tardini' anche se il pubblico si fa sentire, con una grande presenza sugli spalti, nonostante le difficoltà del momento.

Tutto è pronto per la partita della trentesima giornata di Serie A. Sono state comunicate anche le formazioni ufficiali del match del Tardini tra Parma e Juventus, andiamo a vedere quali sono state le scelte dei due allenatori. Mirante, Mendes, Ghezzal, Mauri, Belfodil, Gobbi, Nocerino, Varela, Santacroce, Feddal, Jorquera. All.: Donadoni. A disposizione: Bajza, Iacobucci, Cassani, Lila, Prestia, Costa, Palladino, Lodi, Mariga, Erlic, Coda. Storari, Chiellini, Ogbonna, Marchisio, Coman, Llorente, Padoin, Vidal, Lichtsteiner, Sturaro, Pereyra. All.: Allegri. A disposizione: Rubinho, Audero, Pepe, Morata, De Ceglie, Bonucci, Vitale, Matri, Evra, Marrone. 

Allo stadio 'Tardini' si affrontano il Parma di Roberto Donadoni e la Juventus allenata da Massimiliano Allegri. Andiamo a vedere quale sarà la chiave tattica del match. I gialloblu si disporranno con il consueto 3-5-2 mentre la vecchia signora con il 4-3-1-2. Il Parma sembra aver ritrovato un pò di serenità dopo le burrascose situazioni societarie e ha risposto positivamente sul campo pareggiando a San Siro con l'Inter e battendo l'Udinese in casa. Tuttavia la Juventus parte con i favori dei pronostici, un pò per l'abissale differenza tecnica tra i due organici ma anche per il momento straordinario vissuto dai bianconeri tra campionato e coppe. Ci attende dunque una gara in cui la formazione bianconera tenterà di imporre il proprio gioco e di portare a casa il bottino pieno. La stagione del Parma è ormai compromessa ma la squadra di Donadoni sicuramente non reciterà la parte di vittima sacrificale: gli ingredienti per assistere ad una bella partita non mancano.

La sfida prevista al "Tardini" tra Parma e Juventus rappresenta il più classico dei testa-coda. I padroni di casa sono infatti ultimi in classifica a quota 13 punti, frutto di 4 vittorie, 4 pareggi, 20 sconfitte e 3 punti di penalizzazione, sanciti dalla FIGC in seguito ai noti problemi societari. Tutt'altro ritmo quello tenuto dalla Juventus, con i bianconeri primi della classe indisturbati a quota 70 punti, figli di 21 vittorie, 7 pareggi e una sola sconfitta. Com'è presumibile osservando la classifica, le statistiche premiano nettamente gli ospiti: gli uomini di Allegri hanno infatti una media di 2 gol a partita, con la squadra di Donadoni ferma a 0.8. La Vecchia Signora è avanti abbondantemente anche nel dato del possesso palla, con 29':46" contro i 23':32" dei gialloblu. Netto il divario anche nella percentuale di pericolosità, con la Juventus leader di questa particolare classifica al 61.1% e i parmensi staccati al 37.0%. Ingeneroso il confronto inerente il numero di palloni giocati, con la Juventus in testa a quota 683.9 e il Parma fermo a soli 520.1.

La partita dello stadio Tardini, in programma alle ore 18 di questa sera, sarà disponibile anche in radio. Dovete sintonizzarvi su Rai Radio 1, frequenza FM 89.3, dove verranno raccontate le fasi salienti del match insieme a quelle di Genoa-Cagliari, che è l’altra partita alle ore 18. Un programma questo inusuale, visto che di solito la Serie A prevede una sola partita al sabato pomeriggio; niente di “grave” comunque, entrambe le sfide sono coperte dalla radiocronaca e dunque potrete essere aggiornati in tempo reale su questo testa-coda della trentesima giornata. Inoltre i tifosi della Juventus possono anche accedere alla telecronaca, questa volta integrale, andando sul canale tematico J TV che trovate al numero 231 del pacchetto Sky - ma bisogna essere specificamente abbonati.

Alle ore 18 di oggi pomeriggio si gioca la partita valida per la trentesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015 e diretta dall'arbitro Andrea Gervasoni della sezione di Mantova. E’ il testacoda del campionato: le due squadre sono separate da un abisso di punti in classifica ed è strano pensare che circa quindici anni fa lottavano per lo scudetto, che esattamente vent’anni fa fossero in finale in Coppa Italia e Coppa UEFA (la Juventus vinse la prima, il Parma la seconda) e che ancora nel 2002 a Tripoli si disputò tra di loro la Supercoppa Italiana (vinsero i bianconeri) e la finale di Coppa Italia (vinse il Parma). Adesso le cose sono del tutto cambiate: anche la Juventus ha vissuto momenti bui con Calciopoli e la retrocessione in Serie B, dopo un paio di anni nelle retrovie è tornata grande e oggi punta il quarto scudetto consecutivo.

Il Parma, qualificatosi lo scorso anno in Europa League, è invece sommerso dai debiti ed è stato dichiarato fallito, una situazione che si ripercuote anche sul campo con i risultati che vediamo. Il Tardini non è un campo facile per la Juventus, che ha vinto 1-0 le ultime due uscite (gol di Morata quest’anno in Coppa Italia, di Pogba nello scorso campionato) ma in precedenza aveva giocato tre volte in questo stadio senza vincere, cadendo nel maggio 2011 (gol di Giovinco) e pareggiando nelle altre due occasioni; bello il 2-2 del novembre 2007, per trovare l’ultima vittoria del Parma al di là di quella citata dobbiamo tornare alla finale di ritorno della già citata Coppa Italia, con il gol di Junior che diede il trofeo ai ducali. In campionato siamo nello stesso anno, un mese e mezzo prima: rete di Lamouchi e Juventus che crollava a 6 punti dalla capolista, salvo poi riuscire a vincere lo scudetto. Tanti anche gli ex e i doppi ex, da Raffaele Palladino ad Amauri che è passato da Parma un paio di volte, passando per Marco Marchionni e ovviamente per il già citato Sebastian Giovinco che nei due anni in gialloblu ha fatto faville ma nella Juventus non è mai esploso. Ricordiamo ovviamente Gianluigi Buffon e Lilian Thuram che furono grandi acquisti della Juventus nell’estate del 2001, Fabio Cannavaro che li ha seguito tre anni più tardi e Marco Di Vaio che pochi giorni dopo aver segnato nella Supercoppa del 2002 con la maglia del Parma passò alla Juventus; come allenatori Claudio Ranieri, e quel Carlo Ancelotti che lottò per lo scudetto quando sedeva sulla panchina del Parma, sfiorandolo in altre due occasioni con la Juventus (e non riuscire a vincerlo gli costò infine la panchina).

Il Parma sta onorando fino all’ultimo la sua stagione come dimostrato ampiamente dal pareggio di San Siro (contro l’Inter) dello scorso sabato e la vittoria contro l'Udinese nel recupero di mercoledì, tornando a festeggiare i tre punti dopo tre mesi; ma è oltremodo evidente che i ducali giocano sapendo che il loro futuro è più che mai incerto, con una rosa che verrà con tutta probabilità smantellata e il dubbio su quale sarà la categoria da cui ripartire. Anche questo campionato di Serie A è sostanzialmente una formalità: l’esercizio provvisorio serve più che altro a fare in modo che la regolarità del torneo (per quanto possa esserlo) sia garantita fino in fondo. In questo scenario però va lodato Roberto Donadoni che non arretra di un centimetro ed è rimasto ad allenare una squadra senza futuro, così come i giocatori che ogni domenica provano a portare a casa il risultato nonostante quello che sta succedendo e nonostante altri giocatori abbiano deciso di fare le valigie in anticipo. La Juventus naviga verso il quarto scudetto consecutivo con la testa già proiettata sulla Champions League: il quarto di finale contro il Monaco si avvicina ed è difficile non pensare all’Europa. Soprattutto perchè la situazione in patria è più che ottima: sono 14 i punti di vantaggio sulla Roma, il che significa che per la matematica del titolo mancano quattro vittorie e un pareggio, oppure tre vittorie e sei pareggi nelle nove partite che restano da giocare. Certo tutto è sempre possibile, ma la Juventus ha ormai fatto il passo più grande; adesso si tratta soltanto di amministrare, anche se Allegri non si fida troppo e lo si è visto contro l’Empoli, con un turnover scarso e Tevez sempre in campo. In trasferta la Juventus ha centrato 8 vittorie e 5 pareggi, perdendo a Marassi (contro il Genoa) l’unica partita di questo campionato. La finale di Coppa Italia raggiunta vincendo nettamente a Firenze è la ciliegina sulla torta: Triplete molto difficile, ma ancora possibile. Arriveranno anche oggi i tre punti e un altro pezzo di scudetto sulla maglia oppure il Parma riuscirà a tirare fuori l’orgoglio centrando un risultato di valore? Lo scopriremo presto, adesso non ci resta che metterci comodi e dare la parola al campo per stare a vedere cosa succederà in questa partita dello stadio Tardini: la diretta di Parma-Juventus, valida per la trentesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare…

La diretta tv di Parma-Juventus sarà trasmessa da Sky Calcio 1 (251) sui canali del satellite; su Premium Calcio 1 (371) e Premium Calcio HD (380) su quelli del digitale terrestre. Sul secondo flusso audio telecronaca tifosa di parte juventina: la voce di Enrico Zambruno su Sky, quella di Claudio Zuliani su Mediaset Premium. Entrambe le piattaforme danno la possibilità di accedere alla diretta streaming senza costi aggiuntivi, attivando su PC, tablet e smarphone le applicazioni Sky Go e Premium Play; su Sky SuperCalcio (205) e Premium Calcio (201) ci saranno invece i programmi di Diretta Gol, con le partite delle ore 18 in tempo reale e gli inviati che si passano la linea. Ovviamente potrete seguire questa partita anche attraverso i canali ufficiali presenti sui social network; le due squadre in campo oggi mettono a disposizione i loro profili ufficiali, in particolare su Facebook e Twitter. Per il Parma abbiamo i profili facebook.com/fcparma e @ParmaFC, per la Juventus abbiamo invece facebook.com/Juventus e @juventusfc.