BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Juventus-Monaco: orario diretta tv, quote, le ultime novità. Gli assenti (14 aprile 2015, Champions League andata quarti)

Probabili formazioni Juventus Monaco: orario diretta tv, quote, le ultime novità sulla partita valida per l'andata dei quarti di finale di Champions League 2014-2015. Martedì 14 aprile

Foto InfophotoFoto Infophoto

Non sono pochi i calciatori assenti, che non potranno giocare l’andata dei quarti di finale di Champions League. Non c’è nessuno squalificato, ma la Juventus deve rinunciare a Martin Caceres, sfortunatissimo, oltre che a Romulo e Asamoah, per i quale i tempi di recupero si sono allungati (la sua stagione potrebbe anche essere finita in anticipo). Mancherà anche ovviamente Paul Pogba, che Allegri spera di recuperare per le eventuali semifinali. Nel Monaco sono assenti il centrocampista centraleTiemoué Bakayoko e l’attaccante ivoriano Lacina Traoré, in passato trattato dalla Juventus; non sono assenze troppo decisive ma di certo limitano le rotazioni e le alternative dalla panchina di Leonardo Jardim. 

Il Monaco volerà questa sera allo Juventus Stadium per affrontare i padroni di casa bianconeri nel match valido per l’andata dei quarti di finale di Champions League. Sorride l’allenatore dei monegaschi, Jardim, visto che per la gara in questione ritrova Jeremy Toulalan. Il pilastro del centrocampo biancorosso si era infortunato durante il match di Ligue 1 dello scorso venerdì, e si era temuto il peggio, ma con il passare delle ore la situazione legata all’infortunio del 32enne francese è tornata alla normalità e l’ex Lione dovrebbe quindi essere regolarmente in campo dal primo minuto per sfidare i campioni d’Italia in carica. Il principale dubbio riguarda invece l’attacco, dove il tecnico del Monaco dovrà decidere se puntare sull’esperienza e le qualità di Dimitar Berbatov (tra l’altro vicinissimo alla Juventus un paio di anni fa), o l’estro e il talento della stellina Martial. 

Sono otto in totale i calciatori diffidati entrando in questa partita. Vediamo quali sono: in caso di ammonizione ricevuta questa sera salteranno la partita di ritorno, che si gioca allo stade Louis II mercoledì 22 aprile. Nella Juventus rischiano Lichtsteiner, Pogba, Vidal, Pereyra e Morata: il francese è indisponibile, ma anche per questo i bianconeri rischiano di andare a giocare nel Principato con il centrocampo decimato, e di trascinarsi il problema alla semifinale eventuale. Nel Monaco i diffidati sono Kurzawa, Joao Moutinho e Ferreira-Carrasco; tutti e tre dovrebbero essere titolari, qui il rischio per Jardim è quello di perdere il trequartista portoghese senza il quale la squadra gira in maniera diversa. 

Probabili formazioni Juventus-Monaco. La Juventus scenderà in campo questa sera, alle ore 20.45, per sfidare il Monaco allo Juventus Stadium, andata dei quarti di finale di Champions League 2014-2015. Una gara importante per la compagine bianconera, che dovrà sfruttare il fattore campo di modo da affrontare il ritorno in maggiore sicurezza. Allegri, per il big match in programma fra poche ore, dovrebbe ritrovare Andrea Pirlo. Il centrocampista della nazionale italiana sembra finalmente aver smaltito il lungo infortunio che l’ha tenuto lontano dai campi da gioco per diverso tempo. Il Conte Max dovrebbe quindi risfoderare il vecchio 4-3-1-2 con l’ex Milan in cabina di regia, spalleggiato da Marchisio e Vidal (ancora out, naturalmente, Pogba). Niente da fare invece per Barzagli, che partirà dalla panchina per via dei suoi acciacchi: in mezzo alla difesa giocherà la classica coppia Bonucci-Chiellini, con Evra a sinistra e Lichtsteiner a destra. 

Probabili formazioni Juventus-Monaco: Massimiliano Allegri ha una grande dubbio tattico che deriva dalle condizioni fisiche di Andrea Pirlo e Andrea Barzagli. L'allenamento di domenica è stato svolto interamente da entrambi i giocatori che però non solo al 100%. Dovessero recuperare entrambi e schierati contro il Monaco, la Juventus giocherebbe con il 3-5-2 con Barzagli in difesa e Pirlo da centrale con Pereyra che resterebbe in panchina. Se dovesse recuperare solo Pirlo, difesa a quattro e spazio al 4-3-1-2 con Pereyra nel ruolo di trequartista: altra ipotesi invece qualora non recuperasse nessuno dei due in quel caso giocherebbero sia Pereyra che Sturaro, ovviamente non è la primissima speranza di Allegri visto che a Parma non c'è stata una grande prova del centrocampo. In casa Monaco invece recuperano due cardini principali per la sfida contro la Juventus, ovvero Bruno Carvalho e Toulalan, ma non è sicuro l'impiego di entrambi visto che in difesa potrebbe giocare l'italiano Raggi o Wallace al posto del portoghese. Toulalan invece sarà della partita visto che è molto importante per il tecnico Jardim. 

Si gioca alle ore 20:45 di questa sera la partita valida per l’andata dei quarti di finale di Champions League 2014-2015. I bianconeri giocano la prima di due partite in casa, come era già successo agli ottavi; e allo stesso modo il Monaco ha l’andata in trasferta. Unico incrocio ufficiale nella semifinale del 1998; si qualificò la Juventus, che sogna ora di arrivare alle semifinali di Champions che non gioca da 12 anni. Arbitra l’incontro il ceco Pavel Kralovec; andiamo allora a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Juventus-Monaco.

La diretta tv di Juventus-Monaco, alle ore 20:45, sarà trasmessa da Sky Sport 1 (numero 201), Sky SuperCalcio (numero 205) e Sky Calcio 1 (numero 251) sui canali del satellite, unico modo per accedere alle immagini della partita di Champions League.

Le quote Snai per la partita Juventus-Monaco (ore 20:45) ci forniscono le seguenti informazioni: segno 1 (vittoria Juventus) a 1,45; segno X (pareggio) a 4,00; segno 2 (vittoria Monaco) a 8,50.

I big sono recuperati: Allegri potrà contare su Buffon, Barzagli, Pirlo e Tevez che per diversi motivi hanno saltato la trasferta di Parma. Il centrocampista bresciano rientra dopo quasi due mesi: si era infortunato nella partita di ritorno contro il Borussia Dortmund. Da valutare il suo utilizzo, come ha detto lo stesso Allegri: lui e Barzagli restano i dubbi che verranno sciolti nelle ultime ore. Se Pirlo sarà comunque sostituito da Pereyra che nelle ultime giornate è parso particolarmente in palla, l’eventuale utilizzo di Barzagli potrebbe portare a cambiare il modulo, con la riproposizione del 3-5-2 per non lasciare in panchina uno tra Bonucci (a riposo sabato) e Chiellini. Tuttavia le indiscrezioni della vigilia portavano a pensare che Allegri fosse più propenso alla conferma del 4-3-1-2, dunque con Pereyra dietro le due punte; in questo caso uno tra Padoin e Sturaro (che ha dato buone risposte) sarebbe schierato come interno di centrocampo insieme a Vidal, confermando Marchisio nella posizione di regista a meno che appunto non ci sia Pirlo a giostrare davanti alla difesa. In attacco Tevez torna a fare coppia con Morata, Bonucci-Chiellini coppia centrale in difesa e sulle corsie agiranno ovviamente Lichtsteiner ed Evra. Buffon sostituisce Storari che ha giocato le ultime due partite, quella di Parma e la semifinale di ritorno in Coppa Italia.

Tira un sospiro di sollievo anche Leonardo Jardim: Toulalan, infortunatosi venerdì nella partita di campionato, ha recuperato e figura nella lista dei convocati. Il suo utilizzo non dovrebbe essere in discussione; qualora l’esperto centrocampista non dovesse farcela, in mezzo al campo a fare coppia con Kondogbia potrebbe essere Joao Moutinho, che scalerebbe la sua posizione abbandonando la trequarti, oppure Alain Traoré che potrebbe giocare alle spalle di Berbatov (ovviamente la prima punta) mantenendo il portoghese a centrocampo. Anche qui si valuterà all’ultimo, ma è più probabile che si vada con l’assetto classico e Toulalan in campo; rispetto alla vittoriosa trasferta di Caen Jardim cambia i terzini, tornano titolari Fabinho e Kurzawa, e medita di confermare la coppia centrale con Ricardo Carvalho (in ballottaggio con Wallace) al fianco di Abdennour. Sulle corsie laterali offensive sembrano certi del posto Dirar e Martial, il quale venerdì sera ha giocato da prima punta segnando anche un gol. A disposizione Bernardo Silva e Ferreira-Carrasco che possono avere una possibilità nel secondo tempo.