BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Barcellona-Valencia (2-0): i voti della partita (Liga 32^ giornata, 18 aprile)

Pubblicazione:sabato 18 aprile 2015

Luis Enrique (Infophoto) Luis Enrique (Infophoto)

BARCELLONA-VALENCIA: I VOTI DEI BLAUGRANA

C. BRAVO 7: Para il rigore, consegnatogli docilmente da Parejo. Ed è un passaggio fondamentale del campionato, oltre che della partita. Poi sigilla la vittoria con la respinta su Rodrigo, nell'unico tiro avversario della ripresa

DANI ALVES 6: Termina in crescendo, dopo le troppe difficoltà su Rodrigo nel primo tempo in particolare. Vuol dire che la condizione c'è e sarà fondamentale in questo finale per cuori forti

PIQUE' 5,5: Si riprende nei secondi 45' di gioco, anche perchè il Valencia arretra pesantemente il baricentro e non lo costringe più agli errori in serie che nel primo tempo avevano fatto barcollare i suoi

MASCHERANO 7: Che giochi a centrocampo o in difesa, è un tassello troppo importante per Luis Enrique. Solita partita da dominatore assoluto della propria metà campo

ADRIANO 6: Feghouli non lo fa dannare, anche se lo tiene molto basso, insolitamente arretrato. Esce al 45° per far posto a Rakitic, per motivi tattici

XAVI 6: Geometria a ritmi bassi, affidabilità ma anche un pò di sofferenza nel momento migliore per il Valencia. Uno tra lui e Iniesta (uscito malconcio dal 'Parco dei Principi' e dunque out oggi) però è sempre presente nel cuore del centrocampo

S. BUSQUETS 6: Aveva impressionato contro il PSG, giocando ai suoi massimi livelli. Stavolta torna in versione mediano di sostanza, non così appariscente, eppure prezioso per il gioco dei suoi

MATHIEU 6,5: Meglio sulla fascia, nel secondo tempo, che in coppia con Piquè (ma non per colpa sua) nel primo. Poco servito nei movimenti senza palla, che propone comunque a getto continuo

SUAREZ 6: Il gol, dopo meno di un minuto, e pochissimo altro. E' una zampata da campione, decisiva, ma ci pare impossibile alzare il voto oltre la sufficienza piena

MESSI 8: Siamo entrati nel momento decisivo della stagione e i top player scendono in campo, sul serio. A parte le giocate da migliore al mondo e la tecnica in velocità, tenere il pallone incollato al piede (quasi) per 20 minuti consecutivi, quelli finali, involandosi alla fine tutto solo verso il gol numero 35 in Liga, è imabarazzante. Per gli avversari

NEYMAR 5: Pomeriggio-no, a voler essere generosi. Cerca di riprendersi nel finale, con alcuni ottimi spunti. Ma la prima ora abbondante di gioco è da 4

(RAKITIC 6: Solito compitino, solita prestazione tutt'altro che esaltante. Affianca Busquets e Xavi e contribuisce al giro palla)

(PEDRO 6: Vicino al gol nel finale, non impressiona ma fa il suo sostituendo Suarez nel turnover in corsa di Luis Enrique)

(SERGI ROBERTO SV)

ALL. LUIS ENRIQUE 6,5: Messi lo aiuta con una prova da uomo di spogliatoio e carattere, così come la fortuna lo aiuta nel non affondare sugli attacchi del Valencia nel primo tempo. La ripresa da scuola calcio è perfetta e di altro livello rispetto alla concorrenza


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >