BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Coppa America/ Luna Rossa si ritira: competizione non più credibile (vela news, oggi 2 aprile 2015)

Coppa America, Luna Rossa annuncia il ritiro dalla storica competizione di vela. I perché dell'abbandono della America's Cup nel comunicato ufficiale del team Prada di Patrizio Bertelli

Infophoto Infophoto

Ha ufficialmente comunicato oggi il proprio ritiro dalla 35^ edizione della Coppa America di vela. Il team italiano abbandona la prestigiosa competizione in seguito alla decisione del defender Oracle di cambiare in corsa le regole di questa edizione della America's Cup. Possiamo leggere nel comunicato ufficiale della squadra di Patrizio Bertelli, patron di Prada: “Il risultato della votazione proposta dall’Organizzatore con l’accordo del Defender della 35^ Coppa America di fatto stravolge, a maggioranza, le Regole di Classe delle imbarcazioni con cui verrà disputata questa edizione, già adottate all’unanimità dai concorrenti e in vigore dal giugno 2014. Dopo aver attentamente valutato le gravi implicazioni di questa iniziativa senza precedenti, Team Luna Rossa conferma che si ritirerà dalla 35^ Coppa America”. Luna Rossa dunque non accetta il passaggio dai catamarani AC 62 ad imbarcazioni di 48 piedi: gesto che non è piaciuto per nulla al team italiano e a New Zealand, cioè i due consorzi che più erano avanti nei lavori del nuovo modello, ormai inutile dopo il colpo di mano deciso a maggioranza dagli altri partecipanti, Oracle in testa. Si legge ancora nel comunicato italiano: “Team Luna Rossa ritiene infatti la procedura seguita illegittima, in quanto si fonda su un palese abuso di diritto che utilizza surrettiziamente le modalità per la modifica del Protocollo allo scopo di ribaltare la Regola di Classe, la quale richiede invece l’unanimità dei team iscritti. Si pretende così di introdurre imbarcazioni sostanzialmente monotipo, in totale contrasto con la più che centenaria tradizione della Coppa America, accordando inoltre un ulteriore periodo di due mesi per apportare modifiche regolamentari decise a maggioranza. Tutto ciò rende non credibili ed aleatorie le basi tecniche di quella che dovrebbe essere invece la più sofisticata competizione velica al mondo”. Secondo Luna Rossa, non si possono accampare nemmeno motivazioni economiche: “Questo radicale cambiamento comporta anche uno spreco di importanti risorse già investite sulla base del regolamento sancito nel giugno dello scorso anno, cosicché la addotta pretesa di contenere i costi si rivela un puro pretesto volto ad annullare il lavoro di ricerca e sviluppo di alcuni team, favorendo invece precostituite posizioni tecnico-sportive mediante il cambio del principale elemento della gara, la barca”. Al termine del comunicato si possono leggere le parole del patron Patrizio Bertelli: “Ringrazio tutto il team per l’intenso lavoro svolto durante l’ultimo anno, purtroppo vanificato da questa manovra, senza precedenti nella storia della Coppa America. Ma nello sport, come nella vita, non si può rincorrere sempre il compromesso del compromesso del compromesso; talvolta si impongono decisioni dolorose ma nette, che sole possono far prendere coscienza delle derive di un sistema e porre così le basi per un futuro di legalità e rispetto dei valori sportivi”.

© Riproduzione Riservata.