BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta / Real Madrid-Atletico Madrid (risultato finale 1-0) info streaming video SkyGo: gol del Chicharito! (Champions League, 22 aprile 2015)

Diretta Real Madrid Atletico Madrid, info streaming video Sky Go: risultato live e cronaca della partita del Bernabeu, valida per il ritorno dei quarti di Champions League 2014-2015

Foto InfophotoFoto Infophoto

Risultato che cambia proprio allo scadere con il Real Madrid che vince in extratime contro l'Atletico Madrid grazie al gol del Chicharito Hernandez. Un bell'assist di Cristiano Ronaldo che pesca liberissimo in mezzo all'area il numero 14 del Real. Destro preciso e imparabile per il portiere avversario.

Real Madrid-Atletico Madrid sono ancora fermi sullo 0-0, ma l'episodio che cambia la partita arriva al 76'. Arda Turan si becca il secondo cartellino giallo e lascia i suoi in dieci. La partita è nervosissima, con Pepe e Raul Garcia che si sono presi il giallo. Ora il Real alza il ritmo e si fa vedere sempre di più sottoporta. Il gol è sempre più vicino... 

A inizio ripresa Real Madird Atletico Madird sempre fermi sul risutlato di 0-0 ma il Chicharito Hernandez continua a dare spettacolo e ad attaccare la porta dell'Atletico pur se con poca fortuna. Koke è l'unico degli ospiti a rendersi pericoloso e si ha l'impressione che i Blancos stiano per trovare la via della rete. Dovremo aspettare ancora molto per il gol? 

Risultato sempre fermo sullo 0-0 tra Real Madrid e Atletico Madrid, nonostante le due formazioni mettano in campo tantissima determinazione e facciano vedere qualche bel colpo di classe. Cristiano Ronaldo (prima) e poi Koke mettono i brividi ai tifosi avversari. Ma per ora niente di fatto 

Diretta Real Madrid-Atletico Madrid: tutto pronto all'Estadio Santiago Bernabeu, dove alle ore 20:45 comincerà l'ottavo derby stagionale tra Real ed Atletico Madrid. Le formazioni ufficiali: Ancelotti schiera Pepe davanti alla difesa assieme a Toni Kroos e Chicharito Hernanez davanti assieme a Cristiano Ronaldo; Simeone risponde con Saul Niguez sulla fascia sinistra e Koke in mezzo al campo. REAL MADRID (4-4-2): 1 Casillas; 15 Carvajal, 2 Varane, 4 Sergio Ramos, 5 Coentrao; 10 J.Rodriguez, 3 Pepe, 8 Kroos, 23 Isco; 14 J.Hernandez, 7 C.Ronaldo In panchina: 13 K.Navas, 18 Nacho, 17 Arbeloa, 24 Illarramendi, 6 Khedira, 16 Lucas Silva, 20 Jesé Allenatore: Carlo Ancelotti ATLETICO MADRID (4-4-2): 13 Oblak; 20 Juanfran, 23 Miranda, 2 Godin, 18 Gamez; 10 Arda Turan, 5 Tiago, 6 Koke, 17 Saul Niguez; 9 Mandzukic, 7 Griezmann In panchina: 1 Moya, 24 Gimenez, 3 Siqueira, 14 Gabi, 8 Raul Garcia, 11 Jimenez, 19 Torres Allenatore: Diego Simeone Arbitro: Felix Brych (Germania) 

Assenti di rilievo tra le Merengues, Ancelotti sceglie di schierare Pepe a centrocampo e ciò significa che la costruzione del gioco sarà affidata anzitutto a Toni Kroos; il portoghese potrebbe abbassarsi in mezzo a Varane e Ramos per formare la difesa a tre e un centrocampo a cinque, con Carvajal e Coentrao più alti sulle fasce e Rodriguez-Isco interni. In questo modo il Real potrebbe creare superiorità numerica in attacco; per Ancelotti possibile anche passare al 4-3-3 con uno tra James ed Isco avanzato nel tridente d'attacco, e l'altro a stringere la posizione verso il centro per comporre il terzetto centrale assieme a Pepe e Kroos. Insomma potremmo vedere in campo un Real più elastico ed un Atletico più solido nei suoi reparti: quale tattica risulterà migliore? 

Andiamo a studiare quali sono le statistiche delle due squadre entrando in questa partita, il derby di Champions League. Numeri diversi: il Real Madrid ha un possesso palla decisamente superiore (56% contro 46%) e questo genera molti più passaggi (circa 2200 in più) e più tiri (161 contro 120, 69 a 40 nello specchio della porta). Praticamente identico il numero dei calci d’angolo (61 a 59 per il Real Madrid), il gioco difensivo di Simeone è evidente anche analizzando i cartellini gialli, che sono addirittura il doppio (28 contro 14) di quelli comminati ai giocatori del Real Madrid; una cifra che fa il paio con i falli commessi, ben 128 dall’Atletico e solo 74 dal Real. Due filosofie opposte che all’andata si sono scontrate senza costrutto: come andrà a finire invece questa sera? 

Il precedente più importante riguarda maggio scorso, finale di Champions LEague, con i Colchoneros in vantaggio fino a pochi secondi dalla fine della partita grazie al gol di Godin pareggiato da Sergio Ramos. Nei tempi supplementari si scatena il Real con Bale, Marcelo e Ronaldo vincendo la decima Coppa dei Campioni. In questa stagione invece dominio Atletico Madrid che ha vinto entrambe le sfide in campionato, due a uno al bernabeu e quattro a zero al Vicente Calderon. Anche in Copa del Rey e in Supercopa vittoria dell'Atletico MAdrid con pareggio al Bernabeu e vittoria casalinga. Per Carlo Ancelotti è arrivato il momento di cambiare musica per non rischiare di uscire ai quarti di finale di Champions League. 

La partita di questa sera al Santiago Bernabeu è diretta dall’arbitro tedesco Felix Brych. Uno dei fischietti più esperti del panorama calcistico europeo, Brych in questa stagione ha già diretto cinque partite di Champions League; una volta si è trovato di fronte l’Atletico Madrid, nella partita del girone contro la Juventus che i Colchoneros hanno vinto 1-0 (gol di Arda Turan). Ha anche fischiato in tre gare di qualificazione agli Europei 2016 e le sue cifre parlano di due vittorie interne, tre pareggi e ben tre vittorie esterne; ha concesso 28 calci di rigore (media 0,33), comminando 19 espulsioni (0,23 a partita) ma ammonendo poco (3,45 volte a incontro). Nel 2014 ha arbitrato due partite della fase a gironi dei Mondiali (Uruguay-Costa Rica e Belgio-Russia). 

Alle ore 20:45 di questa sera il Santiago Bernabeu ospita la partita valida per il ritorno dei quarti di finale di Champions League 2014-2015. Siamo in totale equilibrio: nella sfida di andata è finita 0-0, tante emozioni ma alla fine ha prevalso la strategia difensiva di Simeone che nonostante abbia sofferto non poco nel primo tempo ha portato a casa un risultato che adesso gli consente di qualificarsi con un pareggio con gol (anche 1-1 quindi), mentre il Real Madrid è sostanzialmente costretto a vincere (a meno che non si arrivi ai calci di rigore, con un altro 0-0).

Un Real Madrid che, lo abbiamo già detto e si è visto anche otto giorno fa, soffre tremendamente l’Atletico: negli ultimi due anni e mezzo lo ha battuto soltanto due volte, entrambe nella semifinale di Coppa del Re. E ovviamente nella finale di Champions League di un anno fa; ma anche quella sfida tutto sommato non fa che confermare l’assunto, perchè fino al 93’ i blancos non ci avevano cavato un ragno dal buco e se non fosse stato per l’imperioso colpo di testa di Sergio Ramos a questo punto il Real Madrid starebbe ancora inseguendo la decima Coppa dei Campioni e il trofeo del 2014 sarebbe nella bacheca dell’Atletico Madrid. Quest’anno i Colchoneros hanno espugnato il Bernabeu per il secondo anno consecutivo, sempre per 0-1; ci hanno poi giocato in Coppa del Re (ottavi di finale) e hanno pareggiato 2-2 qualificandosi così ai quarti (dove sono stati eliminati dal Barcellona). La sensazione è che il Real Madrid sia superiore: ha individualità di livello più alto, giocatori come Cristiano Ronaldo e Bale che possono vincere da soli una e più partite, ma l’Atletico gioca un calcio che taglia i rifornimenti alla base e toglie lo spazio per correre alle due frecce dei Galacticos.

Nella partita di questa sera il piano di Diego Simeone non cambierà: il gol per l’Atletico dovrà arrivare attraverso le ripartenze. Carlo Ancelotti ha già sollevato tre volte la Champions League (da allenatore): sa come si vince e sa come si superano queste difficoltà. A noi non resta allora che stare a vedere se il tecnico emiliano riuscirà a portare il Real Madrid alla quinta semifinale consecutiva, oppure se l’Atletico Madrid farà ancora parlare di sè centrando un risultato storico. Mettiamoci comodi e diamo la parola al campo per la partita del Santiago Bernabeu: la diretta di Real Madrid-Atletico Madrid, valida per il ritorno dei quarti di finale di Champions League 2014-2015, sta per cominciare…

La diretta tv di Real Madrid-Atletico Madrid è affidata a Sky Sport 1 (numero 201), Sky SuperCalcio (numero 205) e Sky Calcio 1 (numero 251) sui canali del satellite; tutti gli abbonati avranno a disposizione, senza costi aggiuntivi, la diretta streaming video attivando su PC, tablet e smartphone l’applicazione Sky Go. Non mancate inoltre di consultare i canali ufficiali che le due squadre mettono a disposizione sui social network, in particolare su Facebook e Twitter: per il Real Madrid ci sono le pagine facebook.com/RealMadrid e @realmadrid, per l’Atletico Madrid abbiamo invece facebook.com/AtleticodeMadrid e @Atleti. Anche la mette a disposizione i suoi canali ufficiali, a cominciare dal sito www.uefa.com; sui social network invece gli indirizzi da cercare sono facebook.com/uefachampionsleague e, su Twitter, @ChampionsLeague.