BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Video, Bayern Monaco-Porto (risultato finale 6-1)/ Highlights, gol e statistiche (21 aprile 2015, Champions League ritorno quarti)

Pubblicazione:mercoledì 22 aprile 2015

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

VIDEO BAYERN MONACO-PORTO (RISULTATO FINALE 6-1): HIGHLIGHTS, GOL E STATISTICHE (21 APRILE 2015, CHAMPIONS LEAGUE RITORNO QUARTI) - Il Bayern Monaco umilia il Porto all’Allianz Arena vincendo per 6-1 e ottenendo il pass per accedere alle semifinali di Champions League. La squadra di Guardiola ribalta agevolmente il 3-1 subito all’andata mettendo in sicurezza la qualificazione già dopo il primo tempo terminato clamorosamente 5-0. Prestazione indiscutibile; questo Bayern fa paura a tutta Europa.

SINTESI PRIMO TEMPO – Guardiola si presenta a questa gara delicatissima nelle peggiori condizioni. Cercando di mettere da parte la bufera scoppiata in settimana dopo le dimissioni del medico sociale Hans-Wilhelm Muller-Wohlfahrt e di alcuni membri del suo staff il tecnico catalano si ritrova con una squadra decimata dagli infortuni: fuori Alaba, Benatia, Javi Martinez, Ribery e Robben. Così ritroviamo tra i pali Neuer, di fronte a lui da destra verso sinistra Rafinha, Badstuber, Boateng e Bernat, centrocampo a 3 composto da Xabi Alonso affiancato da Lahm e Thiago Alcantara mentre il tridente offensivo vede Muller e Gotze lavorare al fianco di Lewandowski punta centrale. A fronte degli squalificati Alex Sandro e Danilo (già ceduto al Real Madrid per 30 milioni di Euro) e dell’infortunato Adrian Lopez il Porto di Lopetegui risponde con un modulo a specchio. Tra i pali Fabiano, linea difensiva formata da Reyes, Maicon, Martins Indi e Marcano, zona mediana occupata da Casemiro, Hector Herrera e Oliver, attacco composto da Quaresma, Jackson Martinez e Brahimi. Arbitra l’inglese Atkinson. I padroni di casa vanno subito in pressione, alzando senza pietà il proprio baricentro. Il Porto non riesce a trovare le contromisure e resta in balia di un avversario inferocito. Lahm e Thiago Alcantara mettono subito in moto Lewandowski che con due colpi di testa minaccia Fabiano. Il Porto non riesce mai a ripartire in contropiede lanciando pessimi segnali fin dall’avvio. Lewandowski intanto colpisce un palo. Il polacco dopo aver lanciato in rete Muller dal cerchio di centrocampo tenta di correggere in rete il miracolo di Fabiano, ma centra il legno alla destra del portiere. La produzione offensiva dei padroni di casa genera il gol del vantaggio al quattordicesimo di gioco. Bernat sguscia via sulla sinistra e propone un cross tagliato verso il primo palo. Thiago è il più veloce di tutti e di testa batte Fabiano. Il Bayern sulle ali dell’entusiasmo trova da lì a poco il gol del raddoppio. Dalla bandierina Lahm propone un cross sul quale Badstuber fa la sponda per Boateng che di testa gonfia la rete. Al 27esimo Lewandowski trova il gol. Muller trova lo spazio per il cross e il polacco di testa non perdona facendo esplodere ancora una volta l’Allianz Arena. Il bombardamento non finisce qui. Al 36esimo un rapido capovolgimento di fronte proietta Muller sulla trequarti. Il tedesco protegge palla e ci prova con un destro rasoterra. Deviazione malandrina di Marcano che mette fuori causa Fabiano. La manita è servita al 40esimo. Muller si allarga sulla destra anticipando di fisico Casemiro. Tocco verso il centro per Lewandowski che addomestica palla eludendo la pressione di Maicon e incrocia superando il mal capitato Fabiano.

SINTESI SECONDO TEMPO – Lopetegui lascia in panchina Quaresma inserendo al suo posto Ricardo Pereira. I padroni di casa hanno subito un’occasione a inizio ripresa. L’azione si sviluppa da destra verso sinistra chiamando in causa Mario Gotze che ci prova con un tiro al volo che sfiora il palo più lontano. Il Porto prova a fare la partita ma la lunga fase di possesso non produce granchè. Così è il Bayern a riprovarci. Xabi Alonso disegna da calcio di punizione una parabola forte ma leggermente imprecisa che termina di poco sopra la traversa. Al 71esimo Guardiola perde per infortunio Rafinha. Il terzino viene sostituito da Rode. Poco dopo il Porto trova il gol della bandiera. Ricardo Pereira mantiene alta la posizione servendo Herrera che di prima intenzione gira verso il centro dell’area. Tocco facile facile per Jackson Martinez che a porta libera insacca. Il colombiano anima ogni azione degli ospiti cercando con maggiore insistenza un gol che in effetti potrebbe riaprire i giochi. Sogni, solo sogni quando hai di fronte una squadra come il Bayern. A chiudere i conti ci pensa Xabi Alonso. Il basco pennella una punizione precisa che supera Fabiano.

STATISTICHE - Qualche numero relativo alla partita dell'Allianz Arena fornito dal sito ufficiale uefa.com. Il possesso palla finale non risulta nemmeno troppo sbilanciato come si potrebbe pensare: 53% per il Bayern Monaco, 47% al Porto. Fa impressione invece il dato relativo ai tiri totali: 21 dei bavaresi dei quali 9 in porta, solamente 2 per la squadra lusitana. Per il Bayern anche un palo, colto da Lewandowski poco prima della 'tempesta', ancora sul punteggio di 0-0. Quasi uguale la percentuale di passaggi riusciti: 415/496 per i tedeschi, 314/395 per i portoghesi. (Francesco Davide Zazatwitter@francescodzazaCLICCA QUI PER IL VIDEO DI BAYERN MONACO-PORTO (RISULTATO FINALE 6-1): HIGHLIGHTS E GOL DELLA PARTITA (21 APRILE 2015, CHAMPIONS LEAGUE RITORNO QUARTI) - da www.uefa.com



© Riproduzione Riservata.