BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ATP Barcellona 2015/ Fognini-Nadal 6-4 7-6, grande vittoria del sanremese. Nei quarti sfida Andujar (giovedì 23 aprile 2015)

Tennis ATP Barcellona 2015: Fabio Fognini batte Rafa Nadal per la seconda volta nel 2015 e vola ai quarti di finale del torneo 500 sulla terra rossa. Prossimo avversario Pablo Andujar

(dall'account ufficiale facebook.com/barcelonaopenbancsabadell)(dall'account ufficiale facebook.com/barcelonaopenbancsabadell)

Fabio Fognini centra un altro grande risultato: batte Rafa Nadal nel terzo turno del torneo ATP di Barcellona con il punteggio di 6-4 7-6 e vola ai quarti, dove sfiderà Pablo Andujar che ha sconfitta 6-3 6-4 il suo connazionale Feliciano Lopez (il tabellone è inevitabilmente ricco di spagnoli). Per Fognini è la seconda vittoria contro Nadal nel 2015: come abbiamo ricordato lo aveva battuto nella semifinale del torneo di Rio de Janeiro, sempre sulla terra. Il bilancio degli incroci adesso diventa 2-4; al di là di questo quello che è importante è il fatto che Fabio possa vincere match simili, ritrovando l’autostima persa e dimostrando una volta di più che con un’altra testa e un’altra costanza potrebbe essere ben più in alto nel ranking mondiale (siccome però l’aspetto mentale conta almeno quanto la tecnica, la classifica è giustamente questa). Per Nadal invece un’altra delusione: lo spagnolo che un tempo non lontano dominava sul rosso va incontro a un’altra sconfitta che gli sporca le percentuali e soprattutto ci dice che quando a inizio anno Rafa parlava di un fisico non ottimale e una carriera non troppo lunga non faceva pretattica. A questo punto si allontana il sogno di vincere il decimo Roland Garros, ma ogni torneo fa a sé ed è possibile che sulla distanza dei cinque set Nadal si ritrovi; intanto noi ci godiamo il Fognini brillante dei giorni migliori, con la speranza che adesso non si perda nel più classico dei bicchieri d’acqua e arrivi fino in fondo. 

Eccoci ad un’altra giornata in Catalogna, per il Barcelona Open Banc Sabadell; un torneo di categoria ATP 500 sulla terra rossa, anticamera dei Master 1000 di Madrid e Roma che a loro volta faranno da riscaldamento per il Roland Garros. Siamo al terzo turno: ci è arrivato anche Fabio Fognini che pure ha sofferto le pene dell’inferno per liberarsi del russo classe ’97 Andrey Rublev, e adesso si regala un match contro Rafa Nadal che qui a Barcellona ha vinto otto volte (come a Montecarlo), naturale quando sei - molto probabilmente - il più forte giocatore che si sia mai visto sulla terra, . Per seguire questo (inizierà intorno alle 15) e gli altri match di giornata potrete andare sulla web-tv tematica SuperTennis, al numero 64 del vostro telecomando oppure al 224 del pacchetto Sky. In chiaro per tutti è disponibile la diretta streaming video accedendo al sito www.supertennis.tv; e non mancate di visitare i profili ufficiali del torneo di Barcellona, a cominciare dal sito www.barcelonaopenbancsabadell.com, che fornisce i tabellini e le statistiche dei match, proseguendo poi per l'account facebook.com/barcelonaopenbancsabadell. Per quanto riguarda il circuito di tennis maschile, le pagine dei social network vi aspettano su facebook.com/ATPWorldTour e, per quanto riguarda Twitter, @ATPWorldTour. Ovviamente lo scontro è proibitivo: d’accordo che Nadal non è più il meraviglioso giocatore ammirato almeno fino al 2013, d’accordo che punta a gestire il fisico, che ha ammesso di non sentirsi troppo in forma e che nella sua testa c’è soprattutto il decimo Roland Garros, ma è altrettanto vero che resta Nadal e che, dall’altra parte, Fognini non ha iniziato la stagione di singolare nel migliore dei modi. Eppure l’unica vittoria (su cinque precedenti) contro l’attuale numero 4 del ranking ATP, il sanremese l’ha presa proprio quest’anno, nella semifinale del torneo di Rio de Janeiro. Forse l’unico highlight di un’annata che a Fabio ha dato decisamente più soddisfazioni nel doppio, in coppia con Simone Bolelli, ma che potrebbe svoltare se oggi dovesse arrivare la vittoria di prestigio. Grande attesa anche per il numero 1 del tabellone, e campione in carica, Kei Nishikori che inaugura la giornata sul campo centrale; e grande attesa per vedere se Martin Klizan “vendicherà” il suo connazionale Marin Cilic che ieri è stato sconfitto dal sorprendente dominicano Victor Estrella Burgos. E poi in campo oggi c’è un altro astro nascente, o almeno potenziale: lo svedese Elias Ymer, classe ’96. Oggi è numero 192 al mondo, ha ottenuto una wild card per entrare nel tabellone e ne ha fatto ottimo uso visto che ha battuto, sempre in due set e sempre perdendo il primo, Thiemo De Bakker e soprattutto un altro giovane terribile, ma già ben più affermato, come Nick Kyrgios che deve ancora imparare il sistema migliore per giocare sulla terra.

© Riproduzione Riservata.