BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Fiorentina-Cagliari (1-3): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015, 32a giornata)

Lo stadio Artemio Franchi (Infophoto) Lo stadio Artemio Franchi (Infophoto)

Cagliari

BRKIC 6 Attento tra i pali, commette alcuni errori in uscita alta nel primo tempo, si riscatta nel secondo, in cui non sbaglia nulla. 

PISANO 6 Si fa saltare poche volte dai diretti avversari, ma concede troppi cross a Pasqual e Vargas, clienti scomodi per qualsiasi terzino; 

CEPPITELLI 6,5 Si fa anticipare sul gol da Gilardino, per il resto si rende protagonista di una grande prestazione, dominando sulle palle alte; 

DIAKITE 7 Grande prestazione del centrale francese, ex di turno, impreciso in una sola occasione, non sfruttata adeguatamente da Gomez e Gilardino, solo nel finale; 

AVELAR 6 Soffre le incursioni di Tomovic, non riesce ad attaccare ma si rende protagonista di alcune buone diagonali difensive; 

DESSENA 6,5 Un guerriero in mezzo al campo, protagonista di un gran primo tempo, nella ripresa cala comprensibilmente; 

JOAO PEDRO 6,5 Sicuramente il centrocampista più tecnico tra gli ospiti, deve acquisire maggiore concretezza per fare il salto di qualità ma sta dimostrando di avere davanti a se buone prospettive. Finisce il match in preda ai crampi; 

EKDAL 6,5 Grande quantità in mezzo al campo, dove lotta con decisione, pronto ad aiutare la difesa, soprattutto sui calci piazzati; 

M'POKU 7 Buone capacità tecniche e visione di gioco, M'Poku sta dimostrando il suo valore nonostante la classifica disperata. Entra in tutte le azioni da gol del Cagliari e in altre occasioni lancia nel migliore dei modi i suoi compagni; 

COP 7 Segna il primo gol dimostrando opportunismo, sbaglia un'occasione clamorosa davanti a Neto ma si fa perdonare con il gol del raddoppio. Aiuta i centrocampisti nel pressing, in particolare su Pizarro; 

FARIAS 8 Mette in difficoltà la difesa viola con la sua velocità, autore degli assist sui gol di Cop, nel finale entra nel tabellino con un gol straordinario, in cui mostra grande resistenza fisica, fantasia e tecnica. 

All.FESTA 7: Al suo esordio il tecnico dimostra grande intelligenza, confermando il modulo utilizzato dai suoi predecessori ed evitando stravolgimenti tattici. In pochi giorni è riuscito a motivare un gruppo che sembrava rassegnato alla serie B e la salvezza, giocando in questa maniera, resta difficile ma non impossibile.  

 

(Vincenzo Partucci)

© Riproduzione Riservata.