BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Atalanta-Torino (risultato finale 1-2) info streaming e tv: espulsi Pinilla e Basha nel finale. (Serie A, oggi sabato 4 aprile 2015)

Diretta Atalanta Torino, info streaming e tv: risultato live e cronaca della partita valida per la ventinovesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Sabato 4 aprile 2015, ore 15

Foto InfophotoFoto Infophoto

Tre punti d'oro per il Torino che batte l'Atalanta due ad uno grazie alle reti di Quagliarella e Glik. A nulla è valso il super gol di Pinilla che ha cercato di aprire la partita. Nel finale il cileno è stato espulso assieme a Basha del Torino, un rosso che ha macchiato la bella prova del cileno, l'unico a provarci fino alla fine. Per Reja prima sconfitta da quando è diventato tecnico dei bergamaschi.

Occasioni da entrambe le parti, prima ci prova El Kaddouri con un grande tiro a girare che esce di poco fuori. Poco dopo invece è Bianchi a sfiorare il gol su assist di Migliaccio che fa la sponda ma il suo passaggo non viene colto a pieno dal compagno di squadra. L'Atalanta ci sta provando fino alla fine e spera di portare a termine questi sacrifici.

Grandissimo gol di Pinilla che questa volta in rovesciata la mette dentro su assist di Moralez. Grandissimo gol del cileno che aveva sfiorato qualche istante prima un gol fantastico. Atalanta trascinata da Pinilla che vuole assolutamente trovare il gol del pareggio visto che il Torino sembra aver arretrato il suo raggio di azione.

Super occasione per l'Atalanta per riaprire il match, ancora una volta è Mauricio Pinilla a sfiorare il grandissimo gol che potrebbe riaprire la partita. Il cileno infatti al 60esimo riceve un pallone da Cigarini stoppa al volo e rosvesciata incredibile che sfiora il palo. Un'azione stupenda dell'ex bomber di Cagliari e Genoa.

Pochi istanti fa l’arbitro ha mandato negli spogliatoi i giocatori, dopo che si è chiuso il primo tempo di Atalanta-Torino con il risultato di 0 a 2. La prima azione dell’ultimo quarto d’ora di gioco è di matrice atalantina, con Pinilla che fa partire un buon tiro ma in posizione troppo centrale: nessun problema per Padelli. Al 35esimo di gioco replica il Torino: gran tiro dalla distanza di El Kaddouri con Sportiello che deve allungarsi per intercettare la palla. Passano meno di cinque minuti e il Torino trova il gol del raddoppio: dal calcio d’angolo arriva il solito Glik, che lasciato clamorosamente libero, ribatte la palla in rete. L’Atalanta prova a reagire subito con Migliaccio, che colpisce di testa, ma Padelli non si fa sorprendere. Al 45esimo ammonizione per i nerazzurri: giallo a Carmona dopo brutto fallo su Maksimovic. Un minuto dopo giallo anche per Bruno Peres.

Primi trenta minuti di gioco superati da poco allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, con il match fra Atalanta e Torino attualmente sul risultato di 0 a 1. La rete del vantaggio del Torino arriva al 20esimo minuto di gioco dopo che i granata si sono conquistati una punizione da ottima posizione: sul pallone si avventa Fabio Quagliarella che fa partire un tiro imparabile su cui Sportiello non può opporsi. Dopo la rete del vantaggio del granata, il match è salito d’intensità ma la squadra di casa di Edy Reja fatica a costruire azioni da gioco. Al 27esimo ci prova Zappacosta con un bel tiro, ma Padelli si oppone senza troppi problemi. 

È passato il primo quarto d’ora di gioco all’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, e il match fra l’Atalanta e il Torino è attualmente sul risultato di 0 a 0. Parte subito forte la squadra di Edy Reja che al terzo minuto va vicina al gol con Luca Cigarini: il centrocampista fa partire un gran tiro al volo che finisce alto seppur di poco. Il Torino si fa vedere per la prima volta all’undicesimo di gioco con il terzino destro Bruno Peres: il brasiliano imita Cigarini e tira dalla distanza ma la palla finisce alta di poco sopra la traversa. 

Tutto è pronto per la partita della ventinovesima giornata di Serie A tra Atalanta e Torino. A Bergamo sono già state annunciate le formazioni ufficiali: andiamo a vedere le scelte degli allenatori Edy Reja e Giampiero Ventura.  57 Sportiello; 20 Biava, 2 Stendardo, 6 Bellini; 22 Zappacosta, 8 Migliaccio, 21 Cigarini, 17 Carmona, 93 Dramé; 11 Moralez; 51 Pinilla. A disp.: 1 Avramov, 78 Frezzolini, 5 Scaloni, 13 A. Masiello, 29 Benalouane, 3 Del Grosso, 95 Grassi, 16 Baselli, 7 D'Alessandro, 28 Emanuelson, 99 Boakye, 9 Bianchi. Allenatore: Edy Reja.  30 Padelli; 19 Maksimovic, 25 Glik, 24 Moretti; 33 B. Peres, 20 Vives, 14 Gazzi, 7 El Kaddouri, 3 Molinaro; 27 Quagliarella, 11 M. Lopez. A disp.: 13 Castellazzi, 1 Ichazo, 5 Bovo, 32 S. Masiello, 8 Farnerud, 4 Basha, 15 Gonzalez, 36 Darmian, 17 Martinez, 22 Amauri. Allenatore: Giampiero Ventura. 

Si affrontano oggi alle ore 15.00 l'Atalanta di Edy Reja e il Torino di Giampiero Ventura allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia, gara valida per la 29ma giornata di Serie A. Andiamo a vedere quale sarà la chiave tattica del match. I nerazzurri si schiereranno in campo con il 3-4-1-2 mentre gli ospiti avranno un più solido 3-5-2. Uno dei temi tattici del match potrebbe essere rappresentato dalle corsie esterne. Da una parte ci saranno Zappacosta e Dramè, mentre dall'altra vedremo Darmian e Bruno Peres. Sono giocatori di qualità e grande velocità, abili a correre negli spazi e a saltare l'uomo anche proiettandosi in zona gol. Sarà importante anche l'apporto dei centrali che potranno a turno interscambiarsi sulle corsie nel tentativo di creare superiorità numerica.

Presso lo stadio Atleti Azzurri d'Italia si affrontano quest'oggi Atalanta-Torino. I granata sono settimi in classifica con 39 punti, ottenuti grazie a 10 vittorie, 9 pareggi e 9 sconfitte. Gli orobici sono quartultimi a quota 26, frutto di 5 successi, 11 pareggi e 12 sconfitte. La compagine guidata da Giampiero Ventura ha segnato 32 gol e ne ha subiti 30, mentre quella di Edi Reja ne ha realizzati 23 e subiti 38. I piemontesi hanno 35'17" di possesso palla, nettamente superiore ai 16'52" degli avversari. Il Torino effettua 5 conclusioni in porta a partita contro le 3 degli ospiti. A livello di passaggi riusciti il Torino finora ha totalizzato una percentuale del 77.3% rispetto al 54.1% dei rivali odierni. Venendo invece alla supremazia territoriale ancora una volta gli ospiti hanno la meglio con 16'44" contro 5'48" e anche come percentuale di pericolosità (55.9%-29.3%). 

Andiamo a scoprire quali possono essere i protagonisti della partita dell’Atleti Azzurri d’Italia, decisamente delicata per gli orobici che vanno a caccia di punti salvezza (per il Torino si tratta di capire se l’Europa sia ancora possibile). Ad Avellino lo avevamo conosciuto ottimo cursore di destra nel centrocampo a cinque, a Bergamo fa di tutto: terzino o centrocampista in un 4-4-2, ha giocato anche a sinistra e oggi dovrebbe essere impiegato come esterno sulla linea delle mezzepunte. Dove lo metti sta, ha gamba per correre e crossare, piede educato con il quale segna (3 gol in campionato) e propensione alla fase difensiva. L’Atalanta ha bisogno di punti e deve correre più del Torino: citofonare a lui per questo E’ stato acquisto di qualità sul calciomercato di gennaio, ma a Torino è arrivato infortunato e poi si è operato al menisco a fine febbraio, così lo si è visto davvero poco: 40 minuti in Serie A. Oggi dovrebbe partire titolare: sa cosa significa lottare per traguardi importanti e piazzato in mediana nel centrocampo a cinque di Ventura può essere l’uomo di coesione tra i reparti, facendo interdizione e presentandosi anche in zona gol. Forze fresche per rincorrere il treno Europa League.

Si gioca alle ore 15.00 di oggi pomeriggio, sabato 4 aprile 2015, la partita della ventinovesima giornata di Serie A allo stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo, e si potrà seguire questa partita anche via radio sulle frequenze di Rai Radio 1 (FM 89.3). Per gli incontri pomeridiani del decimo turno del girone di ritorno alla vigilia di Pasqua, l'appuntamento sarà naturalmente con la storica trasmissione 'Tutto il calcio minuto per minuto', che offrirà aggiornamenti da tutti i campi e dunque anche sulla partita fra i nerazzurri che hanno grande bisogno di punti salvezza e i granata che in caso di vittoria potrebbero ancora puntare alla prossima Europa League.

Si gioca alle ore 15 di oggi pomeriggio la partita valida per la ventinovesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Sfida appassionante tra due squadre che hanno obiettivi diversi, come certifica la classifica: l’Atalanta ha 26 punti mentre il Torino ne ha 39. La partita tra Atalanta Torino sarà diretta dall'arbitro Guida. Per i granata dunque c’è un’altra rincorsa all’Europa, come era accaduto un anno fa: inizio lento e poi grande rimonta, questa volta però potrebbe non bastare perchè la concorrenza è tanta e le squadre davanti hanno un buon margine. Per l’Atalanta invece nella scorsa stagione la salvezza era stata tranquilla e molto anticipata, quest’anno invece è tutta da sudare: gli orobici sono la squadra che viene “puntata” perchè al momento rappresenta la quota salvezza, ha ancora cinque lunghezze di vantaggio sulle due formazioni che la seguono in classifica ma non può permettersi alcun passo falso.

Era finita 0-0 nella sfida di andata, ma quello era un Torino che faceva ancora molta fatica ad esprimersi a segnare; oggi le cose potrebbero essere del tutto diverse. Sono due gli ex o doppi ex da ricordare in particolare: Stefano Colantuono ha allenato il Torino in due diversi momenti, in Serie B nel 2009 e 2010; richiamato dopo un esonero quasi lampo, non è riuscito a centrare la promozione in Serie A perdendo la finale playoff e non è stato confermato. Presa in mano l’Atalanta, l’ha guidata attraverso la promozione immediata e poi salvezze importanti, ma il calo di rendimento in questa stagione gli è stato fatale. Poi Rolando Bianchi, che nell’Atalanta è cresciuto: quattro anni in prima squadra, a Torino è diventato capitano portando la squadra in Serie A ma scegliendo di percorrere pi altri lidi, la scorsa estate è tornato a Bergamo e insegue ancora il primo gol stagionale. Chi ha sostituito Colantuono sulla panchina dell’Atalanta è Edy Reja: il tecnico friulano ha allenato il Torino nel 1997-1998, terzo e ultimo allenatore di una stagione nella quale è riuscito a portare i granata allo spareggio per salire in Serie A, perso però contro il Perugia ai calci di rigore. 

Periodo davvero molto complicato per l’Atalanta, che non vince dal 2-1 al Cagliari del primo febbraio. Sono passate sette giornate e gli orobici ne hanno perse quattro in fila, l’ultima è stata fatale a Colantuono e se non altro l’arrivo di Reja è coinciso con il ritorno ai punti, pur se contro il Parma e in casa contro l’Udinese si poteva fare qualcosa di più. Positivo invece il pareggio di Napoli, ma questa squadra sembra essere tornata indietro alle prime giornate di campionato, quando faceva molta fatica a segnare. In più adesso subisce tanto: in questa striscia ancora aperta di partite senza vittorie ha incassato la bellezza di 12 gol. Non si può ascrivere alla stagione sotto tono di German Denis tutta la difficoltà dell’Atalanta, ma è chiaro che se il tuo cannoniere principe non trova la porta tutta la squadra ne risente in sicurezza. Il Torino questi problemi li aveva a inizio stagione, quando non segnava e non vinceva mai; ma Ventura già lo scorso anno ci aveva abituato a rincorrere ed esplodere tardi, e così ha fatto ora. Dopo due sconfitte consecutive e un periodo da una vittoria in cinque partite il Torino è tornato a festeggiare la vittoria contro il Parma: i 39 punti ovviamente hanno già sancito la salvezza, ma ora se si vuole davvero arrivare in Europa servirà dare fondo a tutte le energie. L’eliminazione dall’Europa League per mano dello Zenit San Pietroburgo è stata certamente bruciante; i granata puntavano a fare più strada ma non sono riusciti ad avere ragione dei russi. Resta l’impresa del Nuevo San Mamès, e ora si proverà a onorare il campionato fino in fondo. Non ci resta dunque che metterci comodi e stare a vedere cosa succederà in questa partita che si preannuncia davvero molto interessante; l’Atalanta riuscirà a tornare alla vittoria che manca da due mesi o il Torino proseguirà nel suo momento positivo? Lo scopriremo tra poco, ora diamo la parola al campo: la diretta di Atalanta-Torino, valida per la ventinovesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare…

La diretta tv di Atalanta-Torino sarà trasmessa da Sky Calcio 4 (254) sul satellite, e su Premium Calcio 4 (374) sui canali del digitale terrestre; inoltre chi volesse rimanere sintonizzato e aggiornato sulle partite che si giocano in contemporanea può rivolgersi ai programmi di Diretta Gol su Sky Supercalcio (numero 205) e Premium Calcio (numero 370) dove gli inviati sui campi si passano la linea per gli highlights in tempo reale. Ovviamente potrete seguire questa partita anche attraverso i canali ufficiali presenti sui social network; le due squadre in campo oggi mettono a disposizione i loro profili ufficiali, in particolare su Facebook e Twitter. per l’Atalanta ci sono facebook.com/atalantabc e @Atalanta_BC, mentre i profili da consultare per il Torino sono facebook.com/TorinoFootballClub e @TorinoFC_1906.