BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Liga/ News, risultati e classifica 29^ giornata: il Real Madrid ne fa 9, ma il Barcellona risponde (oggi, 6 aprile 2015)

Liga news, risultati e classifica dopo 29 giornate: il Real Madrid travolge nove a uno il malcapitato Granada con cinque gol di Cristiano Ronaldo. Il Barcellona vince uno a zero a Vigo.

Cristiano Ronaldo (infophoto)Cristiano Ronaldo (infophoto)

In attesa del posticipo tra Espanyol ed Elche, con i secondi a 27 punti e in piena lotta per la salvezza e la seconda squadra di Barcellona a 34 punti e in una posizione di classifica relativamente tranquilla, sono 28 le reti segnate nel 29°turno della Liga e di queste ben 9 sono state del Real Madrid, capace di sommergere per 9 a 1 il malcapitato Granada. I "blancos" sono così saliti a 67 punti ma il -1 dal Barça è durato poco: i blaugrana in serata hanno vinto per 1 a 0 sul campo del Celta Viga riportandosi così a +4. Nella corsa alla Champions hanno vinto Atletico Madrid e Siviglia, mentre il Valencia si è fatto bloccare in casa dal Villareal. In zona salvezza vittorie pesantissime di Getafe e Levante negli scontri diretti contro Deportivo e Almeria. Tra i protagonisti di giornata vi è stato sicuramente Cristiano Ronaldo, che ha segnato per la prima volta 5 goal in un match e, purtroppo in negativo, Muninan: il talentino del Bilbao si è infortunato nel match contro il Siviglia e rischia un lungo stop. Infine vanno segnalati il bel gesto di Casillas e la follia di Orellana: il portiere del Real poco dopo l'inizio del match contro il Granada si è avveduto di un bambino sugli spalti colpito da un oggetto e ha avvertito i medici. A fine partita è andato a sincerarsi delle condizioni del piccolo tifoso e gli ha regalato la sua maglia. Il giocatore del Celta Vigo invece, stizzito da Busquets che tardava a tirare un calcio di punizione, gli ha lanciato una zolla di prato: ovviamente è arrivata l'espulsione.

Il 29°turno si è aperto venerdì con la terza vittoria di fila del Rayo Vallecano, capace di andare a vincere in casa dell'Eibar: la squadra basca era andata avanti con un rigore di Arruabarrena al 35°, ma tra il 40° e il 42° ha subito un uno-due spaventoso ad opera di Bueno e Manucho. Ora per l'Eibar sono solo 3 i punti di vantaggio sulla zona retrocessione, ma la situazione è drammatica se si pensa che la vittoria manca da 11 partite dove sono arrivati solo 2 punti.

Sabato si sono giocate quattro partite: il Siviglia e l'Atletico Madrid hanno regolato con identico punteggio (2 a 0) il Bilbao e il Cordoba. Gli andalusi hanno vinto tra le mura amiche, centrando il quarto successo di fila che li ha proiettati a 58 punti, a -3 dal Valencia, che occupa l'ultimo posto utile per la Champions e che è stato fermato in casa dal Villareal, perdendo così non solo 2 punti sul Siviglia, ma venendo scavalcato al terzo posto dalla squadra di Simeone. 
Per il Siviglia la vittoria ha ancora più significato, perchè il Bilbao veniva da 5 vittorie di fila e si è arreso in soli 21 minuti sotto i colpi di Vidal al 3° e di Bacca al 21°. Per quest'ultimo i goal in campionato sono ora gli stessi di Neymar, ovvero 17.
L'Atletico Madrid ha invece riconquistato il terzo posto ai danni del Valencia grazie alle reti di Griezmann e Niguez, che in 39 minuti hanno messo in ginocchio il Cordoba. Per i padroni di casa sempre più ultimi con 18 punti è arrivata la decima sconfitta di fila. Chi sabato ha compiuto un passo avanti fondamentale per la salvezza è il Levante, che dopo due sconfitte di fila si è ritrovato nel momento decisivo e ha battuto a domicilio l'Almeria, con cui prima dello scontro diretto divideva la terzultima piazza con 25 punti. Per i padroni di casa, che dopo 53'di gioco erano sotto 3 a 0 per le reti di Barral al 17° e al 53°, intramezzate dal centro di Casadeus al 32°, si è trattato della settima gara senza i 3 punti. Barral, che al 75° ha firmato anche il goal dell'1 a 4 sono ora 9 i goal in campionato.
Nell'ultimo match di sabato il Malaga ha buttato via l'occasione per avvicinare il Villareal nella corsa all'Europa League, facendosi fermare in casa da una Real Sociedad ormai salva e che non ha più nulla da chiedere al campionato. A fissare il risultato sull'1 a 1 sono state le reti di Recio al 55° e di Ruben Pardo all'83°.

Nella giornata di domenica, tra le "prime della classe" è toccato a Real Madrid, Barcellona e Valencia: "blancos" e "balugrana" hanno vinto i rispettivi match e le distanze sono rimaste quindi invariate, mentre come già detto il Valencia si è fatto bloccare in casa dal Villareal ed è sceso al quarto posto in classifica. Per il "Sottomarino Giallo", alla terza partita senza vittorie, si è trattato comunque di un buon punto perchè ora ha 50 punti e sono sempre 5 le lunghezze di vantaggio sul Malaga, concorrente diretto per l'Europa League.

Il Real ha impressionato vincendo per 9 a 1 contro il Granada, che ovviamente è rimasto così fermo a 23 punti, in penultima posizione. Dopo 38 minuti il Real era già avanti 4 a 0 grazie a una rete di Bale e una tripletta di CR7 tra il 30° e il 38°. Nella ripresa tra il 52° e il 56° sono arrivate altre tre reti dei "blancos": due a firma Benzema e una ancora di CR7, il quale ha poi completato la propria fenomenale giornata con il quinto goal, siglato all'89°. Prima del sigillo finale del portoghese, salito a 36 goal in campionato, sono arrivati il goal della bandiera del Granada (Ibanez al 74°) e l'autorete di Mainz 10'dopo.
Il Barca non si è fatto impressionare e nel posticipo contro il Celta Vigo ha colto i 3 punti grazie a un goal di Mathieu a 17'dalla fine.
Infine, il Getafe dopo due sconfitte di fila ha vinto lo "scontro-salvezza" contro il Deportivo, alla quinta sconfitta nelle ultime sette partite e sorpassato dal Levante: il vantaggio sulla terzultima rimane sempre di un punto. Il Getafe invece è salito a 32 punti e ha fatto suo il match contro il "Depor" grazie alle reti di Alexis al 18° e Escudero al 34°, resistendo poi al ritornod del Deportivo, che ha accorciato con Toche al 79°.