BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Premier League/ News, risultati e classifica 31^ giornata: il Chelsea vince, il City non può sbagliare (oggi, 6 aprile 2015)

Pubblicazione:lunedì 6 aprile 2015

Chelsea (infophoto) Chelsea (infophoto)

PREMIER LEAGUE NEWS: RISULTATI E CLASSIFICA DOPO LA 31ESIMA GIORNATA - Ventisei reti nella 31° giornata di Premier League in cui il Chelsea ha vinto in casa contro lo Stoke City, salendo così a 70 punti e confermandosi in testa al campionato con 7 punti di vantaggio sull'Arsenal, che ha travolto 4 a 1 il Liverpool e 8 sullo United, vittorioso per 3 a 1 sull'Aston Villa. Il City, che giocherà contro in trasferta contro il Crystal Palace non potrà quindi sbagliare. Tra gli altri risultati, oltre alle pesantissime vittorie di Leicester e QPR, che tornano così in corsa per la salvezza, c'è da segnalare l'addio definitivo ai sogni di Champions per i Saints di Koeman, sconfitti dall'Everton. Tra i personaggi di giornata ci sono Charlie Adam e Herrera: il primo ha fatto un goal pazzesco, ma purtroppo inutile, contro il Chelsea, mentre il basco ha "spaccato in due" il match con l'Aston Villa segnando una doppietta. La delusione di giornata è invece Rodgers, il tecnico del Liverpool, ormai fuori dalla corsa Champions.

Il Chelsea vince contro lo Stoke City e sale a 70 punti in campionato. Per lo Stoke, giunto al terzo stop di fila i punti in classifica sono ancora 42 e la salvezza quindi non è certo in discussione. La partita è stata sbloccata da Hazard, che al 39° ha trasformato un rigore (12°centro in Premier pe lui). Ma la gioia è durata lo spazio di 4 minuti, perchè Charlie Adam ha trovato il pareggio con un tiro da 60 metri su cui Courtois ha delle responsabilità enormi visto che era fuori posizione. Il Chelsea ha però trovato in Begovic, estremo difensore dello Stoke, un alleato insperato: da un suo errore, al 62°, è nato il goal di Remy che ha permesso al Chelsea di vincere.

In attesa del match del City contro un Crystal Palace che ha vinto due delle ultime tre gare e che non parte battuto visto che nelle ultime due trasferte di campionato gli uomini di Pellegrini hanno totalizzato 0 punti, al secondo posto si insedia l'Arsenal, che ha battuto 4 a 1 il Liverpool e si è portato così a -7 dai blues. I Gunners appaiono inarrestabili, visto che quella con il Liverpool, in cui Balotelli non è stato nemmeno convocato, è stata la 7°vittoria di fila in campionato e la 10° nelle ultime undici gare complessive di Premier. Questo non fa che aumentare i rimpianti per la difficile partenza in campionato, anche se c'è ancora lo scontro diretto con il Chelsea da giocare e quindi sperare è lecito. I Gunners dopo i primi 20'da padroni del campo hanno concretizzato questa superiorità con 3 reti in 9 minuti: Bellerin ha segnato al 37° e dopo tre minuti Ozil ha raddoppiato su punizione, mentre Sanchez al 45°ha trovato il 14°centro in Premier. Nella ripresa il Liverpool ha accorciato con Henderson al 76° su calcio di rigore ma poi, dopo essere rimasto in inferiorità numerica per l'espulsione di Can a 6'dalla fine, ha subito il quarto goal al 90°: a segnarlo è stato Giroud, che così come Sanchez è salito a 14 reti in campionato. Per il Liverpool ora si fa difficile anche la qualificazione in Europa League.

Se l'Arsenal corre, non è da meno lo United, che infila la 5°vittoria di fila battendo 3 a 1 l'Aston Villa, invece al secondo stop consecutivo e che ora ha solo 2 punti di margine sulla terzultima. Per i Red Devils, momentaneamente terzi con 62 punti, è senza dubbio il modo migliore di presentarsi ai due prossimi match: il derby contro il City e lo scontro con il Chelsea di Mou.
A regalare i 3 punti allo United è stata una sontuosa prestazione di Herrera, che al 43° e al 93° ha siglato il suo 4° e 5° goal in Premier. Nel mezzo c'è stato al 79° il 2 a 0 firmato Rooney e il goal di Benteke a 10'dalla fine che pareva aver riaperto il match.
Questa sconfitta pesa moltissimo, visti i risultati delle altre concorrenti per la salvezza. Il Burnley ha colto un insperato punto sul campo del Tottenham e ora è sì sempre terzultimo con 26 punti, ma la salvezza è distante solo 2 punti, ovvero quelli che lo separano dall'Aston Villa. Il Sunderland ha vinto 1 a 0 contro il Newcastle grazie a una rete di Defoe al 45° e ha sorpassato proprio l'Aston Villa, portandosi a +3 sulla zona retrocessione. Come se non bastasse hanno vinto anche il QPR e il Leicester. Il QPR, dopo 5 stop di fila, ha vinto in trasferta sul campo del West Bromwich Albion e si è portato così a 25 punti: a regalare 3 punti che mantengono accese le speranze di salvezza sono state 3 reti nel primo tempo, tra cui quella dell'ex napoletano Vargas. Nella ripresa il trend del match non è cambiato e il QPR ha chiuso con una vittoria per 4 a 1. Il Leicester dopo la rocambolesca sconfitta per 4 a 3 in casa del Tottenham ha vinto contro un West Ham ormai salvo da tempo e che non ha più stimoli, come conferma questa sconfitta, la quarta nelle ultime cinque gare. Il Leicester ha fatto festa con le reti di Cambiasso al 12° e di King nella ripresa, che ha riportato in vantaggio i suoi dopo il pari di Kouyatè al 32°. Per il Leicester, sempre ultimo con 22 punti, la salvezza resta quasi una "mission impossible", ma Cambiasso e compagni hanno fatto capire di voler lottare fino alla fine.

Infine c'è da segnalare che l'Everton, ora a 37 punti e praticamente salvo con la vittoria per 1 a 0 contro il Southampton, ha spento le residue speranze di Champions di Pellè e compagni, che comunque sono in piena corsa per l'Europa League con i loro 53 punti, mentre lo Swansea ha vinto 3 a 1 contro l'Hull City: protagonista è stato Gomis con due goal (al 37° e al 91°) che hanno confermato i gallesi all'8°posto, mentre per l'Hull i punti rimangono 28 e la zona retrocessione è sempre troppo vicina.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER I RISULTATI DELLA 31^ GIORNATA E LA CLASSIFICA DELLA PREMIER LEAGUE 2014-2015


  PAG. SUCC. >