BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Napoli-Lazio (0-1): i voti della partita (Coppa Italia 2014-2015 semifinale ritorno)

(dall'account Twitter ufficiale @sscnapoli) (dall'account Twitter ufficiale @sscnapoli)

Non bastano la grande parata su Lulic e la buona presenza per tutti i 90 minuti, in area e tra i pali. Sul sigillo dello stesso bosniaco non può nulla

Conferma con un secondo tempo generoso (unica pecca, un po' impreciso al cross) le buone indicazioni del primo. Il suo assist per Higuain doveva essere sfruttato meglio, sullo 0-0. Il movimento di Lulic in occasione del gol lo trova però impreparato

Non impeccabile, si fa ammonire quasi subito e si gioca la finale in anticipo, restandone un pò condizionato (era in diffida). Preso in mezzo, con Maggio, sul taglio di Lulic

Graziato da Orsato per il fallo netto su Klose al limite, vede i fantasmi quando Felipe Anderson lo mette nel mirino nel secondo tempo

Quasi nullo nel primo tempo, negativo nella ripresa; quando Pioli gli scatena contro FA7 perde misure e partita assieme ai compagni

Meglio nel primo che nel secondo tempo; sufficienza stiracchiata, che elargiamo anche perchè il compagno di reparto oggi è disastroso

Mai in partita, sbaglia quasi tutti i passaggi e anche gli appoggi più semplici. Esce (crediamo) per disperazione

Si trova contro un osso duro come Basta e un po' lo soffre ma non è tra i peggiori, anzi. Lascia il posto a De Guzman, mossa completamente sbagliata

Volenteroso, soprattutto nei primi 45' di gioco. E ad un passo dal gol dell'anno, che avrebbe fatto svoltare il suo finale di stagione. Ma non basta

Il migliore dei suoi, l'unico a meritarsi qualcosa più del semplice 6. Il fatto che Benitez lo richiami in panchina per dare spazio al fantasma di Callejon è abbastanza incomprensibile

Solitamente quando gli capitano così tante occasioni – 3 o 4, in una semifinale, sono "così tante" – non fallisce. Invece oggi l'eliminazione pesa anche, tanto, sul 'Pipita'

( Assolutamente non in partita, avete presente l'ingresso che cambia volto al match (vedi Lulic)? Ecco, tutto il contrario)

( Non si può andare più in basso perchè gioca meno di metà tempo. Ma sembra palese che è passato da risolutore a problema nel giro di pochi mesi)

( Sfiora il gol che fa crollare lo stadio, alla prima palla toccata dopo 5 mesi di stop. Da applausi)

La partita a scacchi, fino a metà ripresa, era vinta. Poi quando Pioli fa arrocco, con spostamento della "torre" Anderson sulla fascia giusta e inserimento del "re" Lulic dall'altra parte, si fa scappare di mano la qualificazione. Anche per via di cambi inguardabili