BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Parma-Napoli (2-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015, 35^ giornata)

Pagelle Parma Napoli 2-2, i voti della partita per il Fantacalcio: i migliori e i peggiori della sfida del Tardini, valida per la trentacinquesima giornata del campionato di Serie A

Foto Infophoto Foto Infophoto

Tardini galeotto per la corsa Champions: a Parma il Napoli non è riuscito ad andare oltre il pareggio per 2-2, perdendo l'occasione di tornare addosso a Roma e Lazio. La classifica vede i partenopei al quarto posto con 60 punti, 4 in meno rispetto ai giallorossi e a meno 3 dai biancocelesti, che però posticiperanno questa sera contro l'Inter. Il Parma offre un'altra buona prova di carattere davanti al proprio pubblico e sale a quota 17 punti, sempre all'ultimo posto. Emiliani due volte in vantaggio con Palladino (terzo gol in campionato) prima e Jorquera (primo) poi, Napoli due volte al pareggio con Gabbiadini (quattordicesimo centro, 7 con la Samp ed altrettanti con gli azzurri) e Mertens (quarto). Dopo il fischio finale battibecco Mirante-Higuain con buffetto dell'uno e risposta piccata dell'altro: per fortuna senza conseguenze. Nella prossima giornata entrambe le squadre saranno di scena lunedì 18 maggio: il Parma a Firenze alle ore 19:00, il Napoli in casa col Cesena (da oggi retrocesso) alle ore 21:00.

La buona verve del Parma ha animato la prima frazione di gioco, la sete di rimonta del Napoli ha fatto il resto nel secondo tempo: ne è scaturito un match sempre acceso ed aperto a possibili colpi di scena, con poche pause narrative.

Prestazione di carattere ma non solo per la squadra di Donadoni, che nei primi 45 minuti ha prodotto più di un'azione degna di nota coinvolgendo tutti gli effettivi in campo. Nella ripresa il Napoli ha alzato il volume dell'attacco e il Parma ha logicamente arretrato il proprio baricentro, puntando di più sulle ripartenze. Anche se Mirante risulta il migliore in campo il punto si può definire meritato per i gialloblù, che hanno speso moltissime energie.

Un primo tempo sonnolento ha compromesso la vittoria per i partenopei che nella ripresa hanno reagito con foga, arrivando a schierare ben cinque giocatori d'attacco. In tante occasioni sono mancati colpi risolutivi in grado di aprire la difesa avversaria, in altre sono stati bravi i difensori e il portiere del Parma cui vanno attribuiti i giusti meriti. Resta il fatto che contro l'ultima in classifica e già retrocessa, per quanto motivata dai noti fattori extra-campo, il Napoli dovrebbe riuscire in un modo o nell'altro a vincere.

Direzione positiva per l'arbitro della sezione di Trieste, che lascia correre il più possibile favorendo un gioco più fluido e continuo. Tre gialli in tutto, tutti condivisibili. 

Il primo tempo di Parma-Napoli si è concluso sul risultato di 2-1 in favore dei padroni di casa. Gialloblù in vantaggio al 9' minuto di gioco grazie allo 'scugnizzo' Raffaele Palladino, lesto nell'insaccare in mischia sugli sviluppi di un calcio d'angolo; complice nell'occasione il portiere partenopeo Andujar uscito a vuoto sul cross di Jorquera.

Quest'ultimo è l'autore del secondo gol ducale che cade poco dopo la mezzora e precisamente al 34': destro potente ad uscire dai 25 metri circa, traiettoria non troppo angolata ma difficile da leggere per Andujar che si lascia infilare. In mezzo la rete del momentaneo pareggio partenopeo: dopo un contrasto fra Duvan Zapata e Pedro Mendes Feddal sbaglia il rinvio servendo involontariamente Hamsik, lo slovacco passa a Gabbiadini che supera l'uscita di Mirante con un sinistro rasoterra. All'intervallo il vantaggio del Parma si può considerare meritato perché il Napoli non è ancora riuscito ad attaccare con la giusta continuità ed efficacia.

Segna da opportunista ed offre alcune giocaste pregevoli, oltre ad un buon movimento sul fronte d'attacco Un pò troppo basso sulla fascia destra e un pò impreciso nelle occasionali sortite d'attacco. Realizza un gol importante per ridestare la squadra da un qual certo torpore offensivo; ci prova poco dopo con un bel sinistro bloccato da Mirante. Responsabilità più o meno evidenti in entrambi i gol subiti. (Carlo Necchi)