BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Premier League/ News, risultati e classifica 36^ giornata: Chelsea-Liverpool 1-1, revival Terry-Gerrard. Ok i due Manchester

Premier League, i risultati delle partite della trentaseiesima giornata e la classifica. Chelsea-Liverpool 1-1 con i gol dei capitani Terry e Gerrard, vincono le due squadre di Manchester

Steven Gerrard in azione (Infophoto) Steven Gerrard in azione (Infophoto)

A due giornate dalla fine della stagione della Premier League, con il Chelsea che ha già vinto anticipatamente il titolo, il Manchester City e l’Arsenal sono attualmente qualificate per la Champions League, con il Manchester United che, grazie al ritorno al successo dopo tre sconfitte consecutive, sembra aver prenotato il posto per lo spareggio. Nella bassa classifica già retrocesse Queens Park Rangers e Burnley, rischia l’Hull City, che ha però ancora speranze di salvezza.

La vittoria del Manchester United sul campo dei londinesi del Crystal Palace è stata firmata da Mata e Fellaini, ma soprattutto dalla grandissima prestazione del portiere De Gea, ed a fine gara in pratica ha ottenuto i tre punti la formazione che ha giocato peggio, con Van Gaal che ha tirato un sospiro di sollievo salendo a quota 68 in classifica, anche perché nel corso della gara ha perso sia Shaw per un colpo al naso con sospetta frattura, che Rooney, che ha avuto un problema ad una coscia. Le due formazioni si sono schierate con lo stesso modulo, il 4-2-3-1 e con tanta voglia di giocare, anche se i tre punti erano essenziali soprattutto per gli ospiti. Il Crystal Palace ha il portiere Speroni insicuro e già al 18esimo della prima frazione di gioco lo United passa con una azione sulla sinistra di Young che piazza un cross che un difensore dei londinesi tocca con la mano provocando il rigore trasformato con freddezza da Mata. Arriva poi anche un palo colpito da Blind ed un clamoroso errore di Herrera che avrebbe potuto portare i suoi sul 2 – 0. La riscossa del Crystal Palace arriva a seguito della sfuriata dell’allenatore Pardew, che richiama i suoi anche se nella zona di attacco le cose non funzionano al meglio tanto che Pardew toglie dal campo Ledley ed inserisce Puncheon. La mossa dà i suoi frutti in quanto è proprio il nuovo entrato a portare il risultato sull’1 – 1 con un calcio di punizione che viene anche deviato leggermente da un giocatore del Manchester United. I Red Devils si buttano all’attacco per cercare il raddoppio e lasciano ampi spazi al contropiede dei padroni di casa ed allora diviene protagonista De Gea che para le conclusioni di Murray, mentre sia Bolasie che McArthur sprecano le loro occasioni da rete. L’uscita di Rooney e l’ingresso in campo di Falcao non migliorano la situazione offensiva dello United, ma è sempre Young la pedina decisiva con un altro cross, sul quel il portiere Speroni esce male permettendo a Fellaini di insaccare con un colpo di testa. Il Crystal Palace effettua altri cambi e dà l’assalto alla porta della formazione di Van Gaal, ma è ancora una volta uno straordinario De Gea che dice di no ai tentativi degli attaccanti londinesi, specialmente con una parata miracolosa su un tiro di Murray scagliato da appena tre metri dalla porta. Per il Manchester United arriva poi una buona notizia. Sempre da Londra, con il pareggio del Liverpool sul campo del Chelsea, che tiene i Reds a sei punti di distacco. A Stamford Bridge finisce 1 – 1 con le reti messe a segno dai due capitani ed uomini simbolo delle rispettive squadre, Terry e Gerrad, due "mostri sacri" del calcio inglese. Nel giorno dei festeggiamenti per il titolo del Chelsea, il Liverpool vede svanire le ultime possibilità, ma deve guardare indietro a tutta la stagione cercando nella cessione al Barcellona di Suarez, nel fallimento dell’inserimento di Balotelli e negli infortuni di Sturridge i perché di una stagione al ribasso. La partita viene onorata alla grande dal Chelsea, che non si è concesso una vacanza anticipata, e l’unico in panchina tra i titolari è Matic; la formazione di Mourinho passa subito alla prima occasione d’attacco, quando Terry colpisce di testa, la sua specialità, e mette in rete un calcio d’angolo calciato da Fabregas. Il Liverpool sfiora subito il pareggio con Coutinho, uno dei migliori dei suoi, ma il Chelsea sembra padrone del campo grazie agli ispirati Willian e Fabregas; l’infortunio di Zouma fa entrare Cahill al suo posto nelle file dei blues ed è proprio lui a perdere il controllo su Gerrard quando arriva il cross su punizione di Henderson ed arriva il pareggio, con il secondo goal segnato alla formazione londinese nel totale della sua carriera. Nella ripresa il Liverpool fa la partita più dei padroni di casa, cercando quella vittoria che terrebbe aperta la porta sulla Champions League, e sfiorano la rete in alcune occasioni, prima con Coutinho e poi con Lallana che vede il suo tiro deviato quando sembrava potesse entrare in porta. Il Chelsea prova con il contropiede, ispirato sempre da Fabregas, ma il risultato non si schioda dall’1-1. Il Manchester City con una goleada ( 6 - 0 ) ai danni del retrocesso QPR resta solitario al secondo posto con una tripletta di Aguero che consolida la sua leadership nella classifica marcatori con 25 reti, davanti a Kane del Tottenham, Le altre reti sono state messe a segno dall’ex laziale Kolarov, da Milner e da David Silva. Il Sunderland vince per 2 – 0 in casa dell’Everton con reti messe a segno da Danny Graham e Defoe, entrambe nel secondo tempo. L’Aston Villa batte per 1 – 0 il West Ham United, con un goal di Cleverly alla mezzora del primo tempo, mentre l’Hull City si vede battere in casa dal già retrocesso Burnley, con una rete di Ings. La partita tra Leicester City e Southamton finisce 2 – 0 per i padroni di casa con una doppietta di Mahrez che in 19 minuti liquida la contesa. Pareggio per 1 – 1 tra Newcastle e West Bromwich Albion con Azoye Perez per i padroni di casa che risponde al vantaggio degli ospiti con Anichebe. Risultato già fissato nel corso del primo tempo. Il Tottenham che è comunque già qualificato per la prossima Europa League per aver raggiunto la finale della Coppa di Lega, viene travolto 3 – 0 sul campo dello Stoke City, con reti di Adam, N’Zonsìzi e Diouf. Il posticipo di stasera vede di fronte l’Arsenal ed i gallesi dello Swansea, con i londinesi che con una vittoria possono raggiungere al secondo posto il Manchester City, avendo anche una gara in meno.