BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Giro d'Italia 2015/ Sesta tappa: la vittoria di Greipel e la caduta di Contador, il commento di Fabio Baldato (esclusiva)

Giro d'Italia 2015 sesta tappa: parla FABIO BALDATO. Il commento sulla vittoria di Greipel in volata a Castiglione della Pescaia ma anche sulla caduta di Alberto Contador

Alberto Contador (Infophoto) Alberto Contador (Infophoto)

Sesta tappa da Montecatini Terme a Castiglione della Pescaia. Volata doveva essere e volata è stata, con vittoria del tedesco André Greipel della Lotto Soudal. Secondo e terzo i due italiani Matteo Pelucchi e Sacha Modolo, una buona prova la loro. Questa frazione del Giro è stata però caratterizzata da una caduta proprio nel rettilineo finale causata da uno spettatore che si è sporto troppo dalle transenne, a quanto pare per fare delle foto. Nella caduta è rimasto coinvolto anche lo spagnolo Alberto Contador, leader della classifica generale, che non ha potuto neanche indossare la maglia rosa. Il suo Giro rischia di finire così, sarebbe una amara beffa. Per commentare la sesta tappa abbiamo sentito Fabio Baldato. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Tappa normale fino alla volata... Sì, le squadre degli sprinter hanno controllato questa tappa per portarli in volata.

Poi la caduta... Le cadute possono succedere in una volata, i velocisti e gli organizzatori hanno fatto quello che potevano con quello spettatore che si è sporto. Proprio lo spettatore è il responsabile di questa situazione.

Così Contador rischia di salutare il Giro... Sì. Non posso ancora dire quali siano state le conseguenze della sua caduta, speriamo in bene.

In attesa di notizie dallo spagnolo, Uran è già fuori dalla lotta per il successo finale? Adesso è un gradino sotto, ma il Giro dura tre settimane e Uran potrebbe recuperare lo svantaggio.

Per Greipel un successo meritato? Direi di sì, ha disputato un'ottima volata.

Brava anche la Lotto-Soudal ad aiutarlo? Molta brava, hanno fatto tutto bene consentendogli di vincere questa tappa.

Come giudica le prestazioni di Pelucchi e Modolo? Pelucchi ha tenuto in questa tappa, si è sfilato in due salitelle, i suoi compagni di squadra l'hanno aiutato e lui ha saputo essere presente nel finale, dove ha dimostrato tutta la sua capacità di andare forte allo sprint. Modolo lo rivedremo protagonista in qualche altra tappa.

Domani nella Grosseto-Fiuggi cosa potrà succedere? Sarà una tappa lunga e con il finale in leggera salita che potrebbe favorire corridori adatti a questo tipo di percorso come Matthews. (Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.