BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA / Atletico Madrid-Barcellona (risultato finale 0-1): i blaugrana sono campioni di Spagna per la 23ma volta! (Liga, oggi 17 maggio 2015)

Diretta Atletico Madrid Barcellona info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita del Vicente Calderon, valida per la trentasettesima giornata della Liga 2014-2015

Foto Infophoto Foto Infophoto

Lionel Messi decide la sfida Atletico Madrid-Barcellona e la squadra blaugrana può festeggiare il titolo numero 23 della sua storia. La squadra di Luis Enrique infatti vincendo rimane a +4 nonostante la vittoria del Real Madrid nella sfida contro l'Espanyol per 4-1 con la tripletta di Cristiano Ronaldo. E' una vittoria importante perchè ora la squadra spagnola potrà concentrarsi nel tentativo di scrivere la storia con una Coppa del Rey da giocare contro l'Athletic Bilbao e una finale di Champions League che si disputerà il 6 giugno contro la Juventus di Massimiliano Allegri. Vittoria strameritata in un campionato iniziato in salita e poi concluso oggi con ben 108 gol subiti a margine degli appena 19 subiti. E' stato il titolo del tridente Messi-Neymar-Suarez che ha davvero incantato tutti.

Atletico Madrid-Barcellona: quando siamo al minuto numero 80 la gara Atletico Madrid-Barcellona è sul risultato di 0-1. Il Barca sblocca la gara con una perla ancora una volta di Lionel Messi. L'argentino scambia all'interno dell'area di rigore con Neymar e poi calcia all'angolino con il piatto. Rete meravigliosa e Barcellona che ora è ancora una volta a un passo dalla conquista della Liga. Poco dopo è Neymar ad avere due buone occasioni. La seconda ha del clamoroso, quando da solo davanti a Oblak calcia altissimo in curva. Intanto dall'altra parte è entrato Raul Garcia per Mario Suarez. Proprio il nuovo entrato calcia alto da fuori area. Simeone ha inserito Mario Mandukic per Arda Turan, alzando il baricentro per provare almeno a pareggiare la gara. Luis Enrique ha inserito Mathieu per Jordi Alba, mentre dall'altra parte è entrato Saul Ninguez per Torres. Se la gara terminasse così il Barcellona sarebbe Campione di Spagna nonostante i blancos dopo essere stati raggiunti hanno trovato il nuovo vantaggio con Marcelo. 

Atletico Madrid-Barcellona: quando siamo al minuto numero 65 la gara Atletico Madrid-Barcellona è sul risultato di 0-0. I colchoneros ci provano, palla messa dentro dalla destra con Torres che colpisce e Piquè che devia in angolo. Sul conseguente corner palla colpita di testa in elevazione da Godin che però non inquadra la porta, pallone che termina fuori. Buona occasione poi per Fernando Torres che calcia violento ma centrale di sinistro su una punizione battuta rapidamente in verticale. Blocca senza problemi Bravo. Sullo slancio il Nino colpisce involontariamente Mascherano che rimane a terra, ma poi si rialza e può tranquillamente continuare la partita. Intanto il Real Madrid sblocca la gara contro l'Espanyol portandosi ora a -2 dal Barcellona, se le gare terminassero così il campionato rimarrebbe aperto per una giornata finale di Liga davvero incandescente. 

Atletico Madrid-Barcellona: quando siamo al minuto numero 50 la gara Atletico Madrid-Barcellona è sul risultato di 0-0. Diego Pablo Simeone e Luis Enrique decidono di tornare in campo nella ripresa con gli stessi ventidue effettivi che avevano chiuso la prima frazione di gioco. Molto caldo a Madrid potrebbe condizionare la tenuta fisica delle due squadre, quindi è probabile che a breve vedremo diversi cambi dalla panchina. Le due squadre si sono date battaglia nel primo tempo con occasioni da una parte e dall'altra. I blaugrana sperano di festeggiare al fischio finale di questa frazione la conquista della Liga 2014/15. Pronti via Neymar serve dentro Messi, che viene chiuso in angolo da Gimenez. Sul calcio dalla bandierina la palla viene spinta fuori l'area di rigore su questa arriva Piquè che prova a calciare senza fortuna pallone ancora deviato in calcio d'angolo. I colchoneros protestano per un calcio di rigore in un contrasto tra Griezmann e Mascherano, l'arbitro invece assegna la rimessa dal fondo. 

Atletico Madrid-Barcellona: quando siamo al minuto numero 45 la gara Atletico Madrid-Barcellona è sul risultato di 0-0. Il primo tempo si chiude con il risultato di zero a zero dopo una frazione di gioco vissuta ad alto ritmo da entrambe le squadre. Nel finale il Barcellona ha un'altra ottima occasione con Dani Alves, tra i migliori, che calcia di controbalzo da fuori l'area di rigore. E' bravissimo ad arrivarci con la punta delle dita Oblak e a dire di no. Va premiato il lavoro di Griezmann e Torres che nonostante davanti abbiano fatto poco hanno lottato molto, corso e tornato anche indietro per prendere il pallone. Il Barca era partito in difficoltà con l'aggressione alta dei colchoneros, dopo poco però i blaugrana sono venuti fuori creando molto con ben tre occasioni procurate da Lionel Messi. 

Atletico Madrid-Barcellona: quando siamo al minuto numero 35 la gara Atletico Madrid-Barcellona è sul risultato di 0-0. Grandissime proteste per Dani Alves trattenuto da Godin quando stava accedendo all'area di rigore da destra. L'arbitro ha deciso di punire il difensore uruguaiano con un cartellino giallo fischiando un calcio di punizione. Il terzino brasiliano si arrabbia molto perchè voleva un calcio di rigore e aveva probabilmente ragione da quello che si può vedere nel calcio di rigore. La punizione la calcia violentemente Messi, trovando ancora una volta la respinta di Oblak in calcio d'angolo. 

Atletico Madrid-Barcellona: quando siamo al minuto numero 20 la gara Atletico Madrid-Barcellona è sul risultato di 0-0. I primi venti minuti scorrono via molto velocemente, con tantissime occasioni da una parte e dall'altra. La prima ce l'ha sulla testa Gimenez, trovando una grande risposta in tuffo di Claudio Bravo. Il portiere blaugrana è bravo anche poco dopo su Griezmann, che però aveva calciato dopo essere stato fermato in fuorigioco. C'è spazio poi per Messi che dopo aver scaldato i motori ha due grandi opportunità per sbloccare la partita. Ci prova da fuori di sinistro, trovando la presa a terra di Oblak. Poco dopo su un pallone messo dentro dalla destra di Dani Alves sempre il talento argentino colpisce di testa trovando ancora una volta pronto il portiere dei colchoneros. Poco dopo proteste del Barcellona per un episodio avvenuto al centro dell'area di rigore. Palla dentro di Pedro per Messi che colpisce di testa, chiude Juanfran con un braccio ma l'arbitro lascia proseguire. 

Atletico Madrid-Barcellona: quando siamo al minuto numero 5 la gara Atletico Madrid-Barcellona è sul risultato di 0-0. I blaugrana hanno iniziato col solito ritmo alto, ma i colchoneros si chiudono benissimo dietro con il baricentro molto basso ad aspettare gli avversari. Luis Enrique sa' bene però che se si sbilancia potrebbe soffrire molto in contropiede contro una squadra che è molto brava a organizzare le ripartenze rapide. Come al solito in porta c'è Claudio Bravo che ha ripreso la maglia da titolare lasciata a ter Stegen per la semifinale di Champions League. Fa' molto caldo a Madrid, le squadre potrebbero soffrire anche questo a lungo andare nella partita. 

Atletico Madrid-Barcellona: ecco le formazioni ufficiali della partita, 37^ giornata della Liga. Per il Barcellona una vittoria significa laurearsi campione di Spagna, indipendentemente dal risultato del Real Madrid; altrimenti bisognerà pareggiare quanto i Blancos faranno sul campo dell’Espanyo, dunque il titolo potrebbe arrivare attraverso i rivali cittadini. Barcellona in corsa per il Triplete: il 30 maggio gioca la finale di Coppa del Re contro l’Athletic Bilbao, il 6 giugno la finale di Champions League contro la Juventus. ATLETICO MADRID (4-2-3-1): 13 Oblak; 20 Juanfran, 24 J: Gimenez, 2 Godin, 3 Siqueira; 4 Mario Suarez, 14 Gabi; 6 Koke, 7 Griezmann, 10 Arda Turan; 19 Fernando Torres. In panchina: 1 Moya, 18 Jesus Gamez, 23 Miranda, 17 Saul Niguez, 11 R. Jimenez, 8 Raul Garcia, 9 Mandzukic. Allenatore: Diego Simeone BARCELLONA (4-3-3): 13 Claudio Bravo; 22 Dani Alves, 3 Piqué, 14 Mascherano, 18 Jordi Alba; 4 Rakitic, 5 Sergio Busquets, 8 Iniesta; 7 Pedro, 10 Messi, 11 Neymar. In panchina: 1 Ter Stegen, 24 Mathieu, 21 Adriano, 12 Rafinha, 6 Xavi, 20 Sergi Roberto, 31 Munir El Haddadi. Allenatore: Luis Enrique 

La formazione allenata da Diego Simeone occupa il terzo posto nella classifica della Liga spagnola, con 77 punti frutto di 23 vittorie, 8 pareggi e 5 sconfitte. 67 i gol segnati dai Colchoneros, dato non negativo ma che impallidisce davanti ai corrispettivi di Barcellona e Real Madrid. D'altro canto anche quest'anno l'Atletico Madrid si è dimostrato una squadra difensivamente solida: in 36 giornate ha incassato infatti 28 gol, solo il Barcellona ha fatto meglio. Eccoli i numeri dei catalani: 29 successi, 3 pareggi e 4 sconfitte con la bellezza di 107 marcature realizzate e solamente 19 subite, per un clamoroso +88 di differenza reti. Barcellona che in questa edizione della Liga è primo sia per punti raccolti in casa (48) che in trasferta (42); l'Atletico Madrid invece ha raccolto 45 punti al Vicente Calderon e 32 lontano dalle mura amiche. Il top scorer in campionato dei Colchoneros è il francese Antoine Griezmann, che alla prima stagione nella Liga ha già messo a segno 22 gol in 35 presenze. Anche il blaugrana Neymar è a quota 22 in classifica marcatori: davanti a lui il marziano Lionel Messi con 40 gol in 36 partite di campionato. 

Il match del girone d'andata risale allo scorso 11 gennaio. Il risultato finale allo stadio Camp Nou fu di 3-1 a favore del Barcellona, che passò in vantaggio dopo soli 12 minuti di gioco grazie al gol di Neymar. Al 35' fu Luis Suarez a mettere destro la rete del raddoppio; nella ripresa arrivarono i gol di Mario Manduzkic per il momentaneo 2-1 e di Lionel Messi per il definitivo 3-1. Ben 9 i giocatori ammoniti dall'arbitro Alberto Undiano Mallenco: i bluagrana Mascherano, Suarez e Messi e i Colchoneros Gamez, Godin, Juanfran, Tiago, Griezmann e Mandzukic.

Si gioca alle ore 19 di questa sera la partita valida per la trentasettesima giornata della Liga spagnola 2014-2015. E’ il match point che vale il titolo per il Barcellona: i blaugrana hanno 4 punti di vantaggio sul Real Madrid, hanno il doppio confronto a sfavore per differenza reti ma ormai non conta più. O meglio: se fino alla scorsa settimana un pareggio al Vicente Calderon avrebbe facilmente significato l’addio al campionato, adesso che la distanza è raddoppiata il Barcellona può anche permettersi di perdere al Vicente Calderon, perchè in ogni caso gli basterebbe battere il Deportivo La Coruna al Camp Nou per laurerarsi campione. 

Per l’Atletico Madrid invece la partita è del tutto ininfluente: i Colchoneros sono già sicuri del terzo posto in classifica perchè con 77 punti sono a -9 dal secondo posto e a +4 sul quarto. Per il terzo anno consecutivo vanno alla fase a gironi di Champions League; la stagione però è stata meno brillante del previsto, in campionato l’Atletico si è staccato presto dalla corsa al titolo, in Europa è arrivata l’eliminazione ai quarti per mano del Real Madrid (ma il rischio c’era stato già agli ottavi) mentre in Coppa del Re a sancire la fine della corsa è stato proprio il Barcellona.

A proposito: se l’anno scorso il Barcellona non aveva mai battuto l’Atletico in quattro partite, pareggiandone tre e perdendone una, quest’anno su tre incroci ci sono tre vittorie blaugrana, che hanno realizzato 7 gol subendone 3.Un Barcellona che potrebbe concludere una stagione pazzesca, prendendosi il secondo Triplete dopo quello del 2009: come Pep Guardiola era un esordiente, così lo è Luis Enrique che è primo in campionato, in finale di Coppa del Re (il 30 maggio contro l’Athletic Bilbao) e in finale di Champions League (il 6 giugno contro la Juventus). Sembrava essere arrivata la fine di un ciclo e invece la squadra è spaventosamente rinata con un tridente, Messi-Suarez-Neymar, capace di 114 gol in stagione; l’Atletico invece proverà il rilancio dalla prossima stagione, per stare ancora al passo con le migliori. 

La diretta tv di Atletico Madrid-Barcellona è affidata a Fox Sports, il canale che potete trovare sul satellite al numero 206 oppure sul digitale terrestre, al numero 382; la telecronaca è di Stefano Borghi. Ci sarà ovviamente la possibilità, per tutti gli abbonati e senza costi aggiuntivi, della diretta streaming video attivando su PC, tablet e smartphone le applicazioni Sky Go e Premium Play. Inoltre potete consultare i profili ufficiali che le due squadre mettono a disposizione sui social network, in particolare su Facebook e Twitter: per l’Atletico Madrid abbiamo facebook.com/AtleticodeMadrid e @Atleti, per il Barcellona ci sono invece le pagine facebook.com/fcbarcelona e @FCBarcelona.