BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Atalanta-Genoa (risultato finale 1-4): spuer-Grifone: quinto. Orobici comunque salvi (Serie A, oggi 17 maggio 2015)

Diretta Atalanta Genoa, info streaming video e tv: risultato finale 1-4. Grande ripresa da parte del Grifone che è quinto in classifica, gli orobici perdono nettamente ma sono comunque salvi

Foto InfophotoFoto Infophoto

Risultato finale 1-4. Il Genoa è quinto in classifica: super prestazione del Grifone che nel secondo tempo sprigiona tutta la sua velocità offensiva e realizza i tre gol che fanno la differenza, andando a vincere all'Atleti Azzurri d'Italia. Dove comunque è grande festa: il Cagliari perde in casa e allora per l'Atalanta è salvezza aritmetica con due giornate di anticipo. Il primo tempo è equilibrato: apre Pinilla su calcio di rigore (fallo di mano di Burdisso), replica Leonardo Pavoletti. Nel secondo tempo è solo Genoa: l'Atalanta si sente piuttosto sicura per il risultato che sta maturando in Sardegna, il Genoa spinge e trova il vantaggio con un grande gol di Bertolacci, tunnel a Cherubin e conclusione ravvicinata. Poi si scatena Iago Falque: la doppietta dello spagnolo lo fa salire a quota 13 gol in campionato, il secondo gol di oggi è una perla rara con tiro a giro senza troppo spazio per calciare. In pieno recupero Pinilla ha sul piede la palla per accorciare le distanze dopo che Perin ha respinto un colpo di testa, ma a porta vuota centra la traversa. Il Genoa è quinto ma non ha la licenza UEFA: come andrà a finire?

Il Genoa si porta in vantaggio al 56’ minuto, spettacolare il gol di Andrea Bertolacci che realizza la sesta rete iè splendido il gol che Iago Falque realizza al 73' minuto di gioco. Un Genoa straripante nel secondo tempo: l'Atalanta si è forse seduta troppo conoscendo il risultato di Cagliari e abbassa i ritmi, il Genoa dei velocisti allora ci crede e sfrutta alla grande gli spazi. Iago Falque è l'uomo simbolo dello splendido 2015 del Genoa: tredicesimo gol in campionato, soltanto 11 nell'anno solare in corso. Questo è stupendo: lo spagnolo prende palla sul settore destro del campo, rientra puntando il difensore e spostandosi il pallone sul mancino lascia partire un sinistro a giro senza nemmeno avere troppo spazio, fa girare la sfera che bacia il palo alla destra di Sportiello - immobile - ed entra in porta per la quarta rete di giornata del Genoa. L'Atalanta affonda, ma oggi potrebbe comunque festeggiare la salvezza matematica. 

Il Genoa si porta in vantaggio al 56’ minuto, spettacolare il gol di Andrea Bertolacci che realizza la sesta rete in questo campionato. Fa tutto da solo il centrocampista di scuola Roma: riceve palla al limite dell’area da Edenilson, con un tunnel lascia sul posto Cherubin e poi non ha problemi nel battere Sportiello. In questo momento il Genoa è quinto in classifica, mentre l’Atalanta sarebbe comunque salva vista la sconfitta del Cagliari. Chissà però che questo risultato di Bergamo non svegli gli isolani, rendendo ancora più intensa la lotta per non retrocedere. Al 61’ poi il Genoa fa 3-1 con il dodicesimo gol in campionato di Iago Falque: gran sinistro a giro sull’assist di Pavoletti e l’esterno spagnolo batte Sportiello mettendo dentro il gol che potrebbe essere quello della tranquillità per i rossoblu. 

Si riparte all'Atleti Azzurri d'Italia, nessun cambio da parte di Reja e Gasperini che lasciano in campo gli stessi 22 effettivi del primo tempo. Il Genoa ha invertito i due esterni: Edenilson che aveva cominciato a sinistra si sposta sulla corsia opposta e prende la posizione di Rincon, che dunque passa sulla fascia mancina. Anche in questo avvio di ripresa è il Genoa a fare la partita: all'Atalanta il pareggio sta benissimo - anche perchè il Cagliari sta perdendo in casa contro il Palermo - mentre il Grifone ha bisogno di una vittoria per continuare a sperare nell'Europa League, in attesa di sapere se avrà la licenza UEFA per partecipare alle coppe il prossimo anno. 

Si va al riposo dopo i primi 45 minuti sul risultato di 1-1. Partita davvero piacevole: l'Atalanta chiede un rigore per fallo di Roncaglia su un ispirato D'Alessandro, il contatto sembrerebbe esserci ma Gervasoni lascia proseguire. Poco più tardi, proprio in chiusura di frazione, il Genoa batte un calcio d'angolo dalla sinistra: la difesa dell'Atalanta perde completamente di vista Bertolacci che stacca indisturbato di testa, Sportiello è battuto ma sulla riga di porta Pinilla, quasi senza accorgersene, devia la traiettoria in calcio d'angolo con una sorta di tuffo. Vedremo se nel secondo tempo le emozioni saranno le stesse e se arriveranno altri gol. 

Al 30' minuto di gioco il Genoa trova il pareggio. E' ancora una volta Leonardo Pavoletti ad andare in gol: quinto gol in campionato, il quarto con la maglia del Grifone. Il Genoa ha legittimato gli sforzi offensivi dopo il rigore di Pinilla: in particolare Lestienne si sta facendo apprezzare per i movimenti con e senza palla e la vivacità che ci sta mettendo. La squadra di Gian Piero Gasperini ha anche reclamato un calcio di rigore per un fallo di mano nell'area dell'Atalanta, ma l'arbitro non ha ritenuto che ci fossero gli estremi per fischiare un altro tiro dal dischetto. Partita che comunque si sta mantenendo molto piacevole. 

Al 17' minuto di gioco cambia la partita dell'Atleti Azzurri d'Italia. Punizione dalla trequarti, Burdisso clamorosamente alza un pugno e tocca con la mano un cross che sembrava poco pericoloso. Rigore che Gervasoni deve concedere: dal dischetto l'ex Mauricio Pinilla realizza il nono gol della sua stagione, il sesto con la maglia dell'Atalanta, e gli orobici sono sempre più salvi. 

Atalanta-Genoa: ecco le formazioni ufficiali della partita delle ore 15. Il Genoa insegue ancora un posto in Europa League, ma al momento non ha la licenza UEFA e dunque rischia di dover cedere il suo posto in caso di qualificazione. All’Atalanta manca un punto per la salvezza aritmetica. Vediamo dunque le scelte dei due allenatori. ATALANTA (4-3-3): Sportiello; Bellini, Cherubin, Stendardo, Dramè; Migliaccio, Cigarini, Carmona; D’Alessandro, Pinilla, A. Gomez. In panchina: Frezzolini, Merelli, Benalouane, Del Grosso, Emanuelson, Grassi, Scaloni, Baselli, D’Alessandro, Bianchi, Boakye, Rosseti. Allenatore: Reja. GENOA (4-3-3): Perin; Izzo, Burdisso, Roncaglia, Edenilson; Bertolacci, Rincon, Kucka; Iago Falque, Pavoletti, Lestienne. In panchina: Lamanna, Sommariva, També, Soprano, Gulli, Madragora, Diego Laxalt, Bergdich, Panico, Ghiglione. Allenatore: Gasperini. 

La formazione bergamasca di Reja si è salvata dopo la vittoria al Barbera contro il Palermo (manca solo un punto perché il Cagliari è a 8 punti di distacco con tre partite prima della fine della stagione), il Genoa potrebbe nutrire speranze di Europa League ma non ha ricevuto la concessione Uefa dalla Federcalcio e potrebbe abbassare la guardia. Una bella sfida aperta e senza timori con due squadre pronte a giocarsi la partita con il 4-3-3, modulo offensivo che metterà di fronte due coppie di esterni di qualità che si giocheranno il match. Sarà la chiave tattica per capire bene chi sarà la squadra predominante per il centrocampo 

Si affrontano allo Stadio "Atleti Azzurri d'Italia" Atalanta e Genoa, in una sfida valida per la 36^ giornata di Serie A. I padroni di casa sono attualmente quartultimi in classifica con 36 punti, frutto di 7 vittorie, 15 pareggi e 13 sconfitte, ma necessitano di un ultimo sforzo per conquistare la salvezza matematica; il Genoa è invece settimo in graduatoria, con 53 punti, figli di 14 vittorie, 11 pareggi e 10 sconfitte. La situazione di classifica che vede primeggiare i rossoblu rispetto ai nerazzurri, è confermata dai numeri: il dato inerente il possesso palla vede il Genoa in testa con 25':08" contro i 22':14" della squadra guidata da Reja. I bergamaschi calciano meno volte verso la porta avversaria, con 11.3 tiri totali a partita rispetto ai 12 dei rivali. Gli uomini di Gasperini vantano poi una maggiore percentuale di pericolosità (48.5% contro 39.8%), e un numero più alto di corner battuti mediamente per match (5.8 contro 4.9)

A caccia dei possibili protagonisti per questa partita, abbiamo scelto due nomi - uno per squadra - confidando in una loro prestazione sopra le righe. L'attaccante dei bergamaschi si candida per un ruolo da protagonista nella sfida contro la sua ex squadra. Il cileno è un giocatore dalle notevoli qualità tecniche, capace di spezzare gli equilibri del match con una grande giocata. La difesa del Genoa dovrà attuare una marcatura ferrea per limitarlo, prestando molta attenzione in mischia. Approdato in rossoblu nel calciomercato invernale di riparazione non è ancora riuscito ad incidere del tutto, a causa dei noti problemi fisici che lo hanno tenuto lontano dal campo. Tuttavia, nei minuti in cui è stato impiegato dal tecnico Gasperini ha risposto positivamente, collezionando assist preziosi e giocate importanti. Manca solo il gol; i tifosi sperano di vederlo esultare oggi pomeriggio. 

Si gioca alle ore 15.00 la partita della trentaseiesima giornata di Serie A allo stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo, e si potrà seguire questa partita anche via radio sulle frequenze di Rai Radio 1 (FM 89.3). Per gli incontri del pomeriggio di questa domenica 17 maggio 2015 per il diciassettesimo turno del girone di ritorno, l'appuntamento sarà naturalmente con la storica trasmissione 'Tutto il calcio minuto per minuto', che offrirà aggiornamenti da tutti i campi e dunque anche sulla partita fra i nerazzurri che vogliono l'ultimo punto mancante alla matematica salvezza e il Grifone che sogna l'Europa, ma con l'incubo licenza. 

Alle ore 15 di oggi pomeriggio si gioca la partita valida per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. All’Atalanta basta un punto per essere salva aritmeticamente: con un pareggio gli orobici festeggeranno la permanenza in Serie A, ma potrebbero anche permettersi di perdere qualora arrivassero buone notizie dall’unico altro campo coinvolto nel discorso. Il Genoa invece insegue l’Europa: tecnicamente ce l’ha ad un solo punto di distanza, ma nei fatti è lontana perchè il club non gode della licenza UEFA (ha presentato in ritardo alcuni pagamenti).

Il presidente Preziosi ha annunciato il ricorso, ma è difficile che possa arrivare qualche novità positiva; ad ogni modo il dovere del Genoa è quello di onorare il suo campionato e la sua corsa fino in fondo, e poi stare a vedere come si metteranno le cose. All’andata era finita 2-2: a Marassi il Genoa era andato sotto di due gol ma era riuscito a rimontare con il rigore di Iago Falque e il gol di Matri. Il bilancio delle sfide giocate a Bergamo, che sono 30, parla di 12 vittorie dell’Atalanta con 10 pareggi e 8 vittorie del Genoa. Due delle quali sono piuttosto recenti, stagione 2009-2010 e stagione 2012-2013; lo scorso anno era invece finita 1-1 grazie a uno splendido gol di De Ceglie e al pareggio nel finale di De Luca, con il Genoa che era rimasto in dieci per l’espulsione di Antonelli. Sarà una partita speciale per Mauricio Pinilla: l’attaccante cileno ha giocato la prima parte della stagione con la maglia del Genoa, a gennaio è passato all’Atalanta dove finora ha collezionato 5 gol, tutti o quasi importantissimi per la corsa alla salvezza.

Altri ex della sfida sono Giuseppe Biava, oggi all’Atalanta, Davide Biondini e Thomas Manfredini che hanno giocato con entrambe le maglie. Tra gli allenatori va citato Francesco Guidolin, con la particolarità di aver avuto vita breve in entrambe le piazze: all’Atalanta, nel 1993, fu esonerato dopo 10 giornate, al Genoa nel 2005 era stato scelto per guidare la squadra in Serie A a dieci anni dall’ultimo campionato nella massima serie ma lo scandalo della valigetta e la susseguente doppia retrocessione fino alla Serie C portarono alla rescissione del contratto del tecnico veneto. 

L’Atalanta non perde da sei giornate: due vittorie e quattro pareggi che hanno messo definitivamente al sicuro la squadra, che vincendo sul campo del Palermo la scorsa domenica ha legittimato la sua salvezza. Perchè non sia così dovrebbe succedere in contemporanea che il Cagliari vincesse le tre partite che restano da giocare e l’Atalanta le perdesse tutte; una previsione piuttosto difficile da immaginare. Edy Reja, che sostituito Stefano Colantuono a campionato in corso, ha avuto bisogno di un po’ di tempo per trovare la giusta formula, ma quando lo ha fatto è riuscito a dare all’Atalanta una composizione e una caratura di buon livello. Una sola sconfitta nelle ultime dieci giornate significa aver risollevato la testa nel momento in cui più contava; le difficoltà nell’andare a rete sono state parzialmente risolte, 35 gol (esattamente uno a partita) non sono un ruolino troppo positivo ma sono comunque bastate.

Il Genoa ha vinto tre delle ultime quattro partite e quattro delle ultime sei; è riuscito a mantenere il contatto con la zona Europa League e ora vuole provare a ottenere il sesto posto, pur se la situazione a livello economico e burocratico non è delle migliori. Certamente la squadra ha mostrato grande livello tecnico e carattere; anche l’infortunio di Diego Perotti non ha limitato i risultati del Genoa, che fuori casa ha ottenuto 23 punti vincendo per ben 6 volte lontano da Marassi. Sono 54 i gol segnati dal Genoa: quarto miglior attacco del campionato, a conferma di quanto Gasperini abbia ben lavorato su questo gruppo. A noi non resta dunque che metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere quello che succederà oggi pomeriggio all’Atleti Azzurri d’Italia: la diretta di Atalanta-Genoa, valida per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare…

La diretta tv di Atalanta-Genoa è affidata a Sky Calcio 2 (numero 252) sui canali del satellite; a Premium Calcio 2 (numero 372) e Premium Calcio HD 2 (numero 381) sui canali del digitale terrestre. Ci sarà ovviamente la possibilità, per tutti gli abbonati e senza costi aggiuntivi, della diretta streaming video attivando su PC, tablet e smartphone le applicazioni Sky Go e Premium Play. Su Sky SuperCalcio (numero 205) e Premium  Calcio (numero 370) vanno invece in onda i programmi di Diretta Gol, per gli highlights e le reti in tempo reale da tutti i campi collegati per le partite delle ore 15. Inoltre potete consultare i profili ufficiali che le due squadre mettono a disposizione sui social network, in particolare su Facebook e Twitter: per l’Atalanta abbiamo facebook.com/atalanta e @Atalanta_BC, per il Genoa ci sono invece le pagine facebook.com/genoacfcofficial e @GenoaCFC.