BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Verona-Empoli (risultato finale 2-1) info streaming video e tv: l'Hellas rimonta l'Empoli(Serie A, oggi 17 maggio 2015)

Diretta Verona Empoli, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita dello stadio Bentegodi, valida per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015

Foto InfophotoFoto Infophoto

Diretta Verona-Empoli: al Bentegodi finisce 2 a 1 per il Verona grazie alla rete di Sala nella ripresa. Nel primo tempo dopo il vantaggio di Saponara aveva risposto Moras di testa e Toni aveva centrato una traversa al 21'. La ripresa ha visto le due squadre giocare con meno agonismo e solo l'imprecisione di Bassi al 67' ha favorito la rimonta di Sala per l'Hellas. L'Empoli, in affanno, ha comunque tentato di raggiungere il pareggio fino alla fine, come dimostra la conclusione di Verdi che ha impensierito seriamente Rafael all'ultimo secondo del 92' minuto.

Diretta Verona-Empoli: ad un quarto d'ora dalla fine il Verona ha ribaltato il risultato ed ora conduce per 2 a 1 sull'Empoli. I Gialloblu trovano il goal un po' a sorpresa, visti i ritmi poco elevati della gara, quando Hallfredsson, con un tiro-cross dalla sinistra, mette in difficoltà Bassi che smanaccia malamente favorendo il tiro al volo e vincente di Sala al 67'. I Toscani sembrano ora in affanno e significativa è la conclusione altissima di Maccarone, un minuto prima di lasciare il campo per Mchedlidze. Da segnalare l'ammonizione di Fernandinho per simulazione.

Diretta Verona-Empoli: dopo un'ora di gioco è ancora 1 a 1 tra Verona ed Empoli. Ritmi piuttosto bassi in questo inizio di ripresa con l'Empoli ad effettuare il suo primo cambio, ovvero dentro Croce al posto di un non brillantissimo Vecino, e Zielinski, con un tiro a lato di pochissimo, manca di poco il nuovo vantaggio per i suoi. Il Verona invece appare meno convinto del primo tempo e costruisce meno azioni degne di nota

Diretta Verona-Empoli: a fine primo tempo Verona ed Empoli rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 1 a 1. Quarantacinque minuti interessanti e piene di emozioni con il vantaggio di Saponara al 6' a cui ha risposto Moras di testa al 24' dopo la traversa di Toni al 21'. Entrambe le squadre lamentano un rigore mancato per parte, uno per tocco di mano di Valdifiori e uno per intervento di Obbadi su Saponara ma per l'arbitro La Penna è tutto regolare. Nel finale il Verona perde J.Gomez per infortunio e si rende pericolossissimo Toni la cui conclusione viene salvata da Bassi e poi Barba sulla linea.

Diretta Verona-Empoli: il Verona reagisce allo svantaggio e alla mezz'ora si trova sull'1 a 1. L'Empoli prova inizialmente ad ottenere il raddoppio ma i gialloblu sono più pericolosi con il tiro di Greco e la traversa di Toni al 21'. Tutto ciò è il preludio al pareggio di Moras che si fa perdonare la palla persa sul primo goal e infila Bassi di testa sulla punizione battuta da Obbadi sulla trequarti destra. La formazione di Sarri riesce ad affacciarsi in avanti con scarsi risultati.

Diretta Verona-Empoli: Al quarto d'ora del primo tempo l'Empoli è già in vantaggio per 1 a 0 in casa del Verona. Gli uomini di Mandorlini sembrano fare inizialmente la partita ma la formazione toscana riesce ad organizzare la manovra fino ad andare in goal al 6': Maccarone ruba palla a Moras al limite dell'area e serve Saponara che tutto solo davanti a Rafael mette in rete. L'Empoli gioca in ripartenza e attenua l'attacco veronese marcando a vista Toni.

Verona-Empoli: diamo uno sguardo alle formazioni ufficiali della partita dello stadio Bentegodi. Entrambe le squadre sono già salve, dunque in campo non ci sarà quell’intensità e quella tensione che derivano da una situazione in bilico e ci si potrà sfidare a viso aperto. Ecco le scelte dei due allenatori, calcio d’inizio alle ore 15. HELLAS VERONA (4-3-3): Rafael A.; E. Pisano, Marquez, Moras, Agostini; Sala, Obbadi, Hallfredsson; L. Greco, Toni, Juanito Gomez. In panchina: Benussi, Gollini, Rodriguez, Saviola, Nico Lopez, Lazaros, Marques, Valoti, Brivio, Campanharo, Fernandinho, Martic. Allenatore: Mandorlini. EMPOLI (4-3-1-2): Bassi; Laurini, Rugani, Barba, Hysaj; Matias Vecino, Valdifiori, Zielinski; Saponara; Maccarone, Pucciarelli. In panchina: Pugliesi, Sepe, Signorelli, Mchedlidze, Tavano, Croce, Verdi, Mario Rui, Brillante, Tonelli, Somma. Allenatore: Sarri

Ecco una sfida che potrebbe regalare grandi emozioni agli spettatori, ovvero il Verona di Mandorlini contro l'Empoli di Sarri, due squadre che vorranno certamente fare bene e che utilizzano moduli offensivi. Gli scaligeri punteranno sul 4-3-3 mentre Sarri punterà su Saponara dietro la coppia d'attacco Maccarone e Pucciarelli, due società che hanno portato a termine il loro compito. Interessante capire la sfida a centrocampo tra due formazioni che hanno giocatori dai piedi buoni in mezzo al campo, Sarri vorrà il pallino di gioco ma Mandorlini non intenderà perdere la sfida contro il collega del club toscano 

Allo Stadio Bentegodi per la 36^ giornata di campionato i padroni di casa del Verona affrontano la rivelazione Empoli. I gialloblu hanno totalizzato 41 punti a seguito di 10 vittorie, 11 pareggi e 14 sconfitte, e occupano attualmente la quindicesima casella della graduatoria; l'Empoli, anch'esso a 41 punti, è in tredicesima piazza per mezzo di una migliore differenza reti, e ha collezionato finora 8 vittorie, 17 pareggi e 10 sconfitte. Il  dato inerente il possesso palla premia l'Empoli (24':32" contro 22':44"), così come la percentuale di passaggi riusciti (65.9% contro 60.9%) è appannaggio della squadra di Maurizio Sarri. Netta la differenza nel numero di palloni giocati: 607.0 per i toscani, 483.9 per gli uomini di Mandorlini; l'equilibrio si ristabilisce soltanto per quanto concerne i gol fatti, con 1.2 reti di media a partita per entrambe le formazioni. 

A caccia dei possibili protagonisti per questa partita, abbiamo scelto due nomi - uno per squadra - confidando in una loro prestazione sopra le righe. L'attaccante dei gialloblu si è ritagliato un ruolo da protagonista pure in questo campionato ripagando la fiducia dell'allenatore e dell'ambiente a suon di gol; è un giocatore molto fisico e dalla buone capacità tecniche,con la sua  esperienza può mettersi sulle spalle il reparto offensivo e fare molto male alle difese avversarie. La retroguardia toscana dovrà prestare molta attenzione, soprattutto nelle palle inattive. ECon la sua abilità tecnica e la sua velocità nello stretto può creare non pochi problemi alla difesa di Mandorlini. Saponara è un calciatore abile con la palla tra i piedi, capace di sfruttare gli spazi a  disposizione e di servire i compagni in zona gol. Sarri gli ha dato fiducia e il calciatore lo ha ripagato con prestazioni sempre all'altezza. 

Si gioca alle ore 15.00 la partita della trentaseiesima giornata di Serie A allo stadio Marcantonio Bentegodi, e si potrà seguire questa partita anche via radio sulle frequenze di Rai Radio 1 (FM 89.3). Per gli incontri del pomeriggio di questa domenica 17 maggio 2015 per il diciassettesimo turno del girone di ritorno, l'appuntamento sarà naturalmente con la storica trasmissione 'Tutto il calcio minuto per minuto', che offrirà aggiornamenti da tutti i campi e dunque anche sulla sfida fra l'Hellas e i toscani, due formazioni già ampiamente salve che adesso vogliono regalarsi un bel finale di stagione. 

Si gioca alle ore 15 allo stadio Castellani la partita valida per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. E’ una partita tra due squadre assolutamente tranquille in classifica: entrambe infatti hanno 41 punti e hanno centrato l’obiettivo di inizio stagione, vale a dire quello di salvarsi senza troppi patemi. Adesso possono gestire comodamente le ultime tre giornate, provando a conquistare qualche punto in più per migliorare la loro posizione, sapendo di aver comunque giocato un campionato di alto livello per quelle che erano le possibilità della rosa.

Le partite giocate a Verona in Serie A sono appena due: nelle stagioni 1986-1987 e 1987-1988, entrambe con il risultato di 1-0 a favore dell’Hellas. Non solo: possiamo dire che quando le due squadre si sono incontrate nella massima serie, a imporsi è sempre stata la squadra di casa e sempre con il risultato minimo. Recentemente però ci sono stati anche due incroci in Serie B: nel 2011-2012 al Bentegodi è finita 0-0, stesso risultato della stagione seguente quando poi il Verona fu promosso in Serie A.

Ci sono anche giocatori e allenatori che hanno vissuto entrambe le realtà: per esempio Alberto Malesani, autore di un girone d’andata da qualificazione in Coppa UEFA nel 2001-2002 ma poi retrocesso per un clamoroso crollo della sua squadra; e Gigi Cagni, due anni a Verona e poi due (o quasi) anche a Empoli. E’ doppio ex Alfredo Aglietti: nell’Empoli ha allenato, recentemente e in due diversi momenti, portando la squadra alla salvezza in Serie B attraverso il playout, mentre nel Verona ha giocato per tre stagioni realizzando anche 18 gol in campionato (Serie A e Serie B). 

Il Verona ha certamente disputato un campionato meno brillante di quello scorso; inevitabile che una stagione simile non si potesse ripetere, perchè eara stato allora che la rosa si era espressa oltre il proprio potenziale stupendo tutti. Quest’anno le cose sono state più “normali”; l’Hellas ha attraversato qualche periodo di crisi, la società ha contemplato l’ipotesi di esonerare Andrea Mandorlini che poi ha dato risposte importanti accettando di rivedere il modulo e tornando a fare punti. Adesso sono tre le partite senza vittoria, e in generale ci sono solo due gare vinte nelle ultime otto; ma ci sono stati anche tanti infortuni che hanno accorciato le rotazioni. Encomiabile Luca Toni: 20 gol l’anno scorso, 19 quest’anno con ancora tre giornate da giocare per raggiungere e superare quella vetta. In casa i punti sono 22: meno di un anno fa, ma per contro in trasferta il rendimento è stato migliore. L’Empoli non solo ha concluso un ottimo campionato dal punto di vista della classifica; si è anche distinto per essere una delle squadre a giocare il miglior calcio. Propositivo e vivace, l’Empoli ha perso davvero poche volte: 10 in tutta la stagione, non male per una squadra che doveva salvarsi. Sono 17 i pareggi: segno di una formazione che raramente ha mollato la presa, ma anche - vista in senso contrario - di un calo strutturale che spesso si è fatto sentire nei secondi tempi. Resta però la grande stagione: di Rugani e Valdifiori che hanno raggiunto la Nazionale, di Tonelli che ha segnato 5 gol da difensore centrale, di Maccarone che in quanto a realizzazioni è arrivato in doppia cifra. E poi Maurizio Sarri: esordiente in Serie A a 55 anni dopo una gavetta infinita, ha dato lezioni di tattica a tanti allenatori con più esperienza e più curriculum. Fuori casa sono 16 i punti dell’Empoli; appena due le vittorie, e questo è stato un limite. Non ci resta allora che metterci comodi e dare la parola al campo per stare a vedere come andrà a finire questa partita dello stadio Bentegodi: la diretta di Verona-Empoli, valida per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare…

La diretta tv di Verona-Empoli è affidata a Sky Calcio 4 (numero 254) sui canali del satellite; a Premium Calcio 4 (numero 374) sui canali del digitale terrestre. Ci sarà ovviamente la possibilità, per tutti gli abbonati e senza costi aggiuntivi, della diretta streaming video attivando su PC, tablet e smartphone le applicazioni Sky Go e Premium Play. Su Sky SuperCalcio (numero 205) e Premium  Calcio (numero 370) vanno invece in onda i programmi di Diretta Gol, per gli highlights e le reti in tempo reale da tutti i campi collegati per le partite delle ore 15. Inoltre potete consultare i profili ufficiali che le due squadre mettono a disposizione sui social network, in particolare su Facebook e Twitter: per il Verona abbiamo facebook.com/hellasveronafc1903 e @HellasVeronaFC, per l’Empoli ci sono invece le pagine facebook.com/empolifcofficialpage e @EmpoliCalcio.