BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INTERNAZIONALI D'ITALIA 2015/ Roma news, il bilancio del torneo femminile: vince la Sharapova, splendono Suarez e Gavrilova. Male le italiane (tennis)

Pubblicazione:domenica 17 maggio 2015

Maria Sharapova, 28 anni, 35 titoli in carriera (da facebook.com/Internazionali-BNL-dItalia) Maria Sharapova, 28 anni, 35 titoli in carriera (da facebook.com/Internazionali-BNL-dItalia)

Le italiane meritano un capitolo a parte. Non ci si può nascondere: è stato un flop. Al secondo turno sono arrivate in due: era il torneo di casa e, se anche una finale come quella del 2014 era difficile, ci aspettavamo almeno gli ottavi di finale con una presenza più massiccia. E invece no: Camila Giorgi ha dimostrato ancora una volta che un conto è il talento, un altro la gestione dei match e dei singoli momenti. Karin Knapp si è sportivamente suicidata contro la Kvitova, avanti 5-2 nel terzo set è riuscita a perdere una partita che aveva vinto; Sara Errani avrebbe avuto un tabellone spalancato dal ritiro di Serena ma ha perso dalla McHale che aveva demolito un anno fa in Fed Cup. Parliamoci chiaro: non ne facciamo drammi perchè il tennis è fatto di periodi, ed è ampiamente possibile che una di queste - compresa Flavia Pennetta, eliminata da una Svitolina per la prima volta nella Top 20 - arrivi in profondità nel tabellone del Roland Garros; tuttavia bisogna dire le cose come stanno e ammettere che le nostre giocatrici sono in calo e non vivono un momento eccezionale. Ci aspettavamo di più, forse proprio la pressione e le aspettative hanno giocato brutti scherzi ma adesso c’è bisogno di rimboccarsi le maniche e ripartire. 

Infine, una menzione speciale per Carla Suarez Navarro. Ha perso la finale crollando nel terzo set, ma è una tennista strepitosa: la sua semifinale contro Simona Halep è stata una gioia per gli occhi e un bello spot per chi pensa che il tennis femminile sia fatto solo di errori gratuiti, doppi falli e urletti. La spagnola è un talento vero; anche lei esplosa tardi (ma nelle 20 c’è da tempo), adesso rappresenta un ostacolo durissimo per chiunque e lascia intendere che sì, con i muscoli e la forza fisica si è avvantaggiate ma con testa e tecnica (e anche la Halep potrebbe dire qualcosa in merito) i bastoni tra le ruote si mettono eccome. 

(Claudio Franceschini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.