BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Napoli-Milan/ Il pronostico di Tiziano Crudeli (esclusiva)

Pubblicazione:

Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto)  Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto)

NAPOLI-MILAN, IL PRONOSTICO DI TIZIANO CRUDELI (ESCLUSIVA) – Napoli-Milan sarà il posticipo delle ore 20.45 della trentaquattresima giornata di serie A. Una grande classica del nostro calcio ma con due squadre che devono riscattarsi. La formazione di Rafa Benitez viene dalla sorprendente sconfitta per 4-2 di Empoli, ha 56 punti in classifica e si gioca adesso le ultime chance di tornare in corsa per la prossima Champions League, il Milan di Filippo Inzaghi ha perso 1-3 in casa col Genoa, ha 43 punti e la stagione si può ormai definire fallimentare. Il Milan però prima o poi dovrà disputare una prova d'orgoglio dopo le ultime prestazioni molto deludenti. Per presentare questo match abbiamo sentito il giornalista rossonero Tiziano Crudeli. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Che partita sarà? Mi auguro che il Milan finalmente tiri fuori una partita d'orgoglio dopo le ultime prestazioni non certo esaltanti. Sarà importante sfruttare in questo senso i difetti, i limiti del Napoli in difesa e a centrocampo.

Quanto peserà l'assenza di Menez? Peserà, così come le assenze di Mexes e Abate. Nel caso di Menez bisogna dire che spesso sa risolvere le partite, ma è anche vero che nelle ultime partite ha giocato in maniera sbagliata, sembrava un corpo estraneo rispetto alla squadra.

Destro potrebbe magari approfittarne? Non è tanto Destro o magari Pazzini il punto, ma che il Milan deve produrre gioco, deve dare palle giocabili alle punte. Manca questo alla formazione di Inzaghi.

El Shaarawy tornerà, almeno in panchina... Speriamo di recuperarlo col tempo, perché il miglior El Shaarawy manca tanto al Milan. Mi auguro che sia finita questa lunga odissea che l'ha tenuto lontano dai campi di gioco. Potrebbe essere utile anche in prospettiva per il contribuito che darà al Milan del futuro.

Si aspettava la sconfitta del Napoli a Empoli? No, sinceramente non me l'aspettavo e sono rimasto sorpreso. Certo spiega i limiti di una squadra che ha subito 43 reti anche se ne ha fatti 59. Per essere veramente forti bisogna essere completi in tutti i reparti.

Saponara ha fatto una grande partita... Sì, da quando è tornato all'Empoli ha realizzato cinque gol. E' stato uno dei migliori giocatori finora della formazione di Sarri. Ha tecnica, velocità, estro, veramente un ottimo calciatore.

Chi giocherà in attacco nel Napoli? L'attacco del Napoli è qualitativamente il migliore del campionato e avranno tante soluzioni, tanti giocatori da poter mettere in campo. Inoltre devono dare il massimo perché ora la situazione per loro si è complicata e raggiungere la Champions League sarà più difficile.

Turnover in vista dell'Europa League?



  PAG. SUCC. >